Jump to content
PLC Forum


independence

Info interruttore doppia alimentazione

Recommended Posts

independence

Salve a tutti,  volevo un informazione , abbiamo un cancello automatico in comune con un altro vicino e per semplificare vorrei installare un interruttore a doppia alimentazione interbloccato alimentato dal mio e il suo contatore facendo così in modo di alimentarlo ad es 1 anno con il mio ed il successivo con il suo ... è  fattibile come cosa? Quale interruttore sarebbe da acquistare?

Edited by independence

Share this post


Link to post
Share on other sites

Darlington

un bipolare rotativo a tre posizioni, i classici 1-0-2 per capirci, questo a livello tecnico dovrebbe essere sufficiente, poi il discorso normativo e di convenienza è un altro paio di maniche 

Share this post


Link to post
Share on other sites
independence
2 minuti fa, Darlington ha scritto:

un bipolare rotativo a tre posizioni, i classici 1-0-2 per capirci, questo a livello tecnico dovrebbe essere sufficiente, poi il discorso normativo e di convenienza è un altro paio di maniche 

Ok ,

Puoi essere più chiaro sul discorso normativo e di convenienza?

Grazie 1000

Share this post


Link to post
Share on other sites
ROBY 73

Ciao independence,

sicuramente ti serve un commutatore a 2 poli e puoi vedere questo:

https://www.se.com/it/it/product/A9E18074/commutatore-issw-20a-3-posizioni-2-circuiti/?range=61713-issw&node=12368260829-linear-switches&parent-subcategory-id=1640

da posizionare in un quadro con barra DIN, oppure anche questo:

https://www.se.com/it/it/product/A9E15120/commutatore-icmb-10a-3-posizioni-2-circuiti/?range=61092-icm-b%2C-d%2C-e%2C-c%2C-v%2C-a&node=12144430034-selector-switch&parent-subcategory-id=1640

a manopola, ma devi avere un po' più di spazio in profondità nel quadro rispetto a quello sopra, altrimenti se lo devi installare in uno sportello del quadro, va bene questo:

https://www.se.com/it/it/product/K10D002UCH/commutatore-a-camme---2-poli---60°---10-a---per-ø16-o-22-mm/?range=638-harmony-k---k30-to-k50---k1-and-k3&node=12144358236-complete-cam-switches

 

Ora ti ho indicato i prodotti di SCHNEIDER, ma qualsiasi marca tipo ABB, BTicino, GEWISS, ecc........ ce li ha a catalogo, casomai se ci fai una foto del quadro dove va installato vediamo di coordinarlo con gli interruttori già esistenti (se ci sono).

Naturalmente a valle del commutatore andrà installato un interruttore magnetotermico / Differenziale per proteggere l'automazione

Share this post


Link to post
Share on other sites
independence
Il 27/10/2019 alle 22:40 , ROBY 73 ha scritto:

Ciao independence,

sicuramente ti serve un commutatore a 2 poli e puoi vedere questo:

https://www.se.com/it/it/product/A9E18074/commutatore-issw-20a-3-posizioni-2-circuiti/?range=61713-issw&node=12368260829-linear-switches&parent-subcategory-id=1640

da posizionare in un quadro con barra DIN, oppure anche questo:

https://www.se.com/it/it/product/A9E15120/commutatore-icmb-10a-3-posizioni-2-circuiti/?range=61092-icm-b%2C-d%2C-e%2C-c%2C-v%2C-a&node=12144430034-selector-switch&parent-subcategory-id=1640

a manopola, ma devi avere un po' più di spazio in profondità nel quadro rispetto a quello sopra, altrimenti se lo devi installare in uno sportello del quadro, va bene questo:

https://www.se.com/it/it/product/K10D002UCH/commutatore-a-camme---2-poli---60°---10-a---per-ø16-o-22-mm/?range=638-harmony-k---k30-to-k50---k1-and-k3&node=12144358236-complete-cam-switches

 

Ora ti ho indicato i prodotti di SCHNEIDER, ma qualsiasi marca tipo ABB, BTicino, GEWISS, ecc........ ce li ha a catalogo, casomai se ci fai una foto del quadro dove va installato vediamo di coordinarlo con gli interruttori già esistenti (se ci sono).

