Jump to content
PLC Forum


Doppia caldaia


Probag5864
 Share

Recommended Posts

Salve, ho recentemente finito di realizzare l'impianto di riscaldamento tramite ventilconvettori.

Però noto che quando sono tutti accesi alla massima o quasi massima potenza la caldaia non riesce a mantenere la temperatura di mandata ideale.

In più l'interruzione del riscaldamento durante l'uso dell'acqua calda sanitaria mi dà un po' di problemi.

 

Ho detto tutto al tecnico/idraulico e mi ha proposto di mettere un altra caldaia quasi perfettamente sopra l'altra (al piano sopra) dove c'è la predisposizione.

 

Il mio dubbio è che ci siano problemi di circolazione dato che ci sarebbero due circolatori e non uno.

 

Cosa ne pensate? È fattibile?

Link to comment
Share on other sites


ma non era stato progettato l'impianto? manca così tanta potenza da mettere un'altra caldaia uguale?

 

non è che i circuiti si possono separare e intende fare due impianti?

 

 

Link to comment
Share on other sites

Si, era stato progettato non benissimo.

Si può separare però poi perdo il fatto di poter avere riscaldamento e acqua calda contemporaneamente e poi la potenza massima dei ventilconvettori (tutti insieme) è di 11kw e la caldaia va da minimo 11kw a 26kw.

 

E poi nel caso che non trovassi la soluzione posso comunque mettere solo uno scaldabagno a gas al posto della possibile seconda caldaia e ho riscaldamento e acqua calda contemporaneamente però comunque non risolvo il problema della temperatura bassa anche se è raro che siano tutti accessi al massimo.

Edited by Probag5864
Aggiunta
Link to comment
Share on other sites

ma non mi torna qualcosa, una caldaia sa 26kW non può non stare dietro a 11kW di ventilconvettori.. 

 

io cercherei di risolvere prima il problema del riscaldamento poi al massimo valuterei di separare l'ACS, sicuramente non metterei una doppia caldaia.

Link to comment
Share on other sites

Simone Baldini

Ovviamente con ventilconvettori, quando la caldaia va in precedenza acs, si ferma la ciroclazione del riscaldamento e tenderà ad uscire aria fredda dal ventilconvettore.

Per la potenza, sicuramente c'è qualche accorgimento che manca, perchè se hai una caldaia da 26kW e ventil da 11kW non dovresti avere problemi.

Link to comment
Share on other sites

non si può far fermare anche la ventilazione con la caldaia? o comunque non dovrebbe fermarsi quando comincia a circolare acqua più fresca?

 

 

 

 

Link to comment
Share on other sites

Il 9/1/2023 alle 16:23 , Probag5864 ha scritto:

Però noto che quando sono tutti accesi alla massima o quasi massima potenza la caldaia non riesce a mantenere la temperatura di mandata ideale.

come ti rendi conto di ciò?

mandata ideale... a quanto?

marca e che modello di caldaia?

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, click0 ha scritto:

come ti rendi conto di ciò?

mandata ideale... a quanto?

marca e che modello di caldaia?

Semplicemente nel pannelllo della caldaia la temperatura scende. Mandata ideale 50C scende a 40/45C e la caldaie è una vecchia Savio che però è stata cambiata recentemente quindi in ottime condizioni

Link to comment
Share on other sites

Però se aumento la temperatura della caldaia riesce anche a superare i 50C da ventil accesi però ovviamente quando poi spegno i ventilconvettori sale a temperature sproporzionate

Link to comment
Share on other sites

Alessio Menditto

Probag però non puoi pretendere da un ventil che si comporti come un termosifone, non ha inerzia termica, cioè sono tipi diversi di riscaldamento, bisogna essere consapevoli di questo.

Io ho il pavimento radiante, il top dei top però per risparmiare questo inverno l’ho tenuto spento e ho usato ogni tanto lo split in riscaldamento, ma c’è la differenza come tra il giorno e la notte.

Link to comment
Share on other sites

quindi sono due le cose che capisco: la caldaia ce la fa benissimo e il tuo tecnico/idraulico non mi ispira molta fiducia.

 

 

devi trovarti la regolazione con cui ti trovi meglio e al massimo pensare di separare il riscaldamento dell'ACS se il problema dei fermi si presenta spesso.

Link to comment
Share on other sites

20 ore fa, Probag5864 ha scritto:

la caldaie è una vecchia Savio che però è stata cambiata recentemente quindi in ottime condizioni

mi sono un po' perso...

come fa a essere una vecchia savio

che è stata cambiata recentemente?

è una caldaia usata?

Link to comment
Share on other sites

È nuova solo che è stata prodotta tanto tempo fa perché prima di installare i ventil avevamo solo uno scaldabagno a gas per l'acqua calda solo che per la bassa qualità e la quantità di problemi che causava lo abbiamo sostituito con una caldaia che ora stiamo usando anche per i ventil, è in funzione da meno di 5 anni però è stata prodotta nel 99.

 

Alla fine comunque sto optando solo per aggiungere uno scaldabagno a gas di buona qualità per l'acqua sanitaria del primo piano che è dove usiamo più acqua calda e al primo piano lascio la caldaia

Edited by Probag5864
Link to comment
Share on other sites

DavideDaSerra

I ventil dovrebbero avere una scheda a bordo che consente di fermare il ventilatore quando l'acqua in ingresso è troppo fredda (inverno) o troppo calda (estate).
In questo modo quando va in precedenza sanitaria le ventole si fermano finchè il circuito non si è scaldato bene. Magari vanno solo aggiunte le schede termostatabili.

 

Link to comment
Share on other sites

Le schede ci sono però a me dava fastidio che nel mentre che si usava la ACS si interrompeva il riscaldamento. Però ho fatto mettere uno scaldabagno a gas e ho risolto.

 

Grazie mille a tutti

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...