Jump to content
PLC Forum


pomodoraio

CALCOLO TEMPO DI PASTORIZZAZIONE

Recommended Posts

acquaman

Sono d'accordo Batta, ma se hanno montato una ruota fonica sul nastro qualcosa dobbiamo fargli fareūüėĄ.

Share this post


Link to post
Share on other sites

max.bocca

Non è un organo hammond che ha le ruote foniche..... Sul sito Siemens e di YouTube c'è i demo degli hsc.

Share this post


Link to post
Share on other sites
acquaman

Scusa ma una ruota dentata con un sensore che rileva la posizione o velocità per me è una ruota fonica, non conosco il funzionamento dell'organo Hammond.

Share this post


Link to post
Share on other sites
pomodoraio

Come ho scritto sono allo stato embrionale e stavo cercando di spiegare , il funzionamento che devo implementare , con soluzioni , sicuramente non mi esprimo bene vista la mia carenza tecnica . Quindi come posso realizzare questo funzionamento???

 

Come ho scritto sono allo stato embrionale e stavo cercando di spiegare , il funzionamento che devo implementare , con soluzioni , sicuramente non mi esprimo bene vista la mia carenza tecnica . Quindi come posso realizzare questo funzionamento???  La meccanica è semplice motore motoriduttore , ingranaggio per la trasmissione .

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
dnmeza

per stato "embrionale" intendi che non sai niente del 1200 e dei suoi ingressi e de "PNP NO" come implementarlo nel PLC ? anche come spiegazioni sei scarso

Share this post


Link to post
Share on other sites
pomodoraio

Ok allora , gli ingressi li conosco , ho il tia portal professional , faccio gia dei programmi , anche con ingressi di processo analogici , ma non sono ad un livello elevato ecco lo stato embrionale di cui parlo , poiche imparare è un obbligo , io ho posto un quesito , non la scolarizzazione del livello , non ho nemmeno chiesto come scalare e normalizzare un ingresso analogico , e nemmeno come ottimizzare un pid per la lettura di un ingresso analogico , ho solo chiesto semplicemente cosa dovrei implementare . visto che sul processo vi è uno strumento che fa gia questo che dobbiamo togliere poiche non legge piu  , quindi vorrei implementare questa funzione all'interno del plc e farla lavorare ,  scusatemi ora o si butta giu un progetto che non so fare e lo sto dicendo dall'inizio . Oppure credo che la discussione possa essere chiusa tranquillamente . Ringrazio tutti per la partecipazione e per le idee.

Inoltre , a me il sensore che sia pnp o npn conta ben poco , l'importante è garantire l'ingresso di cui si ha bisogno , ma se dobbiamo fare analisi del grado di preparazione bhe allora è un altro discorso , ripeto sono allo stato embrionale .

Share this post


Link to post
Share on other sites
acquaman

I suggerimenti mi sembra ti siano stati dati, o colleghi il sensore ad un ingresso veloce e calcoli la velocità del nastro e con quella il tempo di pastorizzazione o come dice giustamente Batta toglia la ruota fonica e usi l'uscita che dai all'inverter come velocità del nastro e da quello il tempo di pastorizzazione.

 

Quote

ora o si butta giu un progetto che non so fare

Il forum ti può dare consigli, aiutare nei problemi ma il progetto lo devi fare tu documentandoti e provando.

Share this post


Link to post
Share on other sites
max.bocca

In azienda avevo un pastorizzatore a pioggia e casa tante rotelle foniche nell'organo.  Ogni tasto dell'organo hammond può coinvolgere anche 9 rotelle... Ad ogni rotella è associata una bobina chiamata pickup che rileva la variazione di flusso e crea una fem (onda sinusoidale che produrrà il suono) e l'insieme dei 9 pickup producono il timbro tramite la miscelazione delle stesse. 