Naturalmente a valle del commutatore andrà installato un interruttore magnetotermico / Differenziale per proteggere l'automazione

Oh grazie 1000 

Gli interruttori magnetotermici differenziali ce li abbiamo già installati entrambi 

Share this post


Link to post
Share on other sites
independence

Speravo di trovare qualcosa di simile attacco din ma 0 1 2 .... affidabile tipo le marche che sono state citate sopra ma in rete ho trovato poco

Screenshot_20191030-050414_Amazon Shopping.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
desperado74
On ‎10‎/‎27‎/‎2019 at 10:37 PM, independence said:

 

Puoi essere più chiaro sul discorso normativo

 

Dovresti impiegare in commutarore di linea 1 0 2 conforme alla EN 60947, alloggiarlo in in quadro meglio se provvisto di serratura.

a valle del commutatore prevedere in MTD che assolva la  funzione sia di interruzione dell'alimentazione per manutenzione non elettrica, protezione della linea di alimentazione del cancello  e protezione differenziale (di tipo selettivo qual'ora l'alimentazione e' prelevata a valle del differenziale delle abitazioni).

Aggiungere nel centralino delle unita abitative un MT che protegga la linea che va dal centralino al nuovo quadro in comune.

poi dimenticavo , nel nuovo quadro va scritto “quadro con doppia sorgente di alimentazione”.

l 'impianto di terra e' in comune?

 

Edited by desperado74

Share this post


Link to post
Share on other sites
ROBY 73
15 ore fa, independence ha scritto:

Gli interruttori magnetotermici differenziali ce li abbiamo già installati entrambi 

Sì ok, ma attenzione che devono essere dedicati solamente all'automazione del cancello e collegati direttamente sotto i contatori ENEL (o chicchessia) ed essere impiegati solo per questa.

Che tipo di interruttori sono?    Posta una foto che è meglio.

 

15 ore fa, independence ha scritto:

Speravo di trovare qualcosa di simile attacco din ma 0 1 2 .... affidabile tipo le marche che sono state citate sopra ma in rete ho trovato poco

Non ho idea di "che roba" sia quello, (sinceramente lo lascerei perdere) ma quelli che ti ho indicato vanno più che benone (naturalmente come già detto coordinati alle idonee protezioni) e li trovi tranquillamente in rete o da un fornitore di materiale elettrico, poi vedi tu.

 

10 ore fa, desperado74 ha scritto:

Dovresti impiegare in commutarore di linea 1 0 2 conforme alla EN 60947, alloggiarlo in in quadro meglio se provvisto di serratura.

a valle del commutatore prevedere in MTD che assolva la  funzione sia di interruzione dell'alimentazione per manutenzione non elettrica, protezione della linea di alimentazione del cancello  e protezione differenziale (di tipo selettivo qual'ora l'alimentazione e' prelevata a valle del differenziale delle abitazioni).

Aggiungere nel centralino delle unita abitative un MT che protegga la linea che va dal centralino al nuovo quadro in comune.

Qui in effetti è da valutare come e dove sono i contatori ENEL  e da come è distribuito il percorso dei cavi, magari se ci spieghi la cosa si può suggerire qualcosa di idoneo.

 

10 ore fa, desperado74 ha scritto:

poi dimenticavo , nel nuovo quadro va scritto “quadro con doppia sorgente di alimentazione”.

Giustissima osservazione.

 

10 ore fa, desperado74 ha scritto:

l 'impianto di terra e' in comune?

