Jump to content
PLC Forum


Mello Marco

Raspberry vs router ewon

Recommended Posts

Mello Marco

Supponiamo di avere un impiato con plc 1500 in Francia e devo creare un accesso da remoto per evitare  di prendere l aereo per una modifica  .... mi hanno consigliato piu volte un router ewon ma credo che posso creare una connessione anche con un raspberry collegato al mio plc giusto ?? Evitando costi 

Inoltre anche con esso posso interfacciarlo con app o condividere e monitorare tutti i dati che mi servono  su internet 

Share this post


Link to post
Share on other sites

luigi69

Ewon si appoggia ai loro server per creare una con sicura e potere "uscire" dalla rete del cliente 

 

Non conosco il rasp...ma come faresti il "tunnel"?

Share this post


Link to post
Share on other sites
ETR

Ciao Mello, già fatto tutto e di più, specificando nell'ordine :

- Ewon già dato quasi 14 anni fa, cosi come Secomea e altri (lavorando per diversi clienti ne ho provati praticamente tutti), costa, ma hai la garanzia della connessione dei server in ogni continente e la sicurezza della connessione.

- OpenVpn, è quella che uso attualmente per TUTTE le connessioni nazionali ed internazionali (a livello Europeo) con piccoli router Mikrotik (se chiedi ad Annoni non può che confermarti la funzionalità degli oggetti).

- Raspberry + Mikrotik + OpenVpn + Ixon è un ibrido che sto provando in questi mesi. Ad essere sinceri il Raspberry l'ho preso in considerazione solo perché Ixon prevede un agent software (che poi non è altro che un agent MQTT verso il suo cloud) che fatto interagire con NodeRed mi permette la raccolta dati su più impianti già installati con i router Mikrotik. 

Il costo hardware di Ixon è identico agli altri, ma avevo un cliente che necessitava in tempi brevi di avere qualcosa per la tracciatura da impianti già installati e questa soluzione mi ha permesso di avere un qualcosa di pronto senza dover andare ad installare il loro hardware appositamente.

 

A regime dovrei/vorrei poter passare tutto in cloud (compreso il server Mikrotik, come suggerito da Andrea Annoni) e anche in cloud gestire i dati e database. Manca sempre il tempo e stabilire in maniera precisa i costi. Per piccoli impianti e piccole mole di dati, tale soluzione la considero comunque vantaggiosa rispetto a Ixon (facile e direi anche economica ma poco flessibile in talune opzioni), oppure Rilheva.

 

Non ho informazioni per soluzioni di altri gruppi, integrate con i vari PLC (vedi Siemens e MindSphere).

 

Buona serata, Ennio

Share this post


Link to post
Share on other sites
Daniele Orisio

Suggerisco di utilizzare un router industriale appositamente concepito per lo scopo.

 

Una scheda di tipo Raspberry a mio parere non è adatta perché, oltre a essere poco immune alle interferenze che sono inevitabilmente presenti in ambito industriale, lavora con una SD card che, per forza di cose, ha cicli di vita in scrittura limitati. Rischieresti di risparmiare sul sistema e di trovarti a terra nel momento del bisogno.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

Concordo i tutto con Daniele Orisio

Share this post


Link to post
Share on other sites
pigroplc

Un'altra soluzione che puoi spedire dal cliente e parametrizzare senza problemi in remoto è SEVIO. Costi da paragonare a Ewon.

Share this post


Link to post
Share on other sites
drn5

L'Ubiquity non lo prendete in considerazione. C'è un motivo particolare?

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mello Marco
1 ora fa, pigroplc ha scritto:

Un'altra soluzione che puoi spedire dal cliente e parametrizzare senza problemi in remoto è SEVIO. Costi da paragonare a Ewon.

Si Sevio o ewon li definirei competitor tra loro ..sono fratelli 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
suppaman87

Inizialmente ero anche io orientato verso raspberry, ma dopo aver avuto diversi problemi nel tempo con l'hardware che andava in blocco e problemi sulla SD card, ho rinunciato.

L'idea attuale invece era di utilizzare router Mikrotik con openvpn da installare sulle macchine e appoggiarsi su un Server VPS.

I canoni dei vps ormai sono piu che abbordabili ed i mikrotik sono economici affidabili e robusti.

 

In questo modo saresti indipendente da piattaforme e software proprietari, mantenendo tutte le garanzie del caso sia a livello hardware sia a livello "software".

 

Il problema è che non ho ancora trovato il tempo di guardarmi/studiarmi mikrotik e ovpn, ma questa è un'altra storia.

Edited by suppaman87

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini
4 minuti fa, suppaman87 ha scritto:

ma dopo aver avuto diversi problemi nel tempo con l'hardware che andava in blocco

 

Il progetto raspberry è nato per avere un PC a bassissimo costo per poter informatizzare popolazioni dei così detti "paesi emergenti".

Poi è successo uello che è successo ad aurduino: alcune persone hanno cominciato a farne un uso per impieghi non previsti e per ambienti completamente differenti da quelli per chi è nato il progetto.

I risultati sono appunto simili a quello citato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ETR
1 ora fa, suppaman87 ha scritto:

L'idea attuale invece era di utilizzare router Mikrotik con openvpn da installare sulle macchine e appoggiarsi su un Server VPS.

I canoni dei vps ormai sono piu che abbordabili ed i mikrotik sono economici affidabili e robusti.

 

Ciao suppa, sono un pelo avanti a te, ma con gli stessi problemi di tempo per passare nel caso il server fisico al cloud. 

 

Detto questo, il raspberry ci puoi giocare, fare e sbrigare per NodeRed, MQTT, OpenVpn e tutto il resto, a prezzi contenuti e poi traghettare il tutto su sistemi più industriali, ma alla fine giungi alla medesima considerazione che usando Mikrotik hai risolto il problema.

 

Se proprio ci fossero delle osservazioni sull'uso improprio di alcuni prodotti (a parte che nel forum lo usiamo in molti in ogni ambiente disgraziato), si potrebbero prendere in considerazione anche i Teltonika, con i quali però ho avito alcuni problemi ad allineare al server OpenVpn Mikrotik, alcuni anni fa e quindi ho abbandonato l'oggetto, mentre un collega, ha continuato ad usarli con un server  OPNSense su server Windows.

 

Comunque senza usicre troppo dalla richiesta di Mello, dipende se vuole la garanzia e la copertura di un servizio rodato (che paga a dispetto dell'hardware e del firmware della macchina), oppure se decide per la realizzazione homemade, con tutti i pregi e difetti che può avere.

 

Nell'offerta del mercato, non vedo tutta sta grande differenza per un esigenza "base". 

 

Buona giornata, Ennio

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mello Marco
22 ore fa, ETR ha scritto:

, ma alla fine giungi alla medesima considerazione che usando Mikrotik hai risolto il problema.

Visto che adesso non ho nessun dispositivo per creare un controllo da remoto, punterei appunto sull' esigenza base,

 vedo che il più gettonato nella discussione è Mikrotick+Open VPN(+ appoggio su un Server VPSproposto da suppaman87) .

Piu Eonomico del ewon cosby , magari meno semplice da configurare il tutto(credo) ma comunque efficiente e sicuro   

Intanto grazie a tutti

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
walterword

con la raspberry puoi anche usare snap7 e creare una sorta di gateway verso il plc. 

Lavoraccio e poi non è un dispositivo industriale , basta pensare al fatto che se si spegne l'alimentatore potresti distruggere la micro card ....

Io consiglio di usare apparecchiature industriali, a tal proposito tra secomea, w-won , scalance etc cosa mