Jump to content
PLC Forum


sh4ido

Pulsante striscia Led e trasformatore 24v

Recommended Posts

sh4ido

Buongiorno a tutti, devo realizzare l’illuminazione a soffitto del salotto con strisce led incassate nel controsoffitto, sarà un rettangolo di circa 9metri lineari e con il negozio di illuminotecnica abbiamo ipotizzato di montare delle strisce da 12,5watt/m e relativo trasformatore 220v -> 24v da 150w.

 

Quello che però non sono riuscito a capire con il tipo del negozio è come predispormi per l’accensione di questo “lampadario”.. 

 

In salotto avrò 3 punti di accensione, avevo quindi pensato di montare 1 relè e 3 pulsanti, quello che vorrei sapere è:

- va bene come soluzione?

- il relè deve essere messo sulla tratta 220v o sulla tratta 24v (in questo caso perchè? non è meglio non mantenere il trasformatore sempre alimentato?)

- nel caso volessi (è per capire perché la mia lei lo vorrebbe) poter dimmerare l’illuminazione con un dimmer di quelli da frutto (quindi no telecomandi o altro, ma normalissimo dimmer bticino a rotellina o a pulsante 2moduli) cosa cambierebbe? Servirebbe un trasformatore dimmerabile? Qualche altro dispositivo da mettere prima o dopo il trasformatore?

 

In allegato una foto di quello che andrò a realizzare e il trasformatore proposto

 

B8B64B2A-3D9F-413A-A6CA-3C8717AB1E28.thumb.jpeg.814be035298787031abf356614bb2461.jpegD97A2A18-5B56-4496-86DB-8495EFCB649C.thumb.jpeg.468c031de4fa134d00a452c8a0cda7b8.jpeg6BFBE966-78B1-4176-A1B3-4B43BCA276DD.thumb.jpeg.72eed3661d902449fbb558908fa910d2.jpeg

 

Grazie infinite!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gionatan Toldo

Ciao,

Per poter dimmerare non puoi utilizzare Relé.

O comunque per poter accendere/spegnere/dimmerare in un singolo frutto e da 3 punti luce distinti devi usare un dimmer Push PWM a 12-24VDC e non i dimmer B-Ticino triac a 220VAC, per vari motivi, sia tecnici sia economicamente non conviene per quello che la vecchia tecnologia Triac taglio di fase offre per i LED.

Potrai in ogni caso utilizzare pulsanti su frutto della stessa serie degli altri interruttori senza quindi variare l'estetica della placca e/o interruttori adiacenti.

 

Per domani riesco a fornire maggiori dettagli.

 

Comunque dovresti dare maggiori informazioni sulla striscia LED.. se é tipo standard con resistori o se é della tipologia corrente costante con transistor.

 

Se non hai idea, posta una foto o immagine della striscia LED non accesa.

 

Normalmente nei sistemi dimmerabili vengono utilizzate strisce LED (o altri corpi illuminanti) più potenti del necessario.. (quindi 12,5 watt/metro mi sembrano davvero pochi ma bisognerebbe sapere i lumen al metro).. in modo di poter sfruttare appieno il sistema dimmer ed i benefici di un sistema LED che normalmente lavora al 70%. Poi nelle situazioni particolari può lavorare al 1% come al 100%.

 

 

Edited by Gionatan Toldo

Share this post


Link to post
Share on other sites
sh4ido
6 ore fa, Gionatan Toldo scrisse:

Ciao,

Per poter dimmerare non puoi utilizzare Relé.

O comunque per poter accendere/spegnere/dimmerare in un singolo frutto e da 3 punti luce distinti devi usare un dimmer Push PWM a 12-24VDC e non i dimmer B-Ticino triac a 220VAC, per vari motivi, sia tecnici sia economicamente non conviene per quello che la vecchia tecnologia Triac taglio di fase offre per i LED.

Potrai in ogni caso utilizzare pulsanti su frutto della stessa serie degli altri interruttori senza quindi variare l'estetica della placca e/o interruttori adiacenti.

 

Per domani riesco a fornire maggiori dettagli.

 

Comunque dovresti dare maggiori informazioni sulla striscia LED.. se é tipo standard con resistori o se é della tipologia corrente costante con transistor.

 

Se non hai idea, posta una foto o immagine della striscia LED non accesa.