Esatto, fai chiarezza

Share this post


Link to post
Share on other sites
independence

Le terre ognuno ha le sue

Share this post


Link to post
Share on other sites
desperado74
9 minutes ago, independence said:

Le terre ognuno ha le sue

Se non avete una terra " condominiale" è opportuno che il cancello abbia il suo impianto di terra separato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
hfdax

@independence scusa, non per farmi gli affari tuoi ma lo vuoi fare per ripartire equamente il costo energetico del cancello tra te e il vicino?

Share this post


Link to post
Share on other sites
independence
Il 2/11/2019 alle 17:42 , hfdax ha scritto:

@independence scusa, non per farmi gli affari tuoi ma lo vuoi fare per ripartire equamente il costo energetico del cancello tra te e il vicino?

Si per evitare di stare lì a fare i conti 

Pensavo un anno lo alimenta lui e il successivo io e viceversa 

Share this post


Link to post
Share on other sites
hfdax
2 ore fa, independence ha scritto:

Si per evitare di stare lì a fare i conti 

Pensavo un anno lo alimenta lui e il successivo io e viceversa 

In tal caso considera che il consumo energetico del tuo cancello elettrico a seconda che venga aperto / chiuso 2 o 10 volte al giorno andrà da un minimo di qualche euro ed un massimo di qualche decina di euro all'anno. Se hai seguito tutta la discussione ti sarai reso conto che installare il sistema a cui hai pensato avrebbe costi, anche solo di materiale, di ben altro livello Per non parlare della manodopera e della documentazione (se vuoi fare un lavoro nel rispetto della legge).

Share this post


Link to post
Share on other sites
independence

ciao a tutti grazie intanto per le risposte 

molto probabilmente sceglieremo lo switch con la doppia alimentazione (è quello che alla lunga fa evitare discussioni calcoli improbabili ò poco chiari etc.. ) 

 

faremo quasi sicuramente la spesa dello switch a doppia alimentazione che  correggetemi se sbaglio ...

sara collegato cosi 

contatore ----> mtd(salvavita)---->(1p+n c6 come interruttore generale cancello) e poi in ingresso lo switch a doppia alimentazione stessa cosa dall'altra parte giusto ? 

 

stavo cercando in rete qualche switch/ commutatori a levetta rotativi fatti un po bene perchè vogliamo spendere 1 volta sola ma avere qualcosa che duri 

che cosa ci consigliate oltre a quelli che abbiamo gia visto ?
 Grazie a tutti 

tengo a precisare che la mia è solo conoscenza ma il lavoro verrà fatto da tecnici esperti 

Share this post


Link to post
Share on other sites
desperado74
3 hours ago, independence said:

 

tengo a precisare che la mia è solo conoscenza ma il lavoro verrà fatto da tecnici esperti 

Allora fai scegliere a loro i materiali che ritengono piu idonei.

Se ti rilasceranno la DiCo sono curioso di sapere cosa scriveranno......

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
independence
59 minuti fa, desperado74 ha scritto:

Allora fai scegliere a loro i materiali che ritengono piu idonei.

Se ti rilasceranno la DiCo sono curioso di sapere cosa scriveranno......

 

 

No volevo un consiglio da voi su quali materiali scegliere (commutatore doppia alimentazione)

Per poterne poi discutere  con l l'elettricista....

Share this post


Link to post
Share on other sites
hfdax
1 ora fa, independence ha scritto:

No volevo un consiglio da voi su quali materiali scegliere (commutatore doppia alimentazione)

Tu vorresti che qualcuno ti dicesse: "scegli il dispositivo XXX della marca YYY che è di ottima qualità, ha un buon prezzo ecc.ecc." e probabilmente la tua successiva domanda sarebbe "dove lo posso acquistare al prezzo più conveniente?".

Non credo che avrai riposta.

