Jump to content
PLC Forum


Sign in to follow this  
geoline

Caricabatterie Ni-mh

Recommended Posts

geoline

Buongiorno a tutti.

Ho un caricabatterie per flash.

Vorrei sapere come posso misurare la corrente di carica e come posso eventualemente modificarla.

E' un caricabatterie che attualmente carica un pacco di stilo (500 mAh - 1,2V tipo AA) Ni-Cd, che vorrei sostituire con il tipo Ni-MH 1500 mAh 1,2V.

Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

IMM-Domenico

Cosa intendi per "caricabatterie per flash"?

La corrente di carica, se non è scritta sulla targhetta del caricabatterie, la puoi misurare con un amperometro o con un multimetro (insomma, il così detto tester). Lo interponi in serie al pacco batterie e leggi sul display la corrente.

Nei caricabatteria comuni non è possibile cambiare la corrente di carica, salvo smontarlo e cambiarci qualche componente... operazione sconsigliabile, visto che probabilmente è tutto dimensionato per funzionare con la corrente prestabilita.

Se il tuo caricabatterie è un tantino sofisticato, e ha la misura della carica con il metodo del delta-peak, potrebbe non funzionare bene con le batterie Ni-MH, con il rischio di sovracaricarle e rovinarle. Se succede una cosa del genere te ne accorgi perchè le batterie si scaldano più del dovuto. Se però è provvisto del selettore Ni-Cd/Ni-MH sei a posto.

Edited by IMM-Domenico

Share this post


Link to post
Share on other sites
geoline

Tanto per intenderci meglio:

Si tratta di un caricabatterie identico a Questo che è stato realizzato per caricare i pack contenenti 6 AA Ni-Cd da 500 mAh.

Intendevo sostituire quelle (oramai esauste e difficilmente reperibili) Ni-Cd con delle nuove Ni-MH da 1500 mAh.

Ho provato, ma anche dopo 2 giorni, sembra non le ricarichi.

Sbaglio qualcosa?

Gli Ampere non è facile misurarli in quanto lo spinotto del quale è dotato il caricabatterie si inserisce direttamente nel fondo del pack. Dovrei tagliare i fili o rismontare il pack.

All'interno del pack vi è SOLO 1 diodo.

Il caricabatterie NON è provvisto di selettore, lo aprirò e vedo se riesco a fare un elenco dei componenti per capire qualcosa di più.

OK?

Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites
IMM-Domenico

Si, hai ragione, non è una misura comoda, a meno di non tagliare qualche filo. Per quanto mi risulta, le pinze amperometriche normalmente disponibili in commercio non sono adatte per correnti così basse, altrimenti avrebbero fatto al caso tuo.

Sarebbe utile riuscire a repere le caratteristiche tecniche del caricabatterie... oppure, se sei pratico, prova a smontarlo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
geoline

Ho aperto il caricabatterie: E' solo un trasfornatore!

Non ha alcun componente.

E chiedo scusa per l'inesattezza riportata: Il pack contiene 1 PONTE di 4 diodi 1N 4001 K5.

Inoltre, ho un indizio in più:

avendo due caricabatterie, noto che uno riporta: 6,8V 400mA e l'altro 7V 450mA.

Il dato indicato dalle batterie Ni-MH da 1500 mAh NC795: charge 1/10C for 16 Hrs.

Ne ho provato delle altre (Ni-Cd) da 900 mAh che riportano:

- Rapid charge 1,5 Hra at 1 of C

- Standard charge 15 Hrs at 0,1 of C

E vanno benissimo.

Quelle originali (da 500 mAh) invece riportano:

- Landung 15 Std. 50 mA

- Schnelladen 5 Std. 150 mA

Cosa stò sbagliando?

Share this post


Link to post
Share on other sites
IMM-Domenico

Il ponte di diodi è presente anche nel pack Ni-MH? altrimenti è tutto inutile.

Se ho capito bene, quindi, il tutto è formato da trasformatore e ponte + batteria. Sembra strano: sei sicuro che non ci sono altri componenti oltre al ponte, magari nascosti nel pack?

Comunque "charge 1/10C for 16 Hrs" vuol dire che la carica dura 16 ore, con una corrente pari a un decimo della capacità della batteria, cioè 1500/10 = 150mA. Se raddoppi la corrente, puoi dimezzare la durata, e viceversa.

Analogamente "1,5 Hra at 1 of C" vuol dire che la carica dura un'ora e mezza a 900mA e "15 Hrs at 0,1 of C" 15 ore a 90mA.

