News

Distretto del Navile: l'Università di Bologna investe 10 milioni di euro in grandi strumentazioni per la ricerca e l'innovazione

Acquisiti grazie alla missione PNRR: dalla Ricerca all'Impresa, i fondi permetteranno di sviluppare infrastrutture di ricerca e centri di eccellenza sui temi della transizione energetica, della mobilità sostenibile e dei materiali avanzati. Grazie ai fondi della missione PNRR: dalla Ricerca all'Impresa, l'Università di Bologna porta al Distretto del Navile un investimento da più di 10 milioni di euro per acquisire e installare strumentazioni e piattaforme tecnologiche d'avanguardia.

L'obiettivo è dare vita ad un centro di eccellenza per la ricerca e l'innovazione in tre settori chiave: la transizione energetica, la mobilità sostenibile e i materiali avanzati.

"Si tratta di un'opportunità unica, resa possibile grazie alle progettualità dell'Alma Mater nel PNRR, di elevare il polo scientifico del Navile a centro di ricerca di livello europeo.

Le grandi strumentazioni e le piattaforme tecnologiche sono un volano eccezionale non solo per la ricerca e la formazione universitaria, ma anche per la disseminazione della scienza e la crescita della competitività delle aziende del territorio", dichiara il Prorettore per la Ricerca dell'Università di Bologna Alberto Credi.

Il Distretto del Navile ospita oggi le sedi dei dipartimenti Unibo di Chimica "Giacomo Ciamician", di Chimica Industriale "Toso Montanari", di Fisica e Astronomia "Augusto Righi" e di Farmacia e Biotecnologie, oltre all'Area della Ricerca del CNR di Bologna.

Questo snodo fondamentale della Via della Conoscenza promossa dalla Città Metropolitana di Bologna, raccoglie quindi un'ampia e vibrante comunità di ricercatori impegnati nei campi della biochimica, delle nanotecnologie e dei materiali avanzati, con applicazioni nei settori dell'economia circolare, della produzione di energia rinnovabile e della mobilità del futuro.

Sono tre, ad oggi, i progetti finanziati dal PNRR che vedono l'Università di Bologna come partner e che porteranno al Navile investimenti per strumentazioni scientifiche di alto livello, coinvolgendo anche aziende del calibro di Ferrari, Pirelli, ENI, Brembo, Leonardo.

Il primo si chiama iEntrance@EuroNanoLab: un'infrastruttura di ricerca dedicata allo studio di materiali e processi innovativi per la transizione energetica. L'Alma Mater parteciperà all'acquisto e alla gestione di grandi strumentazioni su questi temi con un contributo di 4 milioni di euro.

Ci sarà poi un Centro nazionale per la mobilità sostenibile, a cui Unibo contribuisce con circa 1 milione di euro per l'acquisto e la gestione di attrezzature a supporto dello studio di materiali, processi e tecnologie per la costruzione di veicoli più leggeri, con prestazioni elevate e consumi contenuti.

Infine, l'Ecosistema per l'innovazione dell'Emilia Romagna. In questo caso, l'Università di Bologna partecipa con oltre 2 milioni di euro per l'allestimento di laboratori dedicati allo sviluppo e all'applicazione di materiali innovativi per una produzione sostenibile.

A queste risorse se ne aggiungono altre già programmate dall'Ateneo nel polo del Navile, che portano il totale degli investimenti a oltre 10 milioni di euro.

L'infrastruttura di ricerca iEntrance@EuroNanoLab e il Centro nazionale per la mobilità sostenibile saranno focalizzati su attività di ricerca fondamentale ed applicata, mentre l'Ecosistema per l'innovazione dell'Emilia Romagna punta principalmente ad attività di trasferimento tecnologico e di sviluppo industriale.

Messe tutte insieme, queste iniziative andranno così a comporre una filiera completa per la realizzazione di materiali di nuova generazione adatti ad applicazioni sostenibili per il settore energetico, per l'agrifood, per la manifattura, per la salute, per le costruzioni e per la nuova mobilità.

Ma l'impegno dell'Alma Mater su questi importanti fronti di ricerca non si ferma certo qui: sono infatti ancora in fase di valutazione altri progetti legati ai partenariati estesi del PNRR, e nuove occasioni di ricerca potranno nascere dal nuovo bando MUR per i Dipartimenti eccellenti a cui parteciperanno due dei dipartimenti che hanno sede nel Distretto del Navile, quello di Chimica e quello di Fisica e Astronomia.
Università Degli Studi di Bologna - https://www.unibo.it
Redazionali o presentazioni di prodotto/di azienda
Pubblicato il 31 agosto 2022
News

FREE NOW avvia una partnership con EDISON ampliando la propria offerta di soluzioni di mobilità elettrica dedicate ai tassisti

- Grazie a questa collaborazione, i tassisti partner avranno accesso esclusivo a convenienti offerte per le soluzioni di ricarica di Edison a casa e...

JOYSCAPE

In molti casi il joystick è la soluzione ottimale per un comando intuitivo e sicuro.RAFI conosce bene le esigenze e ha realizzato la piattaforma...

CMG Granulators alla fiera MSV 2022 di Brno con la nuova serie SL

CMG Granulators prenderà parte, con il distributore Piovan Central Europe, alla fiera MSV 2022 che si terrà a Brno dal 04 al 07 Ottobre 2022.

Fuzzy Logic e CAIRE, verso l'automazione del processo di verniciatura

Fuzzy Logic, con il suo modulo software Repplix, consente a un sistema robotico di apprendere le traiettorie con un solo gesto e senza alcun...

Approvati gli incentivi per la produzione di biometano

Il Ministro della Transizione Ecologica Cingolani ha firmato il nuovo Decreto Biometano che dà attuazione a quanto previsto dal Piano Nazionale di...

Ambiente: qualità dell'aria in città, arriva il monitoraggio con dettaglio fino al numero civico

Un archivio di dati sulla qualità dell'aria raccolti dai cittadini durante il monitoraggio "comunitario" e mappe a risoluzione ultra elevata, con...

Energia: ecco Futura, la barca a vela ecosostenibile che va anche a idrogeno

Si chiama FUTURA ed è un prototipo innovativo di barca a vela ecosostenibile dotato anche di propulsione elettrica alimentata a idrogeno. È lunga 6...

Schneider Electric presenta i nuovi interruttori scatolati connessi ComPacT New Gen, riprogettati per garantire un'esperienza senza precedenti

- Schneider Electric migliora la storica gamma ComPacT con nuove funzionalità di connettività wireless e una maggior ergonomia - Mantenendo lo...

Pubblicati i nuovi criteri ambientali minimi (CAM) per raccolta e trasporto dei rifiuti urbani, edilizia e arredi per interni

Sono recentemente stati pubblicati tre nuovi decreti relativi ai Criteri Ambientali Minimi, approvati dal Ministero della Transizione Ecologica (MITE)...

Siemens è Socia della Fondazione "Istituto Tecnico Superiore Lombardo per le Nuove tecnologie Meccaniche e Meccatroniche"

- Scuola e lavoro: obiettivi condivisi proiettano la Fondazione e Siemens verso nuovi traguardi a supporto delle generazioni future - Al via la prima...

I nuovi TopTherm chiller VX25, testa fredda e ingombro ridotto

La precisione richiede testa fredda. Le macchine utensili, per ottenere risultati di lavorazione con elevata precisione, necessitano di un corretto e...