Se la velocità degli impulsi non è elevata puoi usare anche un contatore standard senza arrivare agli hsc. Nel tuo caso sarebbe un hsc tipo mono fase https://w5.siemens.com/italy/web/AD/ProdottieSoluzioni/Sistemiautomazionenew/AutomazioneSIMATIC/Microautomazione/SIMATICS7-1200/Documents/Contatoriveloci1200.pdf

Share this post


Link to post
Share on other sites
batta

Come dice Acquaman, i suggerimenti ti sono stati dati.
A questo punto, non riesco pi√Ļ a capire cosa tu stia cercando. Non chiedi come normalizzare un valore analogico, o come ottimizzare un PID. Il PLC, anche se non ad alto livello, lo sai usare.
A questo punto, cosa ti serve ancora?
Vuoi la soluzione pi√Ļ semplice (e comunque sufficientemente precisa)? Fai come ti ho detto: calcoli la velocit√† che deve avere il tappeto per ottenere il tempo di pastorizzazione richiesto.
La velocità è spazio / tempo. Lo spazio è la lunghezza del percorso che il prodotto compie nel pastorizzatore. Il tempo è il tempo di pastorizzazione richiesto.
Non sai come inserire nei calcoli rapporti di riduzione, diametro del rullo del tappeto ed altri parametri meccanici?
Allora specifica che è questo il tuo problema, perché non si è capito (io, almeno, non l'ho ancora capito).
Se il problema è questo, puoi anche fregartene di tutta la meccanica. Prendi un contametri, fai girare il motore ad una velocità nota (esempio, 50 Hz) e misuri la velocità del tappeto.
Poi fai una banale proporzione per calcolare la frequenza corrispondente alla velocità che desideri ottenere.

 

Sembra quasi che non ti vogliamo aiutare, invece sei tu che non hai ancora fatto capire cosa non riesci a fare.

Poi, come ti ha già detto Acquaman, sul forum trovi consigli, ma non chi ti fa il progetto. Il progetto te lo dovrai fare tu.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ETR

Ciao Pomodoraio, mi sembra che ci abbiano provato in tutte le maniere per aiutarti per il tuo tunnel di pastorizzazione. Senza PLC, ma con un HMI e inverter, abbiamo sistemato un bel pò di tappeti, semplicemente come ha detto batta e lasciando il prox sulla ruota dentata, come controllo di rotazione. 

 

Buona serata, Ennio

Share this post


Link to post
Share on other sites
pomodoraio

Che centra ETR voi siete avanzati nella programmazione , io cerco di imparare , comunque in un giro di ingranaggio il nastro si sposta di 812.8 mm

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
pomodoraio

come faccio questa misura a trasferirla in tempo ???

Share this post


Link to post
Share on other sites
pomodoraio
9 ore fa, Livio Orsini scrisse:

 

Scusa perchè non dai un po' di dati reali.

Quanti denti ha la ruota?

Una rotazione completa della ruota corrisponderà ad un determinato spsotamento del nastro: quanto è questo spostamento?

Qual'è la velocità minima e massima a cui può scorrere il nasstro?

 

In base a questi dati si può fare la migliore ipotesi di soluzione, se nza dati si discute del nulla.

un giro della ruota dentata corrisponde allo spostamento del nastro di 812.8mm

Share this post


Link to post
Share on other sites
dnmeza

sei molto limitato nelle risposte, Ti era stato chiesto anche di misurare la lunghezza del tragitto (nastro) e di cronometrare a seconda fosse a 50 / 60 Hz il tempo dall'inizio alla fine dello spostamento , basta mettere un segno, "un coso", e cronometrare, un giro della ruota non vuol dire nulla, il rapporto di trasmissione, il rapporto tra diametri, è una ruota dentata su una madrevite ? se non sai esprimerti metti delle foto, non una ma 5 minimo

Share this post


Link to post
Share on other sites
batta
Quote

come faccio questa misura a trasferirla in tempo ???

Dunque, mi pare di capire che la soluzione del calcolo della velocità con la quale pilotare l'inverter non ti piace. Sarei curioso di sapere perché.

