Jump to content
PLC Forum


Sostituzione caldaia AIUTO!


Massimo Gasparini
 Share

Recommended Posts

Alessio Menditto

Non ti fatto il lavoro perché tu hai rescisso il contratto, che non aveva un termine.

Se tu aspettavi pazientemente la chiamata della ditta installatrice non c’era nessun problema.

Io fossi in te cambierei avvocato.

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 64
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • Massimo Gasparini

    27

  • Alessio Menditto

    12

  • Chiarella88

    10

  • reka

    5

Massimo Gasparini
10 minuti fa, Alessio Menditto ha scritto:

Non ti fatto il lavoro perché tu hai rescisso il contratto, che non aveva un termine.

Se tu aspettavi pazientemente la chiamata della ditta installatrice non c’era nessun problema.

Io fossi in te cambierei avvocato.

Io invece fossi in te leggerei quel che è scritto all art 1454 del codice civile... 

Link to comment
Share on other sites

io Massimo mi permetto....scusa se sarò franco , ma il mio consiglio è completamente disinteressato.....

Avvocato , contratti , problemi , ma tu non hai la caldaia ancora.....e se si rompe quella definitivamente ?  

MA come ti ho gia scritto sopra , capisco i tuoi problemi , è che con certi gruppi non bisogna a priori mettersi , perchè si perde comunque , qualche cosa, ma si perde

Il forum è pieno di segnalazioni di chi si affida a grandi gruppi sia per il fotovoltaico che per le caldaie che per i clima....

 

Detto cio , avendo dato disdetta, sperando che loro lo abbiano capito   ( ti assicuro che ritenteranno...faranno finta di nulla, ti richiameranno )  e non ti facciano perdere ulteriore tempo , non vuoi proprio cercare in zona qualcuno ?  verificare un minimo le referenze ?   ma lasciare perdere questi grandi  gruppi  o multinazionali ? ?

Link to comment
Share on other sites

Rettifica: il rimborso è in 10 anni e non 5.

 

comunque come si fa a dire che non hanno rispettato il contratto se sul contratto non c’era un termine?

quello che dice a voce il commerciale e che non c’è scritto, giuridicamente non conta nulla.

non esistono dei termini da legge, io posso fare un contratto oggi e fare il lavoro tra un anno, nessuno mi vieta di farlo  (solo a mio rischio e pericolo se tra un anno c’è ancora la possibilità dello sconto in fattura).

 

quando si ha a che fare con E.ON (o chi sia) si sa che non c’è un riferimento e si è in balia di call center. I prezzi agevolati sono anche quelli. 
Avere a che fare con una piccola impresa artigiana e aspettarsi i prezzi di una multinazionale..Bè no…

Link to comment
Share on other sites

Massimo Gasparini

Forse voi siete tutti pratici e del settore.... immedesimatevi in chi vive di altro e abita a 200km di distanza, dovendo occuparsi in tutto e per tutto di anzianii.

 

Ho contattato Eon azienda tedesca con fatturato miliardario pensando di essere in una botte di ferro....purtroppo con esito nefasto!

 

Leggo alcuni commenti, come se loro regalassero il lavoro.....4,5k, il 65% a carico dello stato...ovvero anche di chi legge.

Ribadisco, 2 anni fa, nessuno sconto immediato, lavoro che stiamo detraendo e costo complessivo 1600€ per una Beretta....

 

A breve toccherà anche intervenire sulla vecchia caldaia che mi segnalano dare segni di malfunzionamento....

 

E' difficile raccontare tutti i dettagli della vicenda....anzi della presa per il cu*o!

Ad esempio quando quasi a 2 mesi dall assegnazione del lavoro mi vedo recapitare un venerdi sera una mail da parte del commerciale.

Mi scrive che la ditta installatrice ha provato a contattarmi per eseguire il lavoro senza avere riscontro da me..... tutto inventato ovviamente!

Chiamo prima lui e poi la ditta....entrambi mi sbolognano adducendo che mi avrebbero ricontattato.

Tutto documentabile....ci provino solo a pretendere qualcosa!

