Jump to content
PLC Forum


Filodiffusione 2000 metri circa


Raffaele Pirfo
 Share

Recommended Posts

Raffaele Pirfo

Buongiorno a tutti premetto che mi occupo di impianti elettrici, mi è stata commissionato un lavoro che prevede circa 20 diffusori su una distanza di circa 1500/2000 mt Mi date un consiglio sui materiali da poter impiegare? Amplificatore, cavi e diffusori. Grazie a voi tutti. Raffaele 

Edited by Maurizio Colombi
Unificata la formattazione del testo.
Link to comment
Share on other sites


Per quelle distanze è consigliato, se non obbligatorio, il sistema cosiddetto a 100 Volt, nel quale la linea di uscita dell'amplificatore passa da un trasformatore elevatore generale, e arriva ai singoli altoparlanti attraverso un secondo trasformatore locale, in genere incorporato nel diffusore audio, e con selettore per regolare la potenza del singolo diffusore.

Ci sono amplificatori PA che escono già a 100 volt, di tutte le potenze, con trasformatore incorporato, ma anche trasformatori esterni da collegare ad amplificatori standard con uscita a 8 Ohm.

schemacollegamento.jpg

Il cavo può avere una sezione di 2,5 mmq.

 

Link to comment
Share on other sites

Patatino  è  stato chiarissimo,  ti chiedo solo altre due cose . Cosa viene filidiffuso  ?  Musica , annunci vocali ?   Sempre  , tipo supermercato, o occasionalmente , tipo solo annuncio vocale ?  Per consigliarti i diffusori,  bisognerebbe conoscere gli ambienti  , il rumore di fondo , che cosa viene filodiffusione.  Ed in base a cosa diffuso , valutare le classiche "trombe" o veri e propri diffusori .

Se è  un impianto molto esteso ( 2000 metri di filo ok  ma ramificato tipo distribuzione a stella o lineare)   io penserei di dividere su più amplificatori alcune zone   sia per continuità di servizio che per evitare sezioni eccessive o proprio semplicemente....per praticità .

 

A parte un piccolo impianto,  con ampli a 100 volt comprato su rs,  io per queste cose ho sempre fatto riferimento a rcf  ( anni fa anche paso)

Link to comment
Share on other sites

Andrea Annoni

Confermo che è indispensdabile capire il tipo di utilizzo.

Anche perchè ormai anche i sistemi PA con linee a 100V stanno un po' lasciando il passo alla tecnologia IP.

 

Ad esempio Ubiquiti fa degli AP integrati in un diffusore PA  che viene poi gestito da un controller.

 

2N ha diverse soluzioni sempre in ambito IP.

 

 

Entrambe le soluzioni sono utili soprattutto se poi il sistema deve essere integrato con web radio di agenzie pubblicitarie (non server più l'encoder), intergrazione con annunci (ormai si fa tutto da telefono VoIP), integrazione con domotca per annunci, avvisi ecc.

Ci sono poi sistemi PA anche omologati EVAC.

Tutto però sta nel capire il reale uso

Link to comment
Share on other sites

20 diffusori su 2000 metri dicono tutto e niente.

In ambiente aperto o rumoroso ci vogliono almeno 25 - 30 Watt a diffusore, mentre al chiuso bastano 5 Watt.

Da queste considerazioni si stabilisce la potenza dell'amplificatore e di conseguenza anche se fosse anche necessario prevedere più di un amplificatore.

Link to comment
Share on other sites

4 minuti fa, Andrea Annoni ha scritto:

i sistemi PA con linee a 100V stanno un po' lasciando il passo

Ricordo con nostalgia la pubblicità di sistemi a 100 volt della gloriosa Geloso ...

18.JPG

Link to comment
Share on other sites

Piccolo ot

 

I primi esperimenti.....forse facevo ancora le medie o i primi anni dell Itis....amplificatore geloso a valvole , originario della chiesa ( era stato sostituito con un rcf a stato solido) , collegato adue trombe  e a un vecchio diffusore a colonna ....musica nel cortile dell oratorio.... il tutto avrà  avuto una banda passante tipo 300-3000 Hz....una cornetta telefonica aveva maggiore fedeltà.....ingresso phono....che ricordi....

 

Torniamo seri

 

Aspettiamo notizie tecniche dettagliate da raffaele

Link to comment
Share on other sites

Andrea Annoni
4 minuti fa, luigi69 ha scritto:

Piccolo ot

 

I primi esperimenti.....forse facevo ancora le medie o i primi anni dell Itis....amplificatore geloso a valvole , originario della chiesa ( era stato sostituito con un rcf a stato solido) , collegato adue trombe  e a un vecchio diffusore a colonna ....musica nel cortile dell oratorio.... il tutto avrà  avuto una banda passante tipo 300-3000 Hz....una cornetta telefonica aveva maggiore fedeltà.....ingresso phono....che ricordi....

 

Torniamo seri

 

Aspettiamo notizie tecniche dettagliate da raffaele

😀😀

Anche io provato qualcosa del genere. Trombe collegate ad un vecchio Geloso valvolare proveniente dalla vecchia macchina del cinema dell'oratorio.

Link to comment
Share on other sites

  • 2 months later...
Riccardo_01
Il 4/4/2020 alle 14:48 , Raffaele Pirfo ha scritto:

Buongiorno a tutti premetto che mi occupo di impianti elettrici, mi è stata commissionato un lavoro che prevede circa 20 diffusori su una distanza di circa 1500/2000 mt Mi date un consiglio sui materiali da poter impiegare? Amplificatore, cavi e diffusori. Grazie a voi tutti. Raffaele 

1,5 2 km con 20 diffusori sono circa 1 altoparlante ogni 75-100 metri...  ragionando in mono. dovresti essere più specifico riguardo il tipo di utilizzo, cosa vuole il cliente e l'area che deve essere coperta (all'aperto al chiuso ecc).

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...