E non pensare di poter acquisire grazie a qualche dritta ottenuta su questo forum la cognizione di causa necessaria a confrontarti con un professionista decente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
independence
57 minuti fa, hfdax ha scritto:

Tu vorresti che qualcuno ti dicesse: "scegli il dispositivo XXX della marca YYY che è di ottima qualità, ha un buon prezzo ecc.ecc." e probabilmente la tua successiva domanda sarebbe "dove lo posso acquistare al prezzo più conveniente?".

Non credo che avrai riposta.

E non pensare di poter acquisire grazie a qualche dritta ottenuta su questo forum la cognizione di causa necessaria a confrontarti con un professionista decente.

Vorrei semplicemente se è possibile sapere se ce un prodotto piu affidabile di un altro x evitare che mi montino o propinino robaccia

Sei fuori tema e pure fuori strada 

Se leggi su ho gia vari link a disposizione sul commutatore 1 / 0/2 

Non è  una ricerca del minor prezzo ma del miglior componente 

Edited by independence

Share this post


Link to post
Share on other sites
hfdax
34 minuti fa, independence ha scritto:

Vorrei semplicemente se è possibile sapere se ce un prodotto piu affidabile di un altro

Si ma anche se qualcuno te lo dicesse sarebbe una sua opinione e ci sarebbe un altro che la pensa diversamente e poi un altro ancora. Insomma non potresti avere una risposta definitiva che abbia un minimo di attendibilità. Qui ognuno ha preferenze diverse anche perché ha esperienze diverse.

Perciò a mio avviso Il miglior consiglio che ti si può dare è:

se vuoi l'affidabilità evita le cineserie a basso costo;

se vuoi risparmiare scegli le cineserie a basso costo.

Dove con cineseria non intendo dispositivo Made in China ma robaccia economica Made in Qualunque Paese privo di norme di prodotto decenti.

Tradotto in soldoni: scegli prodotti Europei.

Edited by hfdax

Share this post


Link to post
Share on other sites
independence
40 minuti fa, hfdax ha scritto:

Si ma anche se qualcuno te lo dicesse sarebbe una sua opinione e ci sarebbe un altro che la pensa diversamente e poi un altro ancora. Insomma non potresti avere una risposta definitiva che abbia un minimo di attendibilità. Qui ognuno ha preferenze diverse anche perché ha esperienze diverse.

Perciò a mio avviso Il miglior consiglio che ti si può dare è:

se vuoi l'affidabilità evita le cineserie a basso costo;

se vuoi risparmiare scegli le cineserie a basso costo.

Dove con cineseria non intendo dispositivo Made in China ma robaccia economica Made in Qualunque Paese privo di norme di prodotto decenti.

Tradotto in soldoni: scegli prodotti Europei.

Io nella mia poca conoscenza mi affiderei alla bticino o abb oppure Gewiss non ne conosco altre perciò chiedevo 

Share this post


Link to post
Share on other sites
ROBY 73
1 ora fa, independence ha scritto:

Io nella mia poca conoscenza mi affiderei alla bticino o abb oppure Gewiss non ne conosco altre perciò chiedevo 

Guarda che Schneider che ti ho consigliato fin dall'inizio non fa per niente schifo, anzi è meglio di Gewiss (secondo me), poi come ha detto più che giustamente hfdax:

2 ore fa, hfdax ha scritto:

Si ma anche se qualcuno te lo dicesse sarebbe una sua opinione e ci sarebbe un altro che la pensa diversamente e poi un altro ancora. Insomma non potresti avere una risposta definitiva che abbia un minimo di attendibilità. Qui ognuno ha preferenze diverse anche perché ha esperienze diverse.

Poi il portafoglio è tuo, quindi................

Ad ogni modo fai scegliere ed installare l'interruttore ed il resto a chi ti deve certificare il lavoro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Roberto Garoscio

Secondo me un commutatore con due alimentazioni prese da due contatori diversi, che potrebbero essere facilmente di due fasi diverse...non è un bel lavoro e difficilmente certificabile, se dovessi farlo io proporrei due prese interbloccate stagne alimentate dai due utenti e il cancello lo collegherei con una spina volante alternativamente alle prese.

