Jump to content
PLC Forum


Come funziona caldaia con accumulo


markiuti
 Share

Recommended Posts

Mi spiego, ho una BLUEHELIX TOP RRT K 50 Ferroli, non vi dico le problematiche che ho dovuto incontrare,ha due anni e non la posso cambiare.

Dopo l'ultimo intevento di un tecnico Ferroli a ripreso a funzionare.Impostato l'acqua dei radiatori a 65° e quella sanitaria a 35° ma sento che l'acqua dai rubinetti esce oltre i 40° (provato con un termometro), è super bollente ed è qui che non capisco come funziona il sitema di autoriscaldamento o il tecnico non ha tarato bene la scheda sostituita da poco perchè bruciata?.

Mi aiutate a fare chiarezza per confrontarmi con il tecnico?  Grazie

Link to comment
Share on other sites


Dal manuale sembra una normale caldaia con bollitore. Potresti provare a mettere una valvola miscelatrice termostatica in uscita in modo da avere la temperarura costante. 

Link to comment
Share on other sites

Cosa vi comprate a fare caldaie con accumuli se li tenete pieni di acqua fredda.

 

Mi viene in mente una mia cliente che sosteneva che la macchina del caffè (automatica de longhi comprata usata) non funzionasse bene perché il caffè non usciva caldo.

 

Faccio un paio di prove e la temperatura del caffè è buona, esce caldo come più o meno da qualsiasi macchina domestica.

 

Lei: "eh no non così ora faccio io" e regola al minimo la manopola dell'acqua.

 

"Vedi esce freddo" . Cioè lei pretendeva che un caffè fatto di tre gocce di acqua attraversasse tutto il gruppo infusore a temperatura ambiente ed arrivasse nella tazzina a temperatura ambiente ancora bollente. Ma neanche portando la caldaia a 600 gradi.

 

Dopo un po' ad insistere me ne sono andato perché il mio tempo è prezioso. 

 

Qua è la stessa cosa ma al contrario, e senza nessuno scopo.

 

Di solito nelle caldaie con l'accumulo ci sono due pompe di circolazione separate e per il resto funzionano più o meno come tutte le altre (due sonde sentono dove serve il calore e lei lo manda), ma mi sa tanto che non puoi avere radiatori caldi e accumulo freddo.

 

Potresti avere una sonda in avaria ma sono più propenso a credere che stai facendo qualcosa che va oltre le leggi della fisica (ps: 2 anni di caldaia e già vuoi cambiarla? beati voi che avete l'albero dei contanti in giardino, a me hanno chiesto 3200€ per cambiarla e ho deciso che la immergas del '95 dovrà resistere ancora parecchio) 

Link to comment
Share on other sites

Dunque, ho termosifoni, le temperature sono indicate come detto 65 acqua radiatori 35 acqua sanitaria.Ragazzi la tengo a 35 perchè per una doccia al mattino è più che sufficiente poi durante il giorno serve poco.Ho scelto la caldaia con accumulo perchè volavano best....., io, mia moglie e figlio ci svegliamo assieme e tutti apriamo l'acqua calda, chi per lavare i piatti chi per lavarsi la faccia, io mi faccio una doccia e deve essere calda.Prima avevo una caldaia a ripresa diretta e non avevo mai l'acqua calda sufficiente.Detto questo rimane l'enigma del perchè avendo impostato l'acqua calda a 35% me la ritrovo bollente.La fiamma scalda scalda l'acqua sanitaria che a sua volta scalda l'acqua dei termisifoni o viceversa? mi basta questo grazzzie delle vostre risposte.

@Darlington     l'ho presa con accumulo per il motivo che ti ho descritto sopra, comunque credimi il display indica 35° ma esce molto più calda solo in estate manteneva la sua temperatura, inutile portare la sanitaria a 80° per 15 minuti che serve solo al mattino. Penso che dovrebbe esserci una sonda che stoppa,non sò.