Se non ci sono altri componenti, mi viene da sospettare che il caricabatterie sia stato progettato per lavorare soltanto con il tipo di pack che avevi. Quelle Ni-MH potrebbero non caricarsi perchè, avendo una resistenza interna più alta rispetto alle Ni-Cd, assorbono meno corrente, talmente poca da non essere sufficiente a ricaricarle.

Share this post


Link to post
Share on other sites
geoline

Confermo.

Nessun altro componente.

E l'effetto sembra proprio quello che le Ni-MH NON CARICHINO.

Ma l'indicazione "charge 1/10C for 16 Hrs"

Dovrebbe significare che la ricarica si effetui in 16 ore con una caricabatterie che eroghi 150 mA.

E poichè quello che ho riporta la scritta 450 mA, dovrebbero caricare in 5 ore e mezzo.

Sbaglio?

Share this post


Link to post
Share on other sites
geoline

Forse quello che non mi è chiaro è la differenza di carica tra Ni-Cd ed Ni-MH.

In molti caricabatterie (quelli normali) vi è addirittura un selettore.

Ma qual'è la vera differenza? :(

Share this post


Link to post
Share on other sites
IMM-Domenico
E poichè quello che ho riporta la scritta 450 mA, dovrebbero caricare in 5 ore e mezzo.

Probabilmente, visto che il caricabatterie è costituito dal solo trasformatore, 450mA corrisponde alla massima corrente erogabile. La corrente effettivamente erogata dipende dal carico.

Forse quello che non mi è chiaro è la differenza di carica tra Ni-Cd ed Ni-MH.

Il principio di funzionamento è lo stesso per entrambe. A cambiare sono le caratteristiche delle batterie. Le Ni-Cd hanno una resistenza interna più piccola, e una curva di carica diversa. Per generare la stessa corrente sulle Ni-MH, il caricabatterie dovrebbe avere una resistenza interna più piccola o - meglio - un regolatore di carica, che mantiene la corrente costante, e si disattiva quando la batteria e carica.

Per capire se la batteria è carica i regolatori adottano varie tecniche, alcune delle quali si basano proprio sull'andamento della curva di carica, che cambia tra le Ni-Cd e le Ni-MH... ecco perchè è presente il selettore.

Share this post


Link to post
Share on other sites
iggyboy

Il caricatore che hai è "na schifezza" come tantissimi in commercio a prezzi anche rilevanti. I caricatori "dovrebbero" essere tutti a corrente costante,cioè generatori di corrente costante e magari regolabile. Il tuo è il peggiore: generatore di tensione non livellata. La corrente erogata finisce per essere determinata soprattutto dal carico, ma è anche incontrollabile, perchè a mano a mano che si caricano (se si caricano) le batterie, diminuisce la corrente di carico che è proprio il modo sbagliato di caricare una batteria. Purtroppo l'eccesso di speculazione e l'ingordigia dei produttori e dei commercianti creano queste assurde situazioni. Se cerchi in rete qualcosa come "constant current battery charger" è facile che trovi qualcosa di meglio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
geoline
Il caricatore che hai è "na schifezza"

Stò parlando di un pack batterie METZ per flash a staffa (CT4 per intenderci) ed il caricabatterie è quello originale.

Alla faccia della schifezza, costa 75,00 eurini!!

Solo che è progettato per i pack originali che montano Ni-Cd da 500mAh, ed io le ho sostituite con Ni-MH da 1500.

E se inserisco nel caricabatterie un 7808 ?

6x1,2V= 7,2V

Share this post


Link to post
Share on other sites
IMM-Domenico

In effetti 75€ per un trasformatore è un furto.

E se inserisco nel caricabatterie un 7808 ?

Puoi inserire un regolatore di corrente... mi sembra che si possa fare anche con gli integrati della serie 78xx, ma su due piedi non so dirti di più. L'importante è che lo monti in configurazione regolatore di corrente, e non di tensione, altrimenti non cambia niente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
geoline
In effetti 75€ per un trasformatore è un furto.

Credo che siano 2,50€ per il trasformatore, 2,50 per il guscio ed il cavo e 70,00 per il MARCHIO!! :angry:

Solo che fino ad ora ho utilizzato i 78xx come regolatori di tensione.

Non sapevo questa faccenda della corrente.

Provo a frugare un pò in rete, se c'è qualcuno che può darmi una dritta, gliene sarò grato.

Ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites
rimonta

dai un'occhiata all'LM 317 che fa proprio a caso tuo. Sul sito www.baronerosso.net trovi un esempio di caricabatterie già pronto da costruire

Share this post


Link to post
Share on other sites
geoline

Grazie!! :D

caricabatterie_01.gif

Ed il bello è che è di una semplicità disarmante!

;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
geoline

Nuovo quesito:

qualcuno conosce una azienda che produce connettori in pressofusione?

Mi servirebbero per il medesimo progetto in quanto i pack hanno una presa sagomata sul fondo

che accetta uno spinotto bipolare a T.

spinotto1ru3.th.jpgspinotto2rm5.th.jpgspinotto3zu8.th.jpg

Confesso che se qualcuno di voi MAGHI del PLC mi indicasse uno spinotto adattabile...

.. sarebbe il massimo! :D

Share this post


Link to post
Share on other sites
geoline

Questo è la presa sul fondo del pack:

presapackmp8.th.jpg

Preparo al più presto le foto con le misure.

Ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites
omaccio

ciao mi sembra un attacco di un metz 45 quindi puoi mettere le NiMh da 2600 che va bene ugualmente, ci mette + tempo x caricarle!

Share this post


Link to post
Share on other sites
geoline

Non m pare.

Ho provato con Ni-MH da 1500 (per non esagerare altrimenti servono tre giorni per la ricarica), ma anche dopo un giorno intero...

... NIET! :(

Share this post


Link to post
Share on other sites
geoline

Ed invece avevi ragione tu!!

Ho riaperto il pack...

.. ed ho scoperto che avevo invertito la polarità di una belle batterie. :huh:

Ora sembra tutto OK.

Grazie.

Share this post


Link to post
Share on other sites
mauferis

Siccome sto per fare la stessa modifica: ci seri Riuscito poi a caricare le Nimh col vecchio caricatore metz per Nicd?

Share this post


Link to post
Share on other sites
livio@
.. ed ho scoperto che avevo invertito la polarità di una delle batterie....

della serie............ :wallbash::wallbash::wallbash::wallbash:

:whistling:

Edited by livio@

Share this post


Link to post
Share on other sites
wadoa

Il tuo è un banale caricabatterie con un trasformatore di pochi watt, che non può erogare più di 400 mAh circa, e ti sei dimenticato di dire che nel pacco batterie in serie alla corrente di carica vi è una lampadina che fa da limitatore, infatti accende forte ad inizio carica e si affievolisce man mano che il potenziale del pacco batterie sale. Niente paura il processo di carica x le ni-cd e le ni-mh è uguale, cambiano solo i tempi di carica in funazione della corrente che gli si da. In genere il giusto rapporto è di 1/10 della corrente nominale della batteria per una carica lenta, e di 1/5 per una carica veloce. Per misurare la corrente di carica puoi farlo con il pacco batterie aperto, dissaldando il positivo della batteria e inserendo un amperometro in serie. Nota che la corrente di carica non è costante, è elevata al'inizio e diminuisce manmano che la batteria si carica, ecco spiegato perchè la lampadina subisce il cambio di luminosità. Il circuito con lm317 è ottimo, ma comporta una modifica integrale del pacco batterie, infatti andrebbe rimosso il ponte di diodi presente nella base del box, baipassata la lampadina, e partire con una tensione raddrizzata di almeno 15 volt per quanti milliamper servono. Ciao :ph34r:

Share this post


Link to post
Share on other sites
antonir

Quel caricabatteria è un dispositivo progettato e dimensionato esclusivamente per quel pacco batterie e nient'altro. L'elevato costo non è del caricatore ma della batteria, che è fatta da accumulatori "un po' particolari" e la Metz se le fa pagare.

La soluzione è solo quella di autocostruirti un tuo circuito, lasciando stare il caricatore Metz da cui puoi solo prelevare il cavo con lo spinotto e poi devi modificare il Battery-pack eliminando i diodi e anche la lampadina, se intendi effettuare la carica dallo spinotto sul fondo del Battery-pack.

Però c'è il problema delle batterie; perchè quelle che in genere si trovano in commercio, non sono idonee a ricostruire il battery-pack. Non ti daranno i circa 6-7 sec. per quanto riguarda l'intervallo di ricarica con un lampo a piena potenza.

Se però ne hai trovato alcune che te lo consentono, fammi sapere. Fra qualche giorno devo testarne alcune che potrebbero risultare valide (forse).

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

antonir hai notato che l'ultimo messaggio era in data 4/12/2007, cioè oltre 4 anni fa? :) :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...