 

Normalmente nei sistemi dimmerabili vengono utilizzate strisce LED (o altri corpi illuminanti) più potenti del necessario.. (quindi 12,5 watt/metro mi sembrano davvero pochi ma bisognerebbe sapere i lumen al metro).. in modo di poter sfruttare appieno il sistema dimmer ed i benefici di un sistema LED che normalmente lavora al 70%. Poi nelle situazioni particolari può lavorare al 1% come al 100%.

 

 

 

6 ore fa, Gionatan Toldo scrisse:

Ciao,

Per poter dimmerare non puoi utilizzare Relé.

O comunque per poter accendere/spegnere/dimmerare in un singolo frutto e da 3 punti luce distinti devi usare un dimmer Push PWM a 12-24VDC e non i dimmer B-Ticino triac a 220VAC, per vari motivi, sia tecnici sia economicamente non conviene per quello che la vecchia tecnologia Triac taglio di fase offre per i LED.

Potrai in ogni caso utilizzare pulsanti su frutto della stessa serie degli altri interruttori senza quindi variare l'estetica della placca e/o interruttori adiacenti.

 

Per domani riesco a fornire maggiori dettagli.

 

Comunque dovresti dare maggiori informazioni sulla striscia LED.. se é tipo standard con resistori o se é della tipologia corrente costante con transistor.

 

Se non hai idea, posta una foto o immagine della striscia LED non accesa.

 

Normalmente nei sistemi dimmerabili vengono utilizzate strisce LED (o altri corpi illuminanti) più potenti del necessario.. (quindi 12,5 watt/metro mi sembrano davvero pochi ma bisognerebbe sapere i lumen al metro).. in modo di poter sfruttare appieno il sistema dimmer ed i benefici di un sistema LED che normalmente lavora al 70%. Poi nelle situazioni particolari può lavorare al 1% come al 100%.

 

 

 

Ciao e innanzitutto grazie! Purtroppo non ho ancora la striscia e non ho bene idea di quali caratteristiche avrà, nel preventivo del negozio risulta solo scritto "Stirp led 12,5w 3000K CRI90 24v" marca "ELC" (dice ad alta efficienza energetica, .. All'inizio eravamo partiti con 17Watt al metro, poi considerando le dimensioni del salotto (circa 5x5 metri) e che questo "rettangolo luminiso" sarà di 3,30 * 1,60 metri posizionato al centro, il negoziante mi ha consigliato di scendere sulla 12.5watt/m..

 

Riguardo il discorso del dimmer in realtà era davvero un in più.. Io a casa dei miei avevo il salotto dimmerabile e ammetto che in 30 anni non l'ho mai usato.. Riguardo invece l'utilizzo dei pulsanti + relè è consigliabile comandare con il relè la 220v o la 24v?

 

Grazie davvero e buona serata!!

 

Flavio

Share this post


Link to post
Share on other sites
sh4ido

Allego le specifiche della striscia led proposta dal venditore:

 

B934CC92-C0AC-4BA4-AD99-AADDA535D7A2.thumb.png.a9342b36ba5e678cbb415d6cadbb6217.png29A9C5DF-250F-4CE0-85F0-BA87F8642E71.thumb.png.78befd113cfdb9443d97d41a033d4237.png

Share this post


Link to post
Share on other sites
patatino59
11 ore fa, sh4ido scrisse:

Riguardo invece l'utilizzo dei pulsanti + relè è consigliabile comandare con il relè la 220v o la 24v?

E' piu semplice accendere e spegnere lato 220V

Share this post


Link to post
Share on other sites
sh4ido
43 minuti fa, patatino59 scrisse:

E' piu semplice accendere e spegnere lato 220V

Grazie, è pensabile pensare di controllare l’illuminazione con i pulsanti più relè per l’accensione e poi mettere un dimmer controllato dal telecomandino sulla linea 24v? Xké in questo modo se fattibile  manterrei l’accensione a pulsante, ma accontenterei la mia signora sulla possibilità di regolare l’intensita...

 

In questo caso come da suggerimento opterei per una stripled da 17w/m

Share this post


Link to post
Share on other sites
Microchip1967

Azz... L80 B50 a 30000 ore?

