Jump to content
PLC Forum


Correnti di dispersione in uscita dall'impianto FV


mgaproduction
 Share

Recommended Posts

mgaproduction
2 ore fa, Livio Orsini ha scritto:

 

Due differenziali in cascata andrebbero coordinati.

Ad esempio montando il primo con soglia di intervento da 0,3A ed il secondo da 0,03A. In questo caso interverrebbe quasi esclusivamente quello del centralino.

 

Quello in casa è già da 0.03 quindi dovrei sostituire solo quello in cantina (che è poi quello attaccato al contatore) con uno da 0.3A ?

Corretto?

Ed eventualmente dovrei metterne uno sulla linea del FV secondo te? E se si, andrebbe bene anche lui da 0.03 ? Considera che pare a tutti gli effetti da tutte le misure che continuo a fare che è poi solo la linea del FV che ha una dispersione più elevata, sempre nei dintorni del 6mA

Link to comment
Share on other sites


a me le descrizioni delle linee mi mandano sempre in confusione, preferisco gli schemi.

 

comunque nel mio caso avevano messo un MTD da 0,03 all'arrivo dal fotovoltaico tra il contatore di produzione e quello di scambio quindi solo il FV comprende.

l'altro è in partenza sulla linea che va in casa, non capisco bene in che ramo è messo il tuo.

 

comunque se prima non scattavano qualcosa deve essere cambiato.. 

 

io non aggiungerei nulla ma metterei quello lato fotovoltaico 0,300 come suggerisce livio così per vedere se poi scatterà ancora uno o entrambi.

 

 

Link to comment
Share on other sites

Ciao mgaproduction

 

Il tuo Schema, preso nella sua estrema semplificazione di tutto quello che è realmente presente nel tuo Impianto, va sicramente bene !

 

Che poi da questo Schema si possa risalire ad individuare il motivo della tua problematica è tutto da vedersi ...

Io non sono in grado di dire nulla di realmente utile sull'argomento e quindi mi fermo qui !

Link to comment
Share on other sites

il primo MTD per la posizione dovrebbe essere un selettivo non basta che sia 300mA secondo me.

 

il mio fotovoltaico si inserisce sotto al contatore ma ha un MTD che fa solo quel ramo.

Link to comment
Share on other sites

- Per avere la Selettività tutti concordano

il 1° M. T. D. in cantina subito dopo il Contatore deve essere da 300mA Selettivo.. 

[Qualora dal Montante vengano derivate Prese, ad esempio per Garage o altri Annessi,

si interpone un M. T. D. da 30mA dedicato .] 

>

- In casa, ormai da decenni si mettono almeno 2 Differenziali anche in un miniappartamento,

meglio se il 1° dedicato ai Carichi Prioritari in funzione H24, Congelatore, Frigo, Luci etc. 

Così non si resta completamente al buio in caso di avarie , che riguardano spesso 

i Grandi Elettrodomestici, per le maggiori Potenze in gioco . 

>

A proposito dei 2mA lato Centralino, è quanto disperde in media il Filtro Antidisturbo di 1 solo

Elettrodomestico . 

Darebbe l' impressione che gran parte degli Elettrodomestici al momento avessero la Spina

staccata o il relativo Interruttore Bipolare OFF.. 

Con Lavastoviglie, Lavatrice e Microonde mi  aspetterei  6÷8mA rilevati con i vari Carichi

in Stand-by e relativi Filtri alimentati. 

[Se poi ci fosse un Forno (o una Lavasciuga a Resistenze) con Fase e Neutro al contrario ,

come capita di trovare, si arriva oltre il doppio . (vedi commenti nella sezione Forni).] 

-

Buona serata ! 

Link to comment
Share on other sites

mgaproduction

Dunque, rettifico lo schema (sempre brutto e vergognoso, non me ne vogliate) perchè c'è un errore.

Da quello precedente ho disegnato l'uscita del bipolare del FV che va in parallelo fin su in casa.

Invece l'uscita del bipolare passa prima, in parallelo con l'uscita del CE di casa, dentro al DMT da 0.03

 

Ovvero così :

 

 

 

SK IMPIANTO ELETTRICO 2.jpeg

Link to comment
Share on other sites

mgaproduction
23 ore fa, piergius ha scritto:

- Per avere la Selettività tutti concordano

il 1° M. T. D. in cantina subito dopo il Contatore deve essere da 300mA Selettivo.. 

[Qualora dal Montante vengano derivate Prese, ad esempio per Garage o altri Annessi,

si interpone un M. T. D. da 30mA dedicato .] 

>

- In casa, ormai da decenni si mettono almeno 2 Differenziali anche in un miniappartamento,

meglio se il 1° dedicato ai Carichi Prioritari in funzione H24, Congelatore, Frigo, Luci etc. 

Così non si resta completamente al buio in caso di avarie , che riguardano spesso 

i Grandi Elettrodomestici, per le maggiori Potenze in gioco . 

>

A proposito dei 2mA lato Centralino, è quanto disperde in media il Filtro Antidisturbo di 1 solo

Elettrodomestico . 

Darebbe l' impressione che gran parte degli Elettrodomestici al momento avessero la Spina

staccata o il relativo Interruttore Bipolare OFF.. 

Con Lavastoviglie, Lavatrice e Microonde mi  aspetterei  6÷8mA rilevati con i vari Carichi

in Stand-by e relativi Filtri alimentati. 

