Jump to content
PLC Forum


sensore capacitativo e plc per calcolare velocità


albertoiso
 Share

Recommended Posts

Ciao a tutti, ho bisogno di leggere  la velocità di una corona dentata di un differenziale... ho un sensore capacitativo che ho montato in prossimità della corona e sembra funzionare...

Premettiamo che non sono un programmatore esperto ma solo un appassionato di elettrotecnica e elettronica..

Detto questo, che metodo usereste voi per tirare fuori un valore numerico,  partendo dal numero di impulsi, da poter usare ad es se scende al di sotto di tot velocità: accendi spegni eccc?

 

 

 

Link to comment
Share on other sites


Ciao, ripartiamo da capo perché ho paura che devo anche cambiare sensore perché non regge la frequenza... Cosa mi consigliereste per misurare la rotazione di una corona con 27 denti che farà circa 750 giri minuto? È possibile con il PLC diretto a un capacitativo tale frequenza? Ci va un convertitore che mi converta una frequenza in un segnale elettrico? 

Edited by albertoiso
Link to comment
Share on other sites

Con quei dati la frequenza è tale che hai un periodo di circa 2.9 ms.

Se l'impulso è quadro avrai 1.45 ms di livello alto ed altrettanti di livello basso.

Io no conosco lo Zeglio, quindi non saprei dirti se i suoi ingressi accettano impulsi di questa durata. Nel caso fosse possibile, devi poi leggere l'ingresso con tempo di ripetizione < 1.45, per avere la certezza di non perdere impulsi.

Forse lo Zeglio ha anche ingressi di conteggio e funzione contatore; nel caso le specifiche dello Zeglio ti diranno la freqeunza massima ammessa.

 

Se è possibile effetturre il conteggio, poi dipende quale deve essere la precisione di misura e quale deve essere la velocità minima di conteggio.

Tanto per fare un esempio, se la velocità minima fosse 75 rpm, con una base tempi di conteggio pari ad 1", otterresti una precisione di 1/33, quindi circa 4%

Link to comment
Share on other sites

Ti ringrazio per la risposta, lo zeglio dovrebbe sopportare fino a 1khz con la funzione conteggio rapido...

Quindi dovrebbe farcela vero?

Quello che non capisco è perché al mio sensore induttivo fornisco 12 v e lui in uscita mi dà solo più 6.47 volt che non sono sufficienti come segnale al PLC... È quello che mi frega... Sarà perché sono cineserie... Sai indicarmi sensori induttivi buoni? 

P.s. parliamo di DC e il sensore è alimentabile da 6 a 36 vdc

Edited by albertoiso
Link to comment
Share on other sites

 Il problema che riscontro è che il PLC sugli ingressi ha -12.50 v ( uguale all alimentazione) e quando collego l uscita dell induttivo all ingresso del plc lui me lo alimenta al contrario... Penso che gli manchi un diodo al sensore

IMG_20200208_162147.jpg

Mi ci vorrebbe un diodo che blocca solo il negativo... Esiste? Perché se metto un diodo in ingresso al PLC da una parte gli arriva il positivo, dall altra il negativo non riuscirò mai a farlo funzionare... 

Link to comment
Share on other sites

So dirti che lo alimenta al contrario perché mi si accende sempre la luce che indica la chiusura del contatto sia che rilevi che non rilevi

Link to comment
Share on other sites

Non hai il data sheet del sensore?  Dalal foto non riesco a vedre lasigla completa.

Probabile che sia un open collector; poi bisogna verificare se è PNP o NPN.

 

Che io sappia non c'è bisogno di diodi sul sensore induttivo.

Link to comment
Share on other sites

il problema è che neanche sul manuale zelio integrale viene trattato l'argomento PNP o NPN 

su un altro progetto avevo bisogno solo di sentire se rilevava o no e ero riuscito a aggiustarmi con l'ingresso analogico al posto che digitale ( quando rileva anche se rimane autoalimentato) varia la tensione di 2 v e avendolo collegato in analogico riuscivo a leggere la differenza e gestirmelo nel programma...

Ma in questo caso, lo zelio accetta il contatore veloce solo in 2 ingressi digitali quindi devo ottenere per forza un valore aperto e uno chiuso che siano puliti 

dici che potrei risolvere con un pnp?

Edited by albertoiso
Link to comment
Share on other sites

Ciao,ti serve un sensore con uscita PNP di tipo induttivo se legge tacche metalliche o capacitivo se plastiche,poi fai una logica tachimetro ed imposti i limiti min e max oltre iquali scatta l'allarme o altro.Esempio da provare:

                                 Cattura1.PNG.498f8f2c7e7f2013abbaf7305a2f5835.PNG

Link to comment
Share on other sites

ti ringrazio veramente tanto, ho fatto cose molto più complesse con gli zelio ma mi ero perso subito in un bicchiere d'acqua... ma dopo averci meditato un attimo il programma ero già riuscito a farlo (pressochè simile al tuo la parte del contavelocità, perchè per il resto avevo semplificato molto ma in realtà deve gestire i tempi di inversione di una trasmissione idrostatica ...) solo che la cosa che mi fermava ora era il problema col sensore induttivo che ora mi hai chiarito non essere quello giusto perchè deve essere un pnp...

Ti ringrazio molto!

 

Link to comment
Share on other sites

Volendo puoi utilizzare  quel sensore non,  ci mette un convertitore npn pnp già fatto, prendi un foto accopiatore tipo Pc817 comunale resistenza sull'ingresso,  ancora più  semplice ma dovrebbe funzionare  metti una resistenza di Pull up tra + e out da 2Kohm avrei  uscita invertita ... fatto più volte.

Link to comment
Share on other sites

La resistenza serve perchè è open collector e non per invertire il segnale. La resistenza dipende dalla tensione di alimentazione del sensore. Sembra che tu possa alimentarlo a 24V e con una resistenza di 2k2 potrebbe funzionare. Considera che lo zelio ha 10 kohm come resistenza input digitali.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...