Jump to content
PLC Forum


dkmorb

Ariston Microgenus 28 Cmp3-Mcu - Quarta Sostituzione Scheda Controllo

Recommended Posts

dkmorb

Salve a tutti,

è il mio primo post sul vostro fantastico forum!

Come da titolo, ho una caldaia Ariston Microgenus 28 kW a Metano con scheda di controllo CMP3-MCU (firmware 8v0).

Abito in una zona esposta, in percentuale, ai fulmini e le prime 3 schede me le sono giocate perchè l'interruttore (forse neanche bipolare) non riusciva ad isolare la caldaia.

L'errore, infatti, era costantemente A97 (errore logica di controllo) per cui il tecnico, con la mera sostituzione della scheda, ha sempre risolto elegantemente.

Dopo la rottura della 3 scheda mi sono un po' stancato ed ho deciso di alimentare la scheda con la presa, per essere MATEMATICAMENTE sicuro di staccare la caldaia dall'impianto elettrico.

Alle prime avvisaglie di temporale (nubi scure in cielo), tacchete, mi precipito sulla presa e stacco l'impossibile (addestrata anche moglie e relativa figlia :-P ).

Ebbene, cosa sarà successo la scorsa settimana? Caldaia in blocco: errore A91 -> Sensore Hall ventilatore. COME DIAVOLO E' POSSIBILE !?!?!?!?

Da dove è arrivata la corrente? Scarica vagante, presuppongo!!! Dal comignolo di latta? E mi ha bruciato il chip + condensatore?

A vedere bene, come da foto allegata, il condensatore da un 1 nF (spaccato letteralmente) e il comparatore Texas LM393 (8pin smd, http://www.ti.com/product/lm393) risultano, a vista bruciati.

Secondo voi, sostituendoli, sarebbe possibile far funzionare la scheda?

Ho visto in giro che qualcuno, usa firmware (ariston inglesi) della eeprom modificati per non far rilevare il ventilatore alla CPU...che ne pensate?

post-27680-0-82403600-1410942726_thumb.j

Share this post


Link to post
Share on other sites

teorico1

Le risposte: la scarica elettrica puo' arrivare anche dalla terra, quindi ai voglia a staccare la spina, se ti entra un fulmine dalla terra cuoci tutto lo stesso (comunque staccando la spina sei al sicuro da scariche che possano arrivare dalla linea enel).

Se la tua caldaia e' una PLUS con ventilatore modulante (e sensore di hall montato) e' possibile farla diventare una microgenus normale appunto adottando la relativa eprom da montare sulla scheda elettronica. A quel punto il ventilatore non sara' piu' modulante ma il funzionamento e' garantito lo stesso.

Share this post


Link to post
Share on other sites
dkmorb

Ciao teorico1!

Le risposte: la scarica elettrica puo' arrivare anche dalla terra, quindi ai voglia a staccare la spina, se ti entra un fulmine dalla terra cuoci tutto lo stesso (comunque staccando la spina sei al sicuro da scariche che possano arrivare dalla linea enel).

Quanto hai ragione...!!!

Se la tua caldaia e' una PLUS con ventilatore modulante (e sensore di hall montato) e' possibile farla diventare una microgenus normale appunto adottando la relativa eprom da montare sulla scheda elettronica. A quel punto il ventilatore non sara' piu' modulante ma il funzionamento e' garantito lo stesso.

Probabilmente, ma stasera avrò la conferma.

Che venga modulata la velocità della ventola, onestamente, non mi interessa un granchè...cioè, mi interessa, ma parzialmente...vorrei tentare di farla ripartire!

Poi valutiamo il funzionamento.

Ciao e grazie mille per l'interessamento!

Edited by dkmorb

Share this post


Link to post
Share on other sites
dkmorb

Aggiornamento (no good news):

Ci ho provato: avevo, nel kit acquistato su internet due (oramai) schede (=anni) fa, delle eeprom per le varie versioni della Microgenus (23, 28 Uk, 31, etc)...ed ho sostituito la eeprom uk con quella originale. Risultato: all'avio l'errore del sensore di Hall è sparito, la temperatura, settata da me, varia corretamente sul display (l'ho portata da 26 a 30 gradi), appena però apro il rubinetto dell'acqua calda avviene il patatrac: sento il piezo andare, il motore di aspirazione tenta di attaccare ma smette dopo appena 1-2 secondi.

Morale della storia: errore E34 -> "the air pressure switch not closing when fan runs" :-(

In ultima analisi, proverò anche quanto detto nel mio primo post.

Share this post


Link to post
Share on other sites
teorico1

E' probabile che la "schicchera" che ha preso la scheda possa aver rovinato altre piste. L'errore E34 e' previsto per il pressostato fumi. Controlla che le piste della scheda nei punti in cui si collega al pressostato siano buone, potresti risolvere magari rifacendole con uno spezzone di filo, se la scheda non e' troppo rovinata.

Share this post


Link to post
Share on other sites
dkmorb

La scheda è, praticamente, nuova...non una punta di ossido, solo i due componenti "spaccati" (primo post).

Edited by dkmorb

Share this post


Link to post
Share on other sites
dkmorb

Aggiornamento :-)

Comincio con il dire che la caldaia e' nuovamente in funzione e sta girando regolarmente da stamattina. Sono stato un po' impegnato e solo ora trovo il tempo per scrivere. Dopo la sostituzione dei due componenti descritti al primo post, la caldaia dava sempre l'errore del sensore hall. Beh, ho ordinato un equivalente su farnell e l'ho sostituito. La scorsa settimana l' ho testata con la eeprom Uk solo che la temperatura dei regolatori di tensione e del trasformatore saliva,secondo me, un po troppo (visto che la eeprom uk elimina la modulazione della velocità).

Ho deciso, infine, di ripristinare la eeprom originale e ritentare la fortuna. La fortuna mi ha premiato!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Rick1982

Quindi non era fisicamente il sensore di hall guasto? Io ho lo stesso problema ora

Share this post


Link to post
Share on other sites
alex01rosso

E' vietato dal regolamento accodarsi alle discussioni, soprattutto se vecchie. Aprine una per conto tuo, questa verrà chiusa da un moderatore.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

×
×
  • Create New...