 

In Italia purtroppo tanti non hanno capito che l onestà alla lunga paga, che bisogna essere trasparenti e chiari con i clienti....se solo mi avessero dato corda magari la caldaia sarebbe sostituita.

 

Edited by Massimo Gasparini
Link to comment
Share on other sites

Magari adesso le cose sono cambiate ma quando si presentò un commerciale di un grande fornitore di energia in cerca di aziende pee impianti fotovoltaici, mi ricordo che una clausola diceva espressamente Materiale fornito ogni 5 clienti in zona..  In poche parole la ditta aveva le mani legate in attesa che loro trovassero i clienti..   Strano modo di fare ma così facendo un unica spedizione di materiale e vai di risparmio..   

Link to comment
Share on other sites

Massimo Gasparini
8 minuti fa, ilsolitario ha scritto:

Magari adesso le cose sono cambiate ma quando si presentò un commerciale di un grande fornitore di energia in cerca di aziende pee impianti fotovoltaici, mi ricordo che una clausola diceva espressamente Materiale fornito ogni 5 clienti in zona..  In poche parole la ditta aveva le mani legate in attesa che loro trovassero i clienti..   Strano modo di fare ma così facendo un unica spedizione di materiale e vai di risparmio..   

 

Non era presente tale clausola nel contratto...

Di contro c era scritto che qualora gli incentivi scadevano il cliente doveva rispondere della parte che lo stato non elargiva.

 

Questa è la politica dei bonus di uno stato in fallimento che deve dimostrare all Europa di avere un pil di un certo volume per fare debito.

Un tempo per cambiare la caldaia c era il cliente e il termotecnico, ora ci mangiano la mega azienda la rete commerciale,  l installatore, il notaio che sbriga le pratiche, le banche che acquistano il credito....

 

Edited by Massimo Gasparini
Link to comment
Share on other sites

5 minuti fa, ilsolitario ha scritto:

un unica spedizione di materiale e vai di risparmio..   

Bè per fare pezzi così bassi da qualche parte devono recuperare.. fa parte del gioco

Link to comment
Share on other sites

Massimo Gasparini
9 minuti fa, Chiarella88 ha scritto:

Bè per fare pezzi così bassi da qualche parte devono recuperare.. fa parte del gioco

Ma quali prezzi bassi?!

E' tutto raddoppiato per colpa di sti bonus.... e le caldaie costano come prima se non di meno! 

Link to comment
Share on other sites

Installare una caldaia pagando 990 euro è tanto?? A me non pare! 
al cliente medio interessa solo quanto deve sborsare, meno fai pagare più è contento..

poi se paga il 65, il 50, il bonus, lo stato.. non interessa. Ed è proprio su questo che puntano x chi fa quel genere di offerte!

 

caldaie costano meno? Seeee magari! È aumentato tutto, anzi ogni mese i fornitori aumentano i prezzi.. come per ogni altra cosa!

Link to comment
Share on other sites

Massimo Gasparini
28 minuti fa, Chiarella88 ha scritto:

Installare una caldaia pagando 990 euro è tanto?? A me non pare! 
al cliente medio interessa solo quanto deve sborsare, meno fai pagare più è contento..

poi se paga il 65, il 50, il bonus, lo stato.. non interessa. Ed è proprio su questo che puntano x chi fa quel genere di offerte!

 

caldaie costano meno? Seeee magari! È aumentato tutto, anzi ogni mese i fornitori aumentano i prezzi.. come per ogni altra cosa!

E' il costo complessivo dell opera che conta, non il 35% che paga il cliente...

4,5k per mettere su una caldai che ne vale meno di mille ti pare poco?

 

Poi io mica mi lamento del prezzo...ma è il servizio che offrono che è penoso! Ma avete letto le recensioni che ci sono su Eon, su Trust Pilot relativamente le caldaie?

Edited by Massimo Gasparini
Link to comment
Share on other sites

10 minuti fa, Massimo Gasparini ha scritto:

E' il costo complessivo dell opera che conta, non il 35% che paga il cliente...

Io ho detto che il cliente medio guarda quello che andrà a spendere in soldoni, del costo totale dell’opera interessa relativamente..

