Jump to content
PLC Forum


Rete Enel e fotovoltaico separati.


digitel
 Share

Recommended Posts

digitel

Domanda da profano: e' possibile mantenere il contratto/fornitura tradizionale enel per una parte dell'abitazione ed installare congiuntamente un sistema fotovoltaico con accumulo per alimentare un'altra porzione separata elettricamente dalla prima ?

Per esempio, mantenere enel per l'illuminazione e fotovoltaico per la forza motrice ? Oppure fotovoltaico per il solo garage con lavatrice, pompa di calore ecc. ??

 

Seconda domanda: l'installazione di un sistema fotovoltaico autonomo (no connessione con enel) serve sempre un progetto/autorizzazione/collaudo/certificazione ?

In parole povere , no fotovoltaico fai-da-te (anche avendo esperienza nell'installazione) ?

 

Grazie mille.

 

Link to comment
Share on other sites


chopin_ita

Se le due porzioni sono ELETTRICAMENTE distinte, separate e NON possono venire in comunicazione, perchè non dovrebbe essere possibile?

Le norme regola la connessione dei sistemi di produzione alla rete elettrica nazionale... se il sistema di produzione non è connesso alla rete, esso è definito AD ISOLA e pertanto è isolato dalla rete elettrica per cui non serve il collaudo da parte di ENEL ovvero e-distribuzione.

L'impianto di produzione tuttavia deve sempre essere progettato, installato, collaudato e certificato da personale qualificato, a prescindere dal fatto che poi sia connesso o meno alla rete elettrica.

Non so se mi sono spiegato.

Provo a dirlo in altre parole: per avere un impianto FV devi rispettare le norme il cui rispetto ti garantisce la regola dell'arte e quindi... progetto, installazione e certificazione.

Se poi tale impianto lo colleghi alla rete elettrica... serve fare apposita domanda, ma se non lo colleghi... non ti serve.

 

Tieni presente che forse la soluzione migliore è un inverter con funzione di backup \ EPS: questo inverter particolare (ce ne sono molti in commercio), certificato ed a norma, ti permette di avere uscite differenti per differenti carichi.

Per esempio: un inverter normale, supponiamo che sia giorno e il tuo FV produce energia in abbondanza per cui il tuo FV sta alimentando TUTTI i tuoi carichi, ma ad un certo punto manda l'energia dalla rete (guasto della rete, distacco forzato causa gruppo PESSE, etc.) ebbene anche se tu sei in grado di auto produrti l'energia che ti serve... tu stai a secco... 

Un inverter con backup o EPS invece in questo caso tramite un teleruttore stacca il tuo impianto dalla rete che passa in modalità isola.

Devi sapere, ma certamente lo sai, che in assenza di rete elettrica, un inverter normale va in blocco.

Link to comment
Share on other sites

mgaproduction
20 ore fa, digitel ha scritto:

Domanda da profano: e' possibile mantenere il contratto/fornitura tradizionale enel per una parte dell'abitazione ed installare congiuntamente un sistema fotovoltaico con accumulo per alimentare un'altra porzione separata elettricamente dalla prima ?

Per esempio, mantenere enel per l'illuminazione e fotovoltaico per la forza motrice ? Oppure fotovoltaico per il solo garage con lavatrice, pompa di calore ecc. ??

 

Seconda domanda: l'installazione di un sistema fotovoltaico autonomo (no connessione con enel) serve sempre un progetto/autorizzazione/collaudo/certificazione ?

In parole povere , no fotovoltaico fai-da-te (anche avendo esperienza nell'installazione) ?

 

Grazie mille.

 

 

Ad occhio non c'è bisogno di tenere isolata una porzione elettricamente parlando, qualunque essa sia.

Un impianto fotovoltaico ti garantisce di non consumare quando lui produce (entro i limiti di consumo e di produzione) e di prelevare da enel quando lui non produce.

Più semplice di così...

Nessuna separazione elettrica, tutto sotto un unico contatore e tutti gli utilizzatori godono del fotovoltaico quando produce.

 

Tieni conto la cosa peggiore : se tieni separate le due zone ed una di queste è servita solo dal FV, quando questo non produce, la zona servita dal solo FV è totalmente morta.

Non mi sembra una buona cosa...accumulo o non accumulo. Perchè l'accumulo NON ti mette al riparo da eventuali periodi di non produzione...serve solo come "batteria tampone" . Quando in inverno in giornate di dicembre, gennaio e febbraio hai produzione ridotta al lumicino, non c'è accumulo che tenga...

Link to comment
Share on other sites

  • 2 months later...

Grazie per la risposta, 

Quindi non esistono impianti elettrici residenziali COMPLETAMENTE SEPARATI dalla fornitura "enel" ? Avevo capito che era possibile farlo...

Ma giustamente forse un tampone improponibile di qualche KiloAh (tipo stanza di batterie) garantirebbe un accumulo per i periodi di scarsa produzione...

 

Link to comment
Share on other sites

mgaproduction

Esistere possono anche esistere, ma non esiste alcun impianto FV casalingo che sia in grado di garantire la continuità di fornitura per un normale alloggio.

Guardando il mio impianto, ci sono periodi soprattutto novembre/dicembre/gennaio dove la produzione giornaliera non arriva nemmeno a farmi tenere accese le lampadine led...

Se invece uno ha talmente tanto spazio e soldi da mettere un impianto della madonna, allora magari forse...

Edited by mgaproduction
Link to comment
Share on other sites

mi aggiungo alla discussione perchè anche io avrei l'idea di fare un impianto fotovoltaico del genere, ovvero con un inverter che carica delle batterie e in caso di mancanza di fotovoltaico e batterie scariche preleva energia dalla rete per ricaricare le batterie.

leggendo in rete qualcuno dice che tale impianto sia abusivo e quindi illegale, ma non sono molto ferrato in materia legale e non sono riuscito a decifrare le norme/leggi a riguardo (notoriamente sempre chiare e lineari 😅)

se interessa ed è possibile posso linkare la discussione che ho trovato su un altro forum.

Link to comment
Share on other sites

Alessio Menditto

Laser per favore devi aprire una nuova discussione, vedrai avrai aiuto.

Link to comment
Share on other sites

18 ore fa, Alessio Menditto ha scritto:

Laser per favore devi aprire una nuova discussione, vedrai avrai aiuto.

scusate, pensavo di essere in tema.

Link to comment
Share on other sites

Alessio Menditto

si si sei in tema ma anche se non sembra si crea confusione.

Aprine una tua tranquillamente.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...