Jump to content
PLC Forum


Sign in to follow this  
Zerototale

Lm75 E Pic16f876a Mi aiutate ad interfacciare l'I2 - Riunite 2 discussioni sul med.mo argomen

Recommended Posts

Zerototale

Salve a tutti!

Scrivo per chiedere il vostro aiuto.. Dovrei realizzare un termostato con 1 o 2 sonde termiche e un display LCD 16x2 a due uscite una "calda" e una "fredda".

In pratica il termostato proietta sempre la temperatura sul display LCD e dovrebbe avere 3 soglie:

La soglia fredda (0-18° C)

La soglia di lavoro (18°-24° C)

La soglia calda (24°-50° C)

(Le soglie sono indicative non mi necessitano esattamente queste temperature)

Quando i sensori di temperatura rilevano una temperatura della soglia fredda azionano una piccola stufetta (un piccolo dispositivo che generi del calore.. forse del filo termico)

Quando i sensori di temperatura rilevano una temperatura della soglia di lavoro non succede nulla.

Quando i sensori di temperatura rilevano una temperatura della soglia calda azionano una ventolina di quelle da PC.

Dovrei fare una dimostrazione e sono davvero nei guai..

Avevo intenzione di fare il tutto tramite PIC ed avevo trovato anche lo schema adatto solo che ci sono elementi che non riesco a capire cosa siano.. Ho provato a contattare l'autore, ma non risponde.. Qualcuno mi può aiutare a capire cosa siano

oppure propormi un progetto alternativo?

Vi prego mi potete aiutare? Anche se non è realizzabile con PIC, ma con altro..

Vi allego lo schema trovato:

user posted image

Uploaded with ImageShack.us

Share this post


Link to post
Share on other sites

mariano59

Secondo me, il circuito può funzionare benissimo senza niente in quelle posizioni.

Le uscite del pic,tramite una resistenza di limitazione ed un diodo che non permette la scarica dei condensatori elettrolitici (dei quali non vedo la necessità) attraverso il pic, raggiunge poi il gate del mosfet che attiva il relè.

Mi pare sufficiente, se avessi i valori di tutti i componenti, compreso il modello di lcd e il codice del pic, saresti a buon punto smile.gif .

Ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites
lelerelele

mi chiedo che soddisfazione ci sia a montare dei circuiti di cui non solo sono stati progettati da altri......ma non si conosce nemmeno il perchè funzionano!!!!!

sad.gifsad.gifsad.gifsad.gifsad.gif

Edited by lelerelele

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Migliaresi

lelerelele+11/11/2010, 11:31--> (lelerelele @ 11/11/2010, 11:31)

Ma allora è proprio vero che oggi ti senti in vena 'polemica'????

mad.gif

Share this post


Link to post
Share on other sites
tesla88

In effetti non si capisce bene cosa siano quei componenti , potrei pensare a delle ferriti ma non vedo perchè il collegarle a massa , oppure ammettendo che lo stadio di potenza non si trovi sulla stessa board del controllo , potrebbero essere dei cavetti schermati , il cui schermo è a massa......

Potresti inserire il link del progetto , magari è descritto ...vorrei dargli un 'occhiata....

Share this post


Link to post
Share on other sites
Zerototale

Infatti io nel montare questo termostato volevo anche capirne il funzionamento e implementare ulteriori cose come l'ultilizzo di altri sensori di temperatura e magari l'utilizzo di un LM35 invece del LM75..

Sono un tipo che le cose le impara con la pratica.. Il link è di Grix e ci vorrebbe la registrazione per vederlo: http://www.grix.it/viewer.php?page=5590&ba...php?categoria=9

Non c'è scritto molto..

Per mariano:

Grazie delle delucidazioni ho l'intera lista dei componenti, la sto allegando..

Per tesla88:

Sto allegando tutti i file in mio possesso

Ecco qui i file

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

E' un "grixino"; non l'hanno trattato molto bene. Non c'è neanche una prova che sia stato montato e provato. Attento, c'è gente che manda roba solo per avere le stelline.

Share this post


Link to post
Share on other sites
mariano59

Intanto mi sorge un dubbio... non ho visto la sigla del display, almeno come indirizzo di partenza, per sapere quale tabella caratteri usa o sapere il timing dei segnali e le descrizioni degli stessi, i display non sono tutti intercambiabili, cosa dovresti fare, il debug del codice per sapere quali funzioni espletano i vari controlli?

io non ho esperienza sui display, ma di recente ho dovuto sostituirne uno proprio 2 x 16 e ho fatto la mia bella fatica a trovarne uno compatibile, poi me la sono cavata con 10 euro di spesa, ma il tempo... .

magari c'è tutto e mi è sfuggito... .

Per la sostituzione del LM75 col LM35, non si può fare, il primo ha un'uscita seriale I2C per comunicare col pic, il 35 è analogico, uscita in tensione.