Vuol dire che dopo 30000 ore solo il 50% dei led arriverà all'80% della resa dichiarata.(e l'altro 50% potrebbe avere una resa inferiore o non funzionare...)

 

Ho visto inoltre la foto dei driver e non mi sembrano dimmerabili

Share this post


Link to post
Share on other sites
sh4ido
6 ore fa, Microchip1967 scrisse:

Azz... L80 B50 a 30000 ore?

Vuol dire che dopo 30000 ore solo il 50% dei led arriverà all'80% della resa dichiarata.(e l'altro 50% potrebbe avere una resa inferiore o non funzionare...)

 

Ho visto inoltre la foto dei driver e non mi sembrano dimmerabili

 

😢 Onestamente non ne sapevo nulla... immagino quindi non sia un prodotto valido e adatto per illuminare un salotto dove le ore di accensione saranno decisamente tante..... Esistono strip led più indicate per il mio scopo? Grazie!

 

P.s. per l'idea di controllare l'accensione tramite relè sulla 220v e poi mettere un dimmer controllato dal telecomandino sulla linea 24v ti sembra un'idea valida?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gionatan Toldo

Puoi sia utilizzare un radiocomando sia pulsanti su frutto in contemporanea. Un sistema dimmer viene più utilizzato se i comandi sono fissi a parete. Il radiocomando e/o comando dal telefono dovrebbe essere visto come opzione e non come azionamento principale.

Queste tipologie di comando possono essere sia lato 220VAC (AC Triac), sia lato 24VDC (PWM), sia integrate nell'alimentatore/driver (PWM).

 

Intanto determina la potenza della striscia che vuoi installare e la modalità di azionamento del dimmer, successivamente si scelgono le elettroniche.

 

Io non starei sotto i 2500-3000lumen/metro dato che vuoi dimmerare il tutto e usare profili con cover in policarbonato milky e trasparenza del 88% per avere un "effetto tipo neon" e non puntinato.

 

 

Edited by Gionatan Toldo

Share this post


Link to post
Share on other sites
sh4ido
6 ore fa, Gionatan Toldo scrisse:

Puoi sia utilizzare un radiocomando sia pulsanti su frutto in contemporanea. Un sistema dimmer viene più utilizzato se i comandi sono fissi a parete. Il radiocomando e/o comando dal telefono dovrebbe essere visto come opzione e non come azionamento principale.

Queste tipologie di comando possono essere sia lato 220VAC (AC Triac), sia lato 24VDC (PWM), sia integrate nell'alimentatore/driver (PWM).

 

Intanto determina la potenza della striscia che vuoi installare e la modalità di azionamento del dimmer, successivamente si scelgono le elettroniche.

 

Io non starei sotto i 2500-3000lumen/metro dato che vuoi dimmerare il tutto e usare profili con cover in policarbonato milky e trasparenza del 88% per avere un "effetto tipo neon" e non puntinato.

 

 

Grazie, si assolutamente utilizzerei il profilo in policarbonato. Sui lumen non avevo considerato il “filtraggio” del policarbonato, quel che mi “spaventava” della strip led da 17,5W/m è che sviluppa 2200 lumen/m che per quasi 10mt di striscia led (posizionata a forma di rettangolo) sono quasi 22.000 lumen ottenendo quindi circa 880 lux su un salotto da 25mq...

 

Ovunque leggo che i lux in salotto dovrebbero essere 150/200 non vorrei realizzare qualcosa che poi abbagli o possa essere fastidiosa costringendomi a tenerla sempre dimmerata..

 

Gia con la 12,5w/m che da 3000K sviluppa 1720 lumen/m considerando di perdere il 20% per via del policarbonato avrei circa 550 lux.... più del doppio di quanto mi sembra di aver capito sia il valore che consigliano..

 

Vi prego di aiutarmi a capire se sto sbagliando qualcosa, anche banalmente i calcoli o se sto facendo valutazioni errate... Purtroppo la mia esperienza con i led è pressoché nulla e non so com’è la resa..

 

Grazie :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gionatan Toldo
il 02 aprile 2019 at 23:15 , sh4ido scrisse:

Ovunque leggo che i lux in salotto dovrebbero essere 150/200 non vorrei realizzare qualcosa che poi abbagli o possa essere fastidiosa costringendomi a tenerla sempre dimmerata..