 

11 minuti fa, Massimo Gasparini ha scritto:

5k per mettere su una caldai che ne vale meno di mille ti pare poco?

Il costo di un lavoro fatto bene si aggira sui 4/5 mila euro, quindi non sono sorpresa.

poi che una caldaia Bosch costa meno di 1000 euro assolutamente non è veritiero..

 

poi che la loro comunicazione non sia perfetta.. probabilmente è anche vero, ma uno dovrebbe saperlo con chi si imbattendo…


cosa ti ha portato a scegliere la eon piuttosto che un artigiano della zona? 

Link to comment
Share on other sites

Massimo Gasparini
35 minuti fa, Chiarella88 ha scritto:

 


cosa ti ha portato a scegliere la eon piuttosto che un artigiano della zona? 

L attendibilità presunta di una ditta tedesca che fattura miliardi...

Edited by Massimo Gasparini
Link to comment
Share on other sites

Alessio Menditto

Art. 1454. (Diffida ad adempiere). Alla parte inadempiente l'altra puo' intimare per iscritto di adempiere in un congruo termine, con dichiarazione che, decorso inutilmente detto termine, il contratto s'intendera' senz'altro risoluto.
 

Siccome non sono un fine giurista, al contrario dell’avvocato che ti ha mandato alla guerra contro una multinazionale da milioni di euro, è curioso almeno per me imparare che per lui due mesi sono un “congruo” termine, senza peraltro avere nessun documento da portare in giudizio davanti ad un giudice dove loro si impegnavano a fare il lavoro entro una certa data.

Link to comment
Share on other sites

Massimo Gasparini
14 minuti fa, Alessio Menditto ha scritto:

Art. 1454. (Diffida ad adempiere). Alla parte inadempiente l'altra puo' intimare per iscritto di adempiere in un congruo termine, con dichiarazione che, decorso inutilmente detto termine, il contratto s'intendera' senz'altro risoluto.
 

Siccome non sono un fine giurista, al contrario dell’avvocato che ti ha mandato alla guerra contro una multinazionale da milioni di euro, è curioso almeno per me imparare che per lui due mesi sono un “congruo” termine, senza peraltro avere nessun documento da portare in giudizio davanti ad un giudice dove loro si impegnavano a fare il lavoro entro una certa data.

Multinazionale miliardaria (non milionaria....) che non si è nemmeno degnata di rispondere alla diffida, probabilmente non sa nemmeno di averla ricevuta, tanto è ben organizzata e che si deve adeguare alle leggi dello stato italiano.

Edited by Massimo Gasparini
Link to comment
Share on other sites

20 minuti fa, Alessio Menditto ha scritto:

 

Art. 1454. (Diffida ad adempiere). Alla parte inadempiente l'altra puo' intimare per iscritto di adempiere in un congruo termine, con dichiarazione che, decorso inutilmente detto termine, il contratto s'intendera' senz'altro risoluto.
 

Siccome non sono un fine giurista, al contrario dell’avvocato che ti ha mandato alla guerra contro una multinazionale da milioni di euro, è curioso almeno per me imparare che per lui due mesi sono un “congruo” termine, senza peraltro avere nessun documento da portare in giudizio davanti ad un giudice dove loro si impegnavano a fare il lavoro entro una certa data.

 

Ma sai che ho pensato la stessa identica cosa.. 

come si definisce un congruo termine? 
quelle società quando scrivono un documento hanno fior fior di avvocati che controllano ogni voce affinché siano intoccabili.. infatti non c’è scritto entro quando effettuano il lavoro..

 

poi anche quell’articolo della legge.. come molti leggi italiane, vuol dire tutto, vuol dire niente..

Link to comment
Share on other sites

Alessio Menditto

Congruo vuol dire tutto e non vuol dire niente Chiarella, per quello in Italia ci sono così tanti avvocati, per far finta di massacrarsi uno con l’altro a spese del cliente.

Link to comment
Share on other sites

Massimo Gasparini
10 minuti fa, Chiarella88 ha scritto:

 

poi anche quell’articolo della legge.. come molti leggi italiane, vuol dire tutto, vuol dire niente..