Eppure, era la pi√Ļ semplice e razionale: imposti il tempo di pastorizzazione, ed il sistema si adatta. Al limite, potresti usare la ruota dentata come controllo.

Invece preferisci usare la ruota ed il sensore per rilevare la velocità del tappeto, calcolare il tempo di pastorizzazione corrispondente, visualizzare questo tempo sul pannello operatore, modificare manualmente (con potenziometro) la velocità fino ad ottenere il tempo di pastorizzazione desiderato.
Ho capito bene? Se è così, non ti pare una soluziona contorta e poco pratica?
Comunque, se colleghi il sensore ad un contatore veloce e configuri il contatore per la misura di frequenza, nota la frequenza ti basta poi un banale calcolo per risalire alla velocità del tappeto.

Per esempio:

V = L * F / N

dove:

V = velocità in mm/s
L = lunghezza corrispondente ad un giro completo della ruota in mm (812.8 mm)
F = frequenza misurata in Hz

N = numero di denti della ruota

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini
13 ore fa, pomodoraio scrisse:

un giro della ruota dentata corrisponde allo spostamento del nastro di 812.8mm ÔĽŅ

 

Perchè non dai tutti i dati?

Ti è così difficile scrivere?

Share this post


Link to post
Share on other sites
dnmeza
20 ore fa, pomodoraio scrisse:

ho il tia portal professional , faccio gia dei programmi , anche con ingressi di processo analogici

 

20 ore fa, pomodoraio scrisse:

ho solo chiesto semplicemente cosa dovrei implementare . visto che sul processo vi è uno strumento che fa gia questo che dobbiamo togliere poiche non legge piu

??????? e non riesci ad sviluppare o "applicare" i suggerimenti proposti fino ad ora, dove ti scontri o non riesci a capire o attuare di questi suggerimenti ? cosa non ti piace o forse cosa non si riesce a capire/interpretare su quello che Vuoi fare ??

Edited by dnmeza

Share this post


Link to post
Share on other sites
pomodoraio

Io non sto critcando nessuno anzi ringrazio per i suggerimenti , sicuramente coloro che hanno fornito la risposta sono molto piu avanti di me , quindi si esprimono come dovreste esprimervi , sono io che sono lontano dal capire una risposta e devo analizzarla per bene . Tutto qua . Quindi mi scuso se ho utilizzato linguaggi non conformi ... Grazie comunque

Share this post


Link to post
Share on other sites
pomodoraio
12 ore fa, batta scrisse:

Dunque, mi pare di capire che la soluzione del calcolo della velocità con la quale pilotare l'inverter non ti piace. Sarei curioso di sapere perché.

Eppure, era la pi√Ļ semplice e razionale: imposti il tempo di pastorizzazione, ed il sistema si adatta. Al limite, potresti usare la ruota dentata come controllo.

Invece preferisci usare la ruota ed il sensore per rilevare la velocità del tappeto, calcolare il tempo di pastorizzazione corrispondente, visualizzare questo tempo sul pannello operatore, modificare manualmente (con potenziometro) la velocità fino ad ottenere il tempo di pastorizzazione desiderato.
Ho capito bene? Se è così, non ti pare una soluziona contorta e poco pratica?
Comunque, se colleghi il sensore ad un contatore veloce e configuri il contatore per la misura di frequenza, nota la frequenza ti basta poi un banale calcolo per risalire alla velocità del tappeto.

Per esempio:

V = L * F / N

dove:

V = velocità in mm/s
L = lunghezza corrispondente ad un giro completo della ruota in mm (812.8 mm)
F = frequenza misurata in Hz

N = numero di denti della ruota

 

Ottimo come suggerimento anzi di grande rilievo , riuscendo a gestire questa equazione sempre che riesco a progettarla , va bene per tutte le le applicazione , devo solo far funzionare il contatore veloce . Anche quella dell'inverter è ottimo come suggerimento , ma poi sono collegato all'inverter e se l'inverter si rompe devo per forza in pochissimo tempo sostituirlo con uno equivlente , e nel caso non ho disponibilita , devo programmare uno diverso in tempi rapidissimi . Invece riuscendo a d implementare l'equazione , sono collegato solo al sensore se non vsdo errato

 

comunque un grazie a tutti per la disponibilita .