 

La dimmerazione anche se costante é solo un beneficio per l'intero sistema d'illuminazione, nella durata ed in termini di efficienza.

 

Se ad esempio ho un LED da 1 watt che ha una efficienza di 100lumen/watt, quando esso lavora a 0,5 watt la sua efficienza sale a 120 lumen/watt.

 

Oltre a questo, anche l'alimentatore lavora ad una % inferiore, e ne giova la sua durata.

 

In un sistema LED dimmerabile non sussiste l'effetto accecamento. Se poi posizioni profili in alluminio protetti da cover in policarbonato milky.. anche alla massima potenza non si ha l'accecamento.

 

Per questo dovrebbe sempre essere installato un corpo illuminante più potente delle esigenze nei sistemi dimmerabili; quando viene richiesto un sistema dimm costa di più di un sistema non-dimmerabile ed il cliente si aspetta ovviamente maggiori performance sotto qualsiasi aspetto.

 

Edited by Gionatan Toldo

Share this post


Link to post
Share on other sites
sh4ido
il 4/4/2019 at 21:43 , Gionatan Toldo scrisse:

La dimmerazione anche se costante é solo un beneficio per l'intero sistema d'illuminazione, nella durata ed in termini di efficienza.

 

Se ad esempio ho un LED da 1 watt che ha una efficienza di 100lumen/watt, quando esso lavora a 0,5 watt la sua efficienza sale a 120 lumen/watt.

 

Oltre a questo, anche l'alimentatore lavora ad una % inferiore, e ne giova la sua durata.

 

In un sistema LED dimmerabile non sussiste l'effetto accecamento. Se poi posizioni profili in alluminio protetti da cover in policarbonato milky.. anche alla massima potenza non si ha l'accecamento.

 

Per questo dovrebbe sempre essere installato un corpo illuminante più potente delle esigenze nei sistemi dimmerabili; quando viene richiesto un sistema dimm costa di più di un sistema non-dimmerabile ed il cliente si aspetta ovviamente maggiori performance sotto qualsiasi aspetto.

 

 

Grazie! Oggi mi sono recato in un altro negozio e li effettivamente anche loro per i miei 10mt di striscia mi hanno suggerito i 17.5w dividendo il rettangolo in due L da 5 metri ciascuno. Loro trattano trasformatori e strip led di marca Elcom solo che mi hanno suggerito invece di mettere un trasformatore da 200w di metterne 2 da 100... fin qui anche tutto bene, quel che poi tornando a casa mi sono chiesto è stato: Ma se poi volessi dimmerare, come faccio se ho 2 linee “distinte” di 24v? Posso gestire tutto con un solo dimmer? Grazie mille

Edited by sh4ido

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gionatan Toldo

Hai fatto bene a farti questa domanda.

Si, si può fare ma nei sistemi dimmer conviene avere meno alimentatori possibili per vari motivi tecnici ed economici.

Quindi procedi con un unico alimentatore da 200 watt, magari Mean Well tipo LRS-200-24.

Edited by Gionatan Toldo

Share this post


Link to post
Share on other sites
sh4ido
7 ore fa, Gionatan Toldo scrisse:

Hai fatto bene a farti questa domanda.

Si, si può fare ma nei sistemi dimmer conviene avere meno alimentatori possibili per vari motivi tecnici ed economici.

Quindi procedi con un unico alimentatore da 200 watt, magari Mean Well tipo LRS-200-24.

Grazie mille, questo è perfetto per il mio scopo! Ieri sul catalogo del negozio non lo avevo trovato. Come mi consigli di precedere per poter avere 3 punti di accensione + dimmer? gli metto un relè davanti sulla 220 per l’accensione e spegnimento  un dimmer sul 24v? Grazie!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
sh4ido

Oppure mettendo io la serie BTicino Living Now non so se si può installare il dimmer universale K4411 che però non è connesso ma vabbè.. pazienza...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gionatan Toldo
5 ore fa, sh4ido scrisse:

Grazie mille, questo è perfetto per il mio scopo! Ieri sul catalogo del negozio non lo avevo trovato.

 

Elcart ed altri brand questo modello non lo trattano, perché è fuori il loro circuito di rivendita.

 

5 ore fa, sh4ido scrisse:

Come mi consigli di precedere per poter avere 3 punti di accensione + dimmer? gli metto un relè davanti sulla 220 per l’accensione e spegnimento  un dimmer sul 24v?