[Se poi ci fosse un Forno (o una Lavasciuga a Resistenze) con Fase e Neutro al contrario ,

come capita di trovare, si arriva oltre il doppio . (vedi commenti nella sezione Forni).] 

-

Buona serata ! 

 

 

Grazie per le tue risposte.

Cerco di andargli dietro :

 

Ora metterò un DMT nuovo sostituendo quindi quello vecchio e lo metterò da 0.3 anzichè da 0.03

Ora però una domanda al riguardo sorge spontanea : ad oggi il DMT presente è un 25A ma io ho potenzialmente 5Kwp dal CE di Enel + 3 Kwp dal CE del FV.

Dovrei quindi prevedere un DMT da 32A ? (che ,mi pare essere lo step successivo al 25A) e perchè selettivo?

 

 

In casa purtroppo ci sono solo 2 scatole di derivazione (per fortuna di generose dimensioni) : zona giorno e zona notte.

Nella scatola della zona notte ho già provveduto a separare le linee luce dalle linee prese (qui ho di "pesante" solo lavatrice e asciugatrice).

 

Nella scatola della zona giorno non ho ancora fatto tale divisione ed ho di "pesante" forno e lavastoviglie.

 

In entrambe  le scatole così come nel quadro elettrico non c'è posto per poter sezionare le linee degli elettrodomestici "pesanti" a meno di opere murarie (anche se non particolarmente invasive).

 

Al di là di questo, le varie misurazioni fatte con la pinza le ho fatte anche quando andavano i vari elettrodomestici "pesanti" ma non ho mai visto superare i soliti 8 mA di dispersione.

 

 

Link to comment
Share on other sites

Questa mattina altro distacco di corrente ma questa volta diverso : forno e asciugatrice accesi (ma NON da far scattare il supero potenza perchè ho 5 Kwp) e scatta SOLAMENTE il MGTD della cantina. Quello in casa no....

Link to comment
Share on other sites

11 ore fa, mgaproduction ha scritto:

Questa mattina altro distacco di corrente ma questa volta diverso : forno e

asciugatrice accesi

 

Il 8/9/2023 alle 17:43 , piergius ha scritto:

[Se poi ci fosse un Forno (o una Lavasciuga a Resistenze) (*)

con Fase e Neutro al contrario (&) ,

come capita di trovare, si arriva oltre il doppio .

(vedi miei precedenti commenti nella sezione Forni).]

(*) o entrambi  

Per la verifica basta qualche Spia Al Neon da usare come Cercafase . 

 

TestPolaritResistenza.jpg.91cf8b8aa977d5b5871d7d3a96366a94.jpg

 

- si accende 1 sola Spia mentre la Resistenza riscalda .

- quando la Polarità è al contrario il Comando interrompe il Neutro. 

Entrambe le Spie accese segnalano che permane la Tensione 230V verso Terra e conseguente

Dispersione Anomala a scapito del refrattario che isola la Resistenza . 

>

(&) Oppure Cablaggio avente Termostato ( o altro Comando) Unipolare interposto tra Neutro e

Ritorno Comune delle Resistenze  qualora la Dispersione aumenti, ad esempio, al raggiungimento

di qualsiasi Temperatura venga impostata (quindi anche accendendo con  Termostato al massimo ,

nel momento in cui si riporta l' impostazione verso il minimo..) 

20221109_SCHEMAFORNO.jpg.3363d039e8f4dab79993b1b57f3f94b5.jpg

Un eventuale Comando che fosse in pos. "To" va spostato in "Ta" o "Tb" . 

 

11 ore fa, mgaproduction ha scritto:

scatta SOLAMENTE il MGTD della cantina. Quello in casa no...

Se sono ancora entrambi da Idn 30mA, significa che la Somma delle Dispersioni è compresa tra

le due Soglie di Intervento . 

A meno che introduca Dispersioni anche il Cavo . 

-

Buona notte ! 

Edited by piergius
Ortografia
Link to comment
Share on other sites

Ma questa cosa di fase e neutro al contrario me la spieghi meglio?

Intendi che F&N dell'elettrodomestico non sono corretti con F&N della rete?

Perchè se è così, faccio più in fretta a fare la verifica semplicemente tirando via un attimo forno e lavastoviglie e guardo come sono messi i cavi, nella speranza (che dovrebbe essere così) che i colori dalla fabbrica siano stati messi corretti nel loro schema.

Edited by mgaproduction
Link to comment
Share on other sites

20 ore fa, mgaproduction ha scritto:

fare la verifica semplicemente tirando via un attimo forno e lavastoviglie e

guardo come sono messi i cavi

Sarebbe una verifica approssimativa .

- Se l' Elettrodomestico ha una sola Resistenza, e non hai a portata di mano una Pinza

Milliamperometrica, il Test più semplice, come già detto, si fa con 2 Spie al Neon applicate

ciascuna tra un capo della Resistenza e Massa, ( nel primo schema di principio) . 

- Qualora abbia 2 o più Resistenze, solitamente hanno un Ritorno Comune dove si applicherà

una Spia al Neon con riferimento a Massa. 

Si accenderà se la Polarità o il Cablaggio non si adattano a Fase e Neutro . 

(Nell' esempio del secondo schema, anche se Fase e Neutro erano corretti,  al raggiungimento

della Temperatura impostata il Termostato tagliava il Neutro, per cui è stato spostato dove

taglia la Fase eliminando la causa della Dispersione .) 

 

Buona notte ! 

 

 

Edited by Maurizio Colombi
Unificata la formattazione del testo.
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...