Pensiero molto in voga in merito allo "stato di diritto" secondo l italiano medio...

Link to comment
Share on other sites

Alessio Menditto

Però non ho capito bene, loro ti hanno confermato che accettano la revoca del contratto?

Altrimenti mi sa che entro fine 2023 ti ritroverai con due caldaie in casa…

Link to comment
Share on other sites

Simone Baldini

Ma scusa, hai dato un acconto ad eOn per il lavoro da fare? Se non lo hai dato non vedo dove sia il problema, il lavoro non è stato fatto e tu non lo paghi, fine. Tanto è che probabilmente il contratto senza una data di consenga potrebbe essere anche nullo. Sarebbe stato comunque il caso di mettere una data termine.

Poi sul discorso che un'azienda miliardaria possa essere meglio dell'idraulico di paese, per questi lavori, è completamente sbagliato anche solo pensarlo. Quello che puo' fare sicuramente una multinazionale al posto di un artigiano è ritirarti il credito d'imposta, farti un pagamento in bolletta, ecc... cioè cose finanziarie dove l'artigiano non puo' fare non essendo il suo lavoro.

Link to comment
Share on other sites

Massimo Gasparini
33 minuti fa, Simone Baldini ha scritto:

Ma scusa, hai dato un acconto ad eOn per il lavoro da fare? Se non lo hai dato non vedo dove sia il problema, il lavoro non è stato fatto e tu non lo paghi, fine. Tanto è che probabilmente il contratto senza una data di consenga potrebbe essere anche nullo. Sarebbe stato comunque il caso di mettere una data termine.

Poi sul discorso che un'azienda miliardaria possa essere meglio dell'idraulico di paese, per questi lavori, è completamente sbagliato anche solo pensarlo. Quello che puo' fare sicuramente una multinazionale al posto di un artigiano è ritirarti il credito d'imposta, farti un pagamento in bolletta, ecc... cioè cose finanziarie dove l'artigiano non puo' fare non essendo il suo lavoro.

Non ho tirato fuori 1 euro...

Pensavo che Eon, essendo tedesca e fatturando miliardi anche in Italia avesse messo in piedi un sistema solido....

La realtà è stata ben diversa dalle aspettative.

Sarebbe il caso di fare una causa collettiva, è pieno di gente che ha rogne enormi, leggete Trust Pilot.

 

Cercherò consigli su qualche artigiano di zona...

 

 

Link to comment
Share on other sites

Alessio Menditto
10 minuti fa, Massimo Gasparini ha scritto:

Non ho tirato fuori 1 euro...

E adesso li vuoi tirare fuori per pagare l’avvocato?

Io non capisco.

Link to comment
Share on other sites

Massimo Gasparini
11 minuti fa, Alessio Menditto ha scritto:

E adesso li vuoi tirare fuori per pagare l’avvocato?

Io non capisco.

Perdona, penso tu abbia qualche problema di comprendonio ...

 

Io ho scritto di aver contattato il mio avvocato, che è un carissimo amico, per sapere come comportarmi per non avere piu nulla a che fare con Eon.

 

Mi ha risposto menzionandomi la messa in mora prima e la diffida ad adempiere poi....

Cosa vuoi fare, mi ha detto, li vuoi tenere buoni per il lavoro o te li vuoi levare dalle palle?

Levare dalle palle è stata la mia risposta.

Bene, allora procediamo con raccomandata citando l art 1454. e dando 15 giorni di tempo (minimo per legge) per far fare il lavoro....se non rispondono il contratto e rescisso.

Io per 15 giorni non ho sentito nessuno... per me il discorso è chiuso.

 

Link to comment
Share on other sites

Alessio Menditto

Sicuramente ho problemi a capire a volte, faccio un riepilogo dimmi se è corretto; siamo in presenza di un contratto dove da una parte non c’è acconto sul lavoro e dall’altra non ci sono date, quindi palesemente nullo, per cui tu vorresti liberarti di questo contratto nullo eventualmente pagando un avvocato perché ti annulli un contratto già nullo?

E se per te il discorso è chiuso, questa discussione dove chiedi AIUTO a che serve?

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share


×
×
  • Create New...