 

Con queste elettroniche push dimmer DC PWM puoi accendere/spegnere/dimmerare da 3 o più punti in contemporanea. Inoltre puoi azionare il sistema da radiocomandi etc..

 

dimm push.JPG

 

Quote

Oppure mettendo io la serie BTicino Living Now non so se si può installare il dimmer universale K4411 che però non è connesso ma vabbè .

 

No, non va bene, questo è un dimmer AC triac taglio di fase per il 220VAC e non è compatibile con gli alimentatori Mean Well (per lo meno direttamente e senza altre interfacce tra le unità).

Edited by Gionatan Toldo

Share this post


Link to post
Share on other sites
sh4ido
10 ore fa, Gionatan Toldo scrisse:

 

Elcart ed altri brand questo modello non lo trattano, perché è fuori il loro circuito di rivendita.

 

 

Con queste elettroniche push dimmer DC PWM puoi accendere/spegnere/dimmerare da 3 o più punti in contemporanea. Inoltre puoi azionare il sistema da radiocomandi etc..

 

dimm push.JPG

 

 

No, non va bene, questo è un dimmer AC triac taglio di fase per il 220VAC e non è compatibile con gli alimentatori Mean Well (per lo meno direttamente e senza altre interfacce tra le unità).

Ok grazie, dimmer BTicino quindi lo escludo. Negli schemi che mi hai mostrato però vedo che l'alimentatore rimarrebbe sempre in tensione. A questo punto come la vedi se davvero optassi per la soluzione relè sulla 220v e dimmer (gestito con telecomando) sulla 24v?

 

In questo scenario:

 

E' lecito togliere tensione ai trasformatori? Crea problemi accenderli e spegnerli? O ritardi nell'accensione della striscia?

Quale accessorio dovrei acquistare da mettere sul 24V per dimmerare con un telecomandino?

Dopo uno spegnimento (lato 220) il dimmer si ricorda l'impostazione precedente?

 

Davvero grazie, sto pian piano costruendo la soluzione 🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gionatan Toldo
18 ore fa, sh4ido scrisse:

E' lecito togliere tensione ai trasformatori? Crea problemi accenderli e spegnerli? O ritardi nell'accensione della striscia?

 

Un alimentatore LRS-200-24 consuma a vuoto meno di 0,75 watt... e qualsiasi apparecchio elettronico (PC, TV, frigorifero, lavatrice, carica batterie dei telefoni sempre attaccati alla presa elettrica che mai o quasi mai scolleghiamo anche se non stanno caricando il telefono)... hanno la stessa problematica, e spesso e volentieri i consumi a vuoto superano i 2-5 watt.

Se vai ad interrompere il lato 220VAC hai "lag" tra il passaggio da spento ed acceso e viceversa che può superare i 0,5 secondi... oltre a questo perderesti l'accensione e spegnimento soft dato dalla centralina dimmer, non potresti comandare l'accensione dal radiocomando se il sistema non è sotto tensione e perderesti la funzionalità dimmer dai pulsanti a parete.

Per come la vedo io non ha senso.

 

18 ore fa, sh4ido scrisse:

Quale accessorio dovrei acquistare da mettere sul 24V per dimmerare con un telecomandino?

 

Il dimmer push+RF più piccolo 1x8A che comunque supporta 192 watt a 24VDC:

http://rgbwledsystems.com/abante/index.php?rt=product/product&path=82_116_131&product_id=380

 

Il modello più potente supporta fino a 1 x 20A quindi 480 watt a 24 volt.

 

Se hai intenzione di espandere il sistema in futuro in multi-zona, ti conviene un radiocomando a 4 zone o superiore.

 

18 ore fa, sh4ido scrisse:

Dopo uno spegnimento (lato 220) il dimmer si ricorda l'impostazione precedente?

 

Si, togliendo e ripristinando l'alimentazione, oppure con accensione da pulsante o da radiocomando torna l'ultimo stato di dimmerazione impostato. Eventualmente con radiocomandi di alta gamma puoi anche salvare delle scene cromatiche etc..