Riguardo al cambio credo tu abbia letto MALE.ho scritto che la cambierei se non avesse solo due anni, due anni dove si è cotta scheda, e andata in blocco di continuo per un mesetto con l'idraulico (ufficiale Ferroli) che ormai aveva preso residenza  a casa mia. Di sicuro quando avrà finito la sua vita non comprerò mai più caldaie italiane/cinesi.

 

Edited by markiuti
Link to comment
Share on other sites

Si.

L'acqua scaldata dal bruciatore a gas va ai radiatori o allo scambiatore dentro il serbatoio di accumulo da 50 litri integrato in caldaia. Ci pensa la valvola a tre vie a fare lo scambio.

A meno che la valvola a tre vie trafili e una parte dell'acqua dei radiatori passi sempre anche nello scambiatore dentro l'accumulo. In questo caso potrebbe succedere quello che hai.

Potresti provare a spegnere il riscaldamento per un po di ore e vedere se hai lo stesso problema...

In estate avevi lo stesso problema?

Edited by drn5
Link to comment
Share on other sites

3 minuti fa, drn5 ha scritto:

Allora è la tre vie che trafila.

Vuoi dire che ci laviamo con l'acqua dei radiatori?😳

grazie domani lo sento......

 

 

Edited by markiuti
Link to comment
Share on other sites

Ma no !!!

L'acqua calda del rubinetto esce dal serbatoio di accumulo di 50L della caldaia dove è scaldata da una serpentina attraversata dalla stessa acqua usata dai radiatori. Non c'è contatto liquido tra le due.

Vedi qui a pag.38

Edited by drn5
Link to comment
Share on other sites

Alessio Menditto

Il mio è un altro discorso, tu come intuivo la tieni  

8 ore fa, markiuti ha scritto:

a 35 perchè per una doccia al mattino è più che sufficiente poi durante il giorno serve poco.

cioè la vuoi usare come “miscelatore termostatico”, cioè invece di avere acqua appunto 

 

8 ore fa, markiuti ha scritto:

bollente

da miscelare come fanno tutti con acqua fredda, la vuoi avere GIÀ alla temperatura che piace a te senza miscelarla con la fredda, ma solitamente questo stratagemma non funziona, o funziona male termodinamicamente, nè con una istantanea ne con un accumulo, per il fatto che tu hai 50 litri di acqua che “vorresti” ( perché non te la fa fare) tenere a 35 gradi, praticamente la temperatura corporea.

Appena tu cominci a fare la doccia, esce mettiamo un litro a 35 gradi ma ne entra uno a 10 (dalla tubatura piena di acqua gelida) che comincia a mescolarsi con i 49 rimasti e a raffreddarli, poi ne spilli un altro litro e un altro litro entra di gelida che raffredda sempre di più gli altri 48 e via così.

L’errore concettuale è che tu non hai disponibili 50 litri di acqua a 38 gradi, li avresti se fossero in una cisterna aperta atmosfericamente, per cui aprendo il rubinetto ti scendono tutti e 50 litri a 38 gradi, qui invece l’accumulo è chiuso e l’unico modo per farli uscire è buttare dentro acqua gelida che man mano raffredda sempre di più l’accumulo.

L’unico modo per evitare questo problema, dato che l’utente di solito non ci pensa, è appunto ignorare come fa lei e altre, l’impostazione di acqua a temperatura così bassa e scaldarla più, solo così e mischiandola con acqua fredda tu puoi aver disponibile 50 litri di acqua calda, a 38 gradi.

Ecco perché (a meno di guasti che non penso ci siano, il mio è un discorso generale) stiamo parlando di un guasto che non c’è, perché se tu la usi come adesso, con lei che regola tuo malgrado la temperatura, riesci ad avere (miscelandola con un rubinetto miscelatore) effettivamente acqua a 38 gradi.

Edited by Alessio Menditto
Link to comment
Share on other sites

@drn5  Allora è l'acqua dei radiatori che scalda l'acqua nell'accumulatore? e quindi avendo impostato l'acqua dei radioatori a 65° va da se che ho l'acqua calda sanitaria vada a 65° ma in estate con il riscaldamennto spento? scusate ma ancora non capisco.

@Alessio Menditto  Con fatica ho intuito il tuo ragionamento, ma ammettiamo che io tenga l'acqua calda a 70° poi quando mi serve al mattino la miscelo e va tutto ok,ma poi durante il giorno? siamo tutti al lavoro che senso avrebbe fare andare il bruciatore per mantenerla a 70°, giusto il tuo ragionamento che non esce tutta in continuo alla stessa temperatura, ma in 10 Minuti questa estate mi lavavo con acqua a 30°.

Mi viene da pensare che no ci sia una sonda che stoppa il circolare dell'acqua all'interno del contenitore di accumulo e che quindi in inverno avendo io messo a65°i radiatori di conseguenza mi tiene amche l'acqua sanitaria a 65° +o-., mentre in estate funziona slegato.

Link to comment
Share on other sites

Si. Però, e adesso sono io che non capisco, dici che l'acqua è super bollente. Quanto è super bollente? È chiaro che se l'acqua dei termosifoni è a 65° sarà sicuramente più calda di quanto la caldaia la scalda in estate per la sola acqua che tu vuoi a 35°. Questo pur avendo un peso non è di grande impatto per la caldaia che misura la temperatura dentro l'accumulo. Teoricamente ci metterà di meno a portarla a 35° anche se poi per inerzia si alzerà ancora un po'. E qui entra in ballo il molto bollente. Un conto è 40 invece di 35, un altro 60. Se è a 60 trafila la tre vie.

In tutto questo discorso, come dice @Alessio Menditto, quello che è sbagliato è il 35°. I miscelatori normalmente vengono costruiti per temperature di normale esercizio lato acqua calda di 60°. Alcuni hanno una tacca confort a 37° in uscita. Questo per dire che sei fuori setpoint. Capisco che tu voglia risparmiare gas/soldi, però così vai incontro a questi  problemi... Non ultimo il fatto che domani quando tua moglie e tuo figlio si faranno anche loro la doccia al mattino dovrai alzarla a 60/65°...

Link to comment
Share on other sites

Alessio Menditto
47 minuti fa, markiuti ha scritto:

ma ammettiamo che io tenga l'acqua calda a 70° poi quando mi serve al mattino la miscelo e va tutto ok,ma poi durante il giorno?

Ma guarda che è quello che fanno tutti i giorni milioni di caldaie con accumulo in tutto il mondo, appena la temperatura calerà di un tot, perché non esiste un isolamento assoluto, la caldaia si accendere il tempo di riportare l’acqua a 70 gradi, tutto qui.

Link to comment
Share on other sites

Alessio Menditto
50 minuti fa, markiuti ha scritto:

ma in 10 Minuti questa estate mi lavavo con acqua a 30°.

Anche io la scorsa estate mi lavavo con l’acqua fredda del rubinetto, peccato che siamo in inverno adesso.

Link to comment
Share on other sites

14 ore fa, markiuti ha scritto:

Vuoi dire che ci laviamo con l'acqua dei radiatori?😳

 

no, con nessuna caldaia altrimenti ti laveresti con acqua grigia che sa di ferro.

 

Sono sempre due circuiti separati, l'unica interazione avviene con uno scambiatore di calore che separa i flussi.

 

Nelle caldaie monotermiche c'è un unico scambiatore con due fasci tubieri distinti (uno dentro l'altro).

 

Nelle bitermiche istantanee (la maggioranza) ci sono due scambiatori, uno che scalda l'acqua tecnica con la fiamma e l'altro che scalda la sanitaria con l'acqua tecnica, di mezzo una valvola a tre vie che devia la tecnica all'altro scambiatore o ai radiatori.

 

Nelle caldaie con accumulo c'è un boiler con dentro uno scambiatore che prende acqua tecnica e scalda l'acqua dentro il boiler.

Link to comment
Share on other sites

15 ore fa, markiuti ha scritto:

Ho scelto la caldaia con accumulo perchè volavano best.....

 

Si le caldaie con accumulo sono la scelta migliore se i prelievi avvengono in contemporanea. Quello che non ha un briciolo di senso è tenere l'accumulo pieno di acqua fredda. Intanto per la proliferazione del morbo del legionario, poi perché non ha senso prelevare solo acqua tiepida dall'accumulo. Ha più senso tenere l'accumulo a 50-60° e mescolare con la fredda. Ti eviti molti problemi e dai un senso all'accumulo. Poi fai quel che te pare.

 

15 ore fa, markiuti ha scritto:

Di sicuro quando avrà finito la sua vita non comprerò mai più caldaie italiane/cinesi

 

il problema è che quando hai a che fare con un cat incompetente (o peggio come nel mio caso) qualsiasi caldaia diventa problematica, infatti anche io ho escluso immergas come futura caldaia per via del cat che si rifiuta di vendere ricambi, non fa nessuna manutenzione e pulizia pur facendosi pagare per farla (ho trovato il manometro rotto, la valvola di sfiato rotta e le ragnatele nere nella presa d'aria, indice che non veniva ispezionata o pulita da anni) e quando si rompe la caldaia si presenta già col preventivo per il nuovo perché "metterla a posto non conviene". Ad una tizia nello stesso condominio è riuscito a pelare 2500€ di caldaia nuova per la tre vie rotta (circa 60€ di kit di revisione più manodopera, anche se fossero stati 300€ di spesa totale sarebbero stati comunque molti meno di 2500)

eppure le immergas sono ottime caldaie tecnicamente parlando

 

Edited by Darlington
Link to comment
Share on other sites

55 minuti fa, Darlington ha scritto:

il problema è che quando hai a che fare con un cat incompetente

pienamente dìaccordo,comunque avendo messo la temperatura a 35° non è vero che mi lavo con l'acqua fredda la mia prima domanda era perchè pur tenedo bassa la temperatura dal rubinetto esce olrre i 40° (poi mi sono fermato per non rompere il termometro).Significa che in inverno con i termo accesi non conta a quanto si imposta la temperatura dell'acqua sanitaria quando vanno in funzione le pompe?

Link to comment
Share on other sites

non conosco la caldaia ma secondo me il circuito che scalda l'accumulo avrà un sistema che lo termoregola, semplicemente circolando solo quando la temperatura lo richiede.

 

Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...
DavideDaSerra

No, significa che la 3 vie trafila quindi, in inverno, parte del calore che dovrebbe andare ai termo, va in accumulo scaldandolo di più.
In estate il problema è il contrario: parte del alore che dovrebbe andare in accumulo va ai termo.

 

In altre parole che succede con la 3 vie bloccata è che mentre scaldi i termo, una parte dell'acqua, gira anche per la serpentina dell'accumulo e, visto che i termo restano accesi molte ore e sono a una T più alta, riescono a scaldare maggiormente l'acqua accumulata.
 

Link to comment
Share on other sites

mrgianfranco
Il 21/2/2023 alle 16:36 , markiuti ha scritto:

la temperatura a 35°

 

Il 21/2/2023 alle 16:36 , markiuti ha scritto:

dal rubinetto esce olrre i 40°

vabbè...metti qualche piccola tolleranza/errore dei 2 sistemi che hanno visurato e sei li...non è che hai il set a 35 e te la ritrovi a 70...poi quanto oltre i 40?...42? ci sarà anche un pò di inerzia in gioco..poi davvero per regolarla a 35 gradi devi cambiare termostato con uno in negativo!

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...