Jump to content
PLC Forum


Ventilazione quadro elettrico automazione


Nuovoutente82
 Share

Recommended Posts

Nuovoutente82
Il 2/11/2023 alle 11:59 , Livio Orsini ha scritto:

 

Il filtro riduce sempre il flusso dell'aria perchè per filtrare devo opporre un minimo di resistenza. Se poi riduci anche la finestra la riduzione di flusso sarà ancora maggiore.

Comunque io, per sicurezza, consulto sempre le note tecniche di installazione del ventilatore e dei filtri relativi, attenendomi scrupolosamente alle indicazioni del costruttore. Questi indicazioni sono come una sentenza di cassazione a sezioni riunite.🙂

Buongiorno Livio,

 

grazie per la risposta.

A parte la sacrosanta verità di consultare le note tecniche del costruttore, la mia domanda era capire se c'era una normativa in cui veniva espressamente indicato che la sezione predisposta per il ventilatore e la sezione predisposta per il filtro, debbano essere uguali.

Mi sono posto la domanda perchè vedo quadri dove il ventilatore è installato su un'apertura di 20x20cm mentre il corrispettivo filtro di espulsione ha una sezione di 10x10cm forse anche meno.

A me non sembra corretto perchè se aspiro un certo quantitativo di m3 devo poter espellere altrettanta aria dal filtro, mi sbaglio?

avete qualche esempio da riportare o meglio, un'estrattore della normativa?

 

Grazie 

Link to comment
Share on other sites


1 ora fa, Nuovoutente82 ha scritto:

A me non sembra corretto perchè se aspiro un certo quantitativo di m3 devo poter espellere altrettanta aria dal filtro, mi sbaglio?

Corretto, ma se un filtro con una apertura di 10x10 permette l'espulsione degli stessi m3 di aria della ventola o se il filtro permette il ricambio della giusta quantità di aria allora è corretto.

Inoltre se l'aspirazione dell'aria è filtrata, riducendo un po' l'estrazione permette di mettere il quadro in leggera sovrappressione  ed evitare l'ingresso di aria e sporco da altri buchi. l'importante è sempre la corretta quantità di aria scambiata per il raffreddamento.

Link to comment
Share on other sites

Roberto Gioachin

La soluzione migliore è sempre quella di avere la stessa sezione sia del ventilatore che della griglia di espulsione, questo almeno per il fatto che dei ventilatori viene fornito il dato della portata, della griglia non viene fornito nessun dato, non avendo il dato della griglia conviene utilizzare la stessa sezione per entrambi.

La soluzione di adottare sezioni diverse non è insensata, si basa sul fatto che il motore del ventilatore posto sulla griglia riduce la sezione di passaggio dell'aria, per cui non serve una griglia di espulsione della stessa sezione, tecnicamente però la griglia di espulsione deve offrire la minor perdita di carico possibile, per cui io non speculerei.

Link to comment
Share on other sites

Nuovoutente82
3 ore fa, acquaman ha scritto:

Corretto, ma se un filtro con una apertura di 10x10 permette l'espulsione degli stessi m3 di aria della ventola o se il filtro permette il ricambio della giusta quantità di aria allora è corretto.

Inoltre se l'aspirazione dell'aria è filtrata, riducendo un po' l'estrazione permette di mettere il quadro in leggera sovrappressione  ed evitare l'ingresso di aria e sporco da altri buchi. l'importante è sempre la corretta quantità di aria scambiata per il raffreddamento.

scusa ma se l'apertura del filtro è minore rispetto a quella del ventilatore, come possono far passare lo stesso quantitativo di aria? la sezione è lato per lato quindi di fatto non può essere la stessa cosa...

Link to comment
Share on other sites

Nuovoutente82
2 ore fa, Roberto Gioachin ha scritto:

La soluzione di adottare sezioni diverse non è insensata, si basa sul fatto che il motore del ventilatore posto sulla griglia riduce la sezione di passaggio dell'aria

questo passaggio non mi è chiaro. Sui dati di targa del motore trovo il valore in m3 dell'aria che passa, di conseguenza devo prevedere un'apertura nel quadro elettrico almeno grande uguale all'area di passaggio del ventilatore. Quindi perchè dici che "riduce la sezione di passaggio"?

Link to comment
Share on other sites

Roberto Gioachin
5 minuti fa, Nuovoutente82 ha scritto:

la sezione è lato per lato quindi di fatto non può essere la stessa cosa

Il motore del ventilatore fissato alla sua griglia, con la sua sezione ostruisce in parte la sezione della stessa, ne consegue che la sezione delle griglia dove è inserito il motore (ventilatore) è minore della griglia di espulsione dell'aria se entrambi hanno la stessa dimensione.

Ma ripeto, io non guarderei questo aspetto.

 

Link to comment
Share on other sites

Che si tratti di ventole aspiranti o di ventole prementi, nella maggior parte dei casi ho trovato la sezione lato ingresso aria e la sezione lato uscita aria delle stesse dimensioni.

Anzi, andando così a memoria, non ricordo di aver trovato sezioni di ingresso e di uscita che fossero così diverse "a colpo d'occhio" tanto da dovermene ricordare.

 

Ciao

mc1988

 

 

 

Link to comment
Share on other sites

19 minuti fa, Nuovoutente82 ha scritto:

scusa ma se l'apertura del filtro è minore rispetto a quella del ventilatore, come possono far passare lo stesso quantitativo di aria? la sezione è lato per lato quindi di fatto non può essere la stessa cosa...

Non importa i fori, importante è che la portata di aria che scambia il sistema sia sufficiente a raffreddare.

Posso aver sovradimensionato la ventola, e quindi il filtro più piccolo basta al ricambio di aria.

Parlare di sezioni delle aperture non ha senso, l'importante sono i m3/h di aria che passano.

Link to comment
Share on other sites

13 minuti fa, acquaman ha scritto:

Parlare di sezioni delle aperture non ha senso, l'importante sono i m3/h di aria che passano

 

Concordo.

Inoltre ricordo che tutti i produttori di ventilatori di buona qualità, specificano il tipo di filtro che deve essere usato con quel ventilatore, per poter garantire la portata d'aria. Solitamente vien anche riportato il dato di portata con accoppiamento del filtro.

Non esistono normative, esiste solo la gartanzia del produttore.

Anche per i gradi protezione si deve far riferimento solo alle specifiche del venditore che certifica dopo aver ottenuto certificazione da un ente preposto.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...