Share this post


Link to post
Share on other sites
sh4ido

Wow grazie!!! Devo solo riflettere sulla questione "dimmerabilità".. Perché volendo mettere tutto BTicino Living Now avrei potuto utilizzare il relè connesso (sulla parte 220) per accendere e spegnere le luci (integrato con homekit e tutto l'ecosistema) ed eventualmente per accontentare la moglie il dimmer col telecomandino... Certo la questione lag in accensione/spegnimento potrebbe essere fastidiosa, al contrario è fica l'accensione e spegnimento soft data dal dimmer.... Mmmmm...

 

Per i trasformatori, va bene una scatola PT7 (294x152x70)? Per dargli piu aria potrei aprirla sul fondo lasciando "scoperta" l'intercapedine del muro.. Dentro ci andrebbe il trasformatore da 200W che mi hai consigliato e un altro da 75W per le luci del corridoio (ma questa è poca roba e si accenderebbero poco).. Altrimenti dovrei passare alla PT8 ma è davvero enorme.. 392X152X70...

Edited by sh4ido

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gionatan Toldo

 

19 ore fa, sh4ido scrisse:

Per i trasformatori, va bene una scatola PT7 (294x152x70)?


Si, ci stanno due alimentatori uno da 200 watt e l'altro da 75 watt (LRS-200-24 e LRS-75-24).

Al limite puoi installare anche un UHP-200-R-24 che ha dimensioni dimezzate rispetto il LRS-200-24, ma costa di più per via della maggiore miniaturizzazione della sua componentistica.

Share this post


Link to post
Share on other sites
sh4ido
il 7/4/2019 at 00:34 , Gionatan Toldo scrisse:

procedi con un unico alimentatore da 200 watt, magari Mean Well tipo LRS-200-24.

 

Scusatemi, qual'è la differenza tra i modelli LRS-200-24 e RSP-200-24?

 

Edit: Aggiungo una domanda, nelle specifiche dell'LRS leggo "SETUP, RISE TIME 1300ms, 50ms/230VAC  1300ms,50ms/115VAC  at full load", ma questo vuol dire che da quando gli do alimentazione ci mette 1.3secondi ad accendere le luci??

Edited by sh4ido

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gionatan Toldo

La differenza é che ti propinano il RPS-200 e non LRS-200 perché in Italia non entra nella rete commerciale standard (come tanti altri Mean Well).

Noi gli LRS-200 li abbiamo perché li importiamo direttamente, al di fuori delle solite catene commerciali convenzionali (inclusi modelli a 36 o 48VDC).

Gli LRS sono più economici degli RSP.

Dai test a banco non hanno nessuna differenza nei tempi di accensione o altri parametri tecnici. L'unica differenza (oltre al prezzo), é che negli RSP la commutazione tra il voltaggio a 110-220VAC é automatica, negli LRS manuale attraverso switch, ma sempre impostato dal costruttore in base all'origine dell'ordine. 

 

PS: queste info e molte altre non le sanno i negozianti che rivendono solamente un determinato marchio..

 

Edited by Gionatan Toldo

Share this post


Link to post
Share on other sites
sh4ido

Grazie, quindi in fin dei conti sono uguali... Vedendo sulle specifiche tecniche cè qualche piccola differenza ma poca roba.. Una che mi salta all'occhio è quel SETUP Time che negli LRS è di 1300ms mentre negli RSP di 1500ms.

 

LRS-200: https://www.meanwell.com/productPdf.aspx?i=435

RSP-200: https://www.meanwell.com/productPdf.aspx?i=437

 

E' quindi vero che dal momento in cui do corrente passano circa 1.5 secondi prima che si accenda la luce?

 

A questo punto ti chiedo anche: ma quindi tu hai un negozio? Dove posso vedere prezzi e disponibilità?

Edited by sh4ido

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gionatan Toldo
7 ore fa, sh4ido scrisse:

quindi vero che dal momento in cui do corrente passano circa 1.5 secondi prima che si accenda la luce?

 

No. É di parecchio inferiore.. siamo nell'ordine dei 300-500ms. 

Quel dato é un valore massimale.. ovvero Mean Well garantisce questo tempo di accensione da quando l'alimentatore é nuovo a quando ha 5-7anni di vita.  

Hanno un margine molto elevato in alcuni parametri ma per questo sono tra i migliori alimentatori.

 

http://rgbwledsystems.com/abante/

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...