Per il resto sembra un discreto progetto, o almeno c'è uno sforzo per la parte sw non indifferente, non credo che sia una bufala, bisognerebbe sentire il parere degli smanettoni di PIC, io da quel lato non faccio testo!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Zerototale

Io davvero non capisco che senso ha pubblicare cose per ottenere stelline.. Io speravo solo di poter costruire qualcosa di nuovo e imparare nuove cose di elettronica..

mariano hai proprio ragione il display non è neanche messo tra la lista componenti.. Io pensavo che fossero quasi tutti compatibili.. Come dovrei fare il debug?

PS: Invece che da Grix sto imparando molto di più da voi!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Zerototale

Come non detto.. sto provando a compilare il programma con PICBASIC PRO con il risultato che non riesco in quanto pieno di errori.. Mi sa proprio di bufala..

Qualcuno mi conferma che non è solo un problema mio?? Vi prego ditemi che avete una soluzione alternativa..

Share this post


Link to post
Share on other sites
tesla88

Ciao , se ho un po' di tempo provo a simularlo in proteus .... poi ti faccio sapere, non ti do certezze perchè ho veramente poco tempo , ma magari domani sera o nel week(anche se andrò in fiera ad erba) faccio una prova.

Grixino è geniale Livio laugh.gif sto ancora ridendo...

Confermo.....purtroppo. Pensare che appena nato mi piaceva ma poi non mi son mai registrato .... il funzionamento di Grix proprio non fa per me. PLC Forum resta sempre il migliore wink.gif

Share this post


Link to post
Share on other sites
Zerototale

Ok, ti ringrazio quando lo provi fammi sapere! Se nel frattempo qualcuno ha proposte per realizzare un termostato più semplice si faccia avanti!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

Il circuito che hai preso in esame è un poco...UCAS (Ufficio complicazioni affari semplici).

Se ti necessitano 3 soglie, ma una sola sonda di misura, si può semplificare di molto; anche il resto si può fare più semplice e funzionale. Se ce la faccio nel fine settimana ti posto qualche cosa con il medesimo micro e display.

Tu dicci cosa ti serve in realtà.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Zerototale

Ahaha.. lo so che purtroppo non è una cosa tanto semplice da realizzare, però volevo provare ad andare avanti..

Allora.. Io dovrei presentare un modellino di casetta con questo termostato.

Per me la cosa fondamentale è che in base alle 3 soglie di temperatura, accenda, spenga, ecc i determinati dispositivi.

In poche parole devo fare in modo che la stanza abbia una determinata temperatura della soglia "normale" in cui non si aziona nulla.. Ma se nella stanza ci dovesse essere più caldo o più freddo deve azionare il condizionamento per ristabilire quella temperatura.

Se è problematico usare più sensori, mi va benissimo utilizzarne uno. il fatto è che volevo metterne 2 in modo che siano uno vicino la ventola e uno vicino la stufa così da riuscire a fare una migliore dimostrazione.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Zerototale

Ti ringrazio Livio..

Se non ti sottrae molto tempo mi faresti una GRANDISSIMA cortesia.. Se vuoi posso anche utilizzare un 16F876A o qualunque altra PIC simile.. Non ho limitazioni per quanto riguarda l'acquisto di componenti, quindi puoi sbizzarrirti!

Share this post


Link to post
Share on other sites
lelerelele

un cosiglio spassionato per "Zerototale".

con un po' di pazienza, oppure anche tanta pazienza, mettiti a smanettare con il circuito, con il pic, e con il programma,

poi posta qua le tue osservazioni ed i tuoi dubbi, ti verranno chiariti,

anche se ci vorrà un mese, alla fine avresti imparato molto di più che farti fare da altri dei pezzi che se riuscitrai a mettere assieme otterrai il circuito.....ma non avrai imparato quasi niente.

(de lo dice uno che è nessuno ma ha passato tanti anni a saldare fili e provare componenti, """""solo per immane passione"""", con risultati decisamente apprezzabili). wink.gif

Share this post


Link to post
Share on other sites
mariano59

Oggi il polemico lo faccio io... e approvo, con la differenza che sono registrato e ricevo regolarmente le news, ma nove volte su dieci non posso accedere ai documenti perchè non ho mai proposto un circuito.

Bene, un'altra dimostrazione di come un luogo libero come il web ed un argomento libero come l'elettronica, possano essere ridotti a fenomeni settari... .

No grazie, ho smesso, preferisco PLC Forum... .

Per il circuito sei già in ottime mani, ma vorrei solo mettere in evidenza un particolare della Tua descrizione:

Questa regolazione non richiede tre soglie, ma due con una isteresi centrale, ovvero, dovresti poter regolare due valori, la temperatura di comfort o "normale", come dici Tu (che varia per la stessa persona secondo la diversità del clima esterno, di solito), e il valore dell'isteresi, ossia la possibilità di aprire o chiudere questa finestra di soglia. Al diminuire o all'aumentare fuori soglia, azionerai i relativi dispositivi, assoggettati dai parametri del regolatore.

In effetti la termoregolazione ambientale non è tra le più semplici, personalmente ho testato in casa parecchi termostati, elettronici e non, posso assicurare che pochi funzionano bene... .