Edited by Roberto Garoscio

Share this post


Link to post
Share on other sites
desperado74
11 hours ago, Roberto Garoscio said:

Secondo me un commutatore con due alimentazioni prese da due contatori diversi, che potrebbero essere facilmente di due fasi diverse difficilmente certificabile,

Concordo. dal punto di vista circuitale la soluzione e' ottimane, ma normativamente ho seri dubbi.

11 hours ago, Roberto Garoscio said:

se dovessi farlo io proporrei due prese interbloccate stagne alimentate dai due utenti e il cancello lo collegherei con una spina volante alternativamente alle prese.

Qui avrei lo stesso dubbi. Vero e' che potresti dichiarare le 2 nuove prese interbloccate nei rispettivi appartamenti, ma come  giustificheresti  l'uso con presa a spina di un cancello automatico che di fatto e' una installazione permanente? cosa scriveresti sul libretto del cancello?

Personalmente credo concreto invece l'uso in comproprieta' del cancello con un contatore dedicato, come in un qualsiasi condominio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Microchip1967
2 ore fa, desperado74 ha scritto:

Qui avrei lo stesso dubbi. Vero e' che potresti dichiarare le 2 nuove prese interbloccate nei rispettivi appartamenti, ma come  giustificheresti  l'uso con presa a spina di un cancello automatico che di fatto e' una installazione permanente? cosa scriveresti sul libretto del cancello?

 

Concordo in pieno con la soluzione di Roberto, con una sola modifica: il collegamento del PE lo farei permanente

Non vedo il problema dell'uso di prese interbloccate.In campo industriale si collegano macchinari come delle presse (che praticamente sono utenze fisse) con prese interbloccate fino a 125A per permetterne il sezionamento e la manutenzione in sicurezza

Sul libretto del cancello semplicemente nello schema a blocchi indicherei la presa interbloccata con la dicitura "punto di sezionamento per manutenzione"

 

2 ore fa, desperado74 ha scritto:

Personalmente credo concreto invece l'uso in comproprieta' del cancello con un contatore dedicato, come in un qualsiasi condominio.

 

questa sarebbe sicuramente la soluzione migliore e corretta (anche per evitare i cosiddetti utenti nascosti) ma se devi alimentare solo ed esclusivamente quel servizio sono piu' i costi fissi che il consumo

Share this post


Link to post
Share on other sites
desperado74
1 hour ago, Microchip1967 said:

Non vedo il problema dell'uso di prese interbloccate.In campo industriale si collegano macchinari come delle presse (che praticamente sono utenze fisse) con prese interbloccate fino a 125A per permetterne il sezionamento e la manutenzione in sicurezza

 

Certamente, puoi anche assumere come coefficiente di utilizzo pari ad 1 a tale presa interbloccata è dedicata alla macchina in tutto e per tutto.

Non  mi riferivo all' uso in se per se di una presa dedicata ma all' alternanza di due prese facente parte di due impianti utilizzatori differenti e di due proprietari di impianto differenti per alimentare la stessa macchina senza un contatore in comune ( e come se dal balcone di casa ti lanciassi una prolunga per alimentare 6 mesi l' anno il tuo climatizzatore e per gli ulteriori 6 mesi mi restituisci il favore facendomi alimentare il mio.... non credo sia proprio lineare la cosa)

tali prese, che sono sotto contatori differenti, fungerebbero alternativamente a dispositivi di interruzzione dell' alimentazione per manutenzione non elettrica, ma entrambe dovrebbero anche essere sempre accessibili e posizionate in un luogo comune, segnalate adeguatamente.

Inoltre durante i mesi a carico dell' utente A, l'utente B non ha contezza, se volesse verificare, se le protezioni contro i CC e OL dell' utente A sono funzionanti.

Credo ci siano troppi aspetti aleatori da considerare considerando che il cancello è una macchina.

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...