Share this post


Link to post
Share on other sites
max.bocca

Non è esattamente così, o fai un sistema retroazionato altrimenti il sensore serve solo per verificare a che velocità sta funzionando il macchinario. La velocità se la comandi da un potenziometro direttamente collegato al convertitore di frequenza è svincolato quindi sei tu che aggiusti il riferimento in funzione alla velocità misurata.

Comunque a quando si sostituisce un inverter un minimo di parametri sono da inserire....uno pi√Ļ o meno non fa la differenza l'essenziale √® sapere cosa va dichiarato..

Share this post


Link to post
Share on other sites
dnmeza
21 minuti fa, pomodoraio scrisse:

poi sono collegato all'inverter e se l'inverter si rompe devo per forza in pochissimo tempo sostituirlo con uno equivlente , e nel caso non ho disponibilita , devo programmare uno diverso in tempi rapidissimi

questa è una risposta sensata, che rispecchia le varie ipotesi di guasto, e quindi di necessità che puoi avere

Share this post


Link to post
Share on other sites
batta
Quote

ma poi sono collegato all'inverter e se l'inverter si rompe devo per forza in pochissimo tempo sostituirlo con uno equivlente

Puoi sempre optare per un inverter non collegato in rete col PLC, ma con scambio di segnali tramite IN/OUT digitali, e una uscita analogica per il riferimento di velocità.
In questo modo, potrai sostituire l'inverter con uno qualsiasi, anche di altra marca.

Comunque, il guasto di un inverter non √® cos√¨ frequente. E poi, stai sicuro che si guaster√† sempre l'unico componente che non riuscirai a reperire in tempi brevi (la legge di Murphy non sbaglia mai ūüėČ ).

Share this post


Link to post
Share on other sites
pomodoraio
il 29/12/2018 at 17:01 , batta scrisse:

Puoi sempre optare per un inverter non collegato in rete col PLC, ma con scambio di segnali tramite IN/OUT digitali, e una uscita analogica per il riferimento di velocità.
In questo modo, potrai sostituire l'inverter con uno qualsiasi, anche di altra marca.

Comunque, il guasto di un inverter non √® cos√¨ frequente. E poi, stai sicuro che si guaster√† sempre l'unico componente che non riuscirai a reperire in tempi brevi (la legge di Murphy non sbaglia mai ūüėČ ).

Sicuramente sar√† cos√¨ scambio solo i digitali feedback , fault , e digitale velocit√†.... O 4.20 ma oppure 0, 10v . Giustamente se salta l'inverter , sostuisco subito con uno qualsiasi preso.nella salumeria ūü§£ . Grazie a.tutti per le intuizioni . Appena metto in pratica.¬† Posto tutto.il progetto .¬†

Share this post


Link to post
Share on other sites
dimo2474
22 ore fa, pomodoraio scrisse:

ostuisco subito con uno qualsiasi preso.nella salumeria ūü§£ ¬†

Secondo me devi prenderlo in farmacia ……………… 

Share this post


Link to post
Share on other sites
dimo2474
il ‚Äé29‚Äé/‚Äé12‚Äé/‚Äé2018 at 12:35 , pomodoraio scrisse:
il ‚Äé29‚Äé/‚Äé12‚Äé/‚Äé2018 at 12:35 , pomodoraio scrisse:

V = L * F / N

dove:

V = velocità in mm/s
L = lunghezza corrispondente ad un giro completo della ruota in mm (812.8 mm)
F = frequenza misurata in Hz

N = numero di denti della ruota ÔĽŅ

 

 

Perdonami ……… dirlo subito che ti serviva la formula ? 

Ciao 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

×
×
  • Create New...