Pensa che basterebbe un termostato meccanico con contatto elettrico in deviazione, dove da un lato comandi caldo e dall'altro freddo, l'isteresi c'è di fabbrica (ma fissa) e l'integratore pure biggrin.gif .

Ciao e buon lavoretto... smile.gif

Share this post


Link to post
Share on other sites
Zerototale

Grazie per la precisazione mariano!

Ho capito subito di essere in buone mani, mi avete accolto benissimo, pronti a dare chiare spiegazioni e aiutarmi.. Grazie davvero..

Si sarebbe bello poter sperimentare il tutto passo passo, però non avendo una base solida non saprei da dove cominciare e purtroppo ho poco tempo.. Tuttavia mi state dando davvero tantissime spiegazioni e sto imparando moltissimo e se riuscirà ad uscire un termostato da questo post, spero proprio di portarlo avanti e includere migliorie.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ivano65

per curiosita' mi sono iscritto anchio.

non mi sembra ci sia un livello alto in detti progetti.

ivano65

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

Io mi ero iscritto a Grix per curiosità.

A dire il vero mi esaspera un poco la questione stelline.

L'intento dichiarato è quello di rispingere i partecipanti con filosofia "prendi i soldi e scappa".

Ce ne sono anche alcuni su PLCForum. Scrivono solo quando hanno un problema e qausi mai hanno anche la buona creanza di raccontarne la conclusione.

Preferiamo non fare classifiche perchè i profittatori son pochi e gli amici son tanti.

Io a Grix ho mandato un paio di progettini, molto banali, ma che possono interessare molto i principianti.

Ho notato una certa "puzza sotto il naso" di alcuni. Poi passano e vengono pubblicate, cose assurde. Circuiti scopiazzati da riviste, circuiti che non possono funzionare.

Però ho travato anche cose buone e ben fatte. Anche dei tutorials validi. Io non mi sento di condananre totalmente GRIX, anzi continuo a riceverne le news ed a consultarlo. Penso che inverò ancora materiale, sempre nello spirito di fornire aiuto a chi sta iniziando.

Per Zerototale.

Vedo se riesco a metter giù qualche cosa tra oggi e domani. per me il problema maggiore è disegnare, estrapolando da altri lavori, senza commettere errori di distrazione.

Quello che scrive Mariano lo condovido molto. Credo che tu stia affrontando il problema come esperimento didattico. Se è così vorrei suggerirti, nel prosiego della sperimentazione, alcune linee di ricerca, linee che ritengo interessanti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Zerototale

Senza dubbio in futuro approfondirò i miei studi sulla progettazione, facendo anche diverse sperimentazioni..

Però al momento dovrei fare una presentazione con questa miniatura di termostato e non so da dove cominciare dato che quel progetto purtroppo non serve a molto..

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

Questo è lo schema con PIC876.

Schema

Il display è il classico 2 ri, 16 caratteri HD44780.

Ho previsto 2 sensori LM75, il primo ha indirizzo 000, il secondo 001, sul bus I2C.

Non ho messo niente sulle uscite degli opto isolatori. decidi tu se usare relè elettromeccanici o transistors o mosfet, dipende anche dal tipo di carico che vorrai comandare.

Il quarzo è da 8MHz e, per l'applicazione, è più che sufficiente.

Il connettore da 3 pins serve per la programmazione InCircuit. Se disponi di un ICD microchip pui fare anche il debug on line.

Ho lasciato libere le porte A perchè così puoi disperre dei canali A/D_C.

Ho usato le due porte previste per I2C così non devi faticare a scrivere del software speciale, bastano i drivers dei compilatori per gestire il bus.

Ovviamnete dovrai scrivere il software.

Buon lavoro. Se hai domande chiedi pure.

Non gasrantisco sempre la risposta immediata smile.gif

A parte lo LM75, che io non uso, tutto il resto è un classico super provato (salvo errori di disegno sempre possibili).

Edited by Livio Orsini

Share this post


Link to post
Share on other sites
Zerototale

Grazie mille..

Avrei 2 domande:

Il connettore a 3 pin è obbligatorio? Non l'ho mai usato nei circuiti con PIC.

Dato che come carichi dovrei solo collegare una ventolina da 5v e una componente "leggero" (resistenza o filo termico) cosa mi consigli di utilizzare? In genere negli schemi trovo dei transistor seguiti da relè..

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

Come fai a programamre il PIC? Cosa usi?

Dipende dalle tensioni e dalle correnti dei carichi. Per la ventolina a 5V puoi usare un transistor pilotato dall'opto, per la resistenza dipende, appunto, dalla tensione di alimentazione e dalla corrente.

Ipotizzando, ad esempio, 12 Vcc con I<= 1A, potresti usare ancora un transitor.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Zerototale

Per programmare i PIC uso Pickit 2 con un adattatore creato da me con lo zoccolo.

Quindi credi che un transistor come il BD135 e un diodo 1n4002 possano bastare??

Comunque grazie di tutto.. Adesso vedrò di lavorare al programma! Sto già facendo ricerche su come programmare la PIC con l'LM75, ma credo proprio che avrò ancora bisogno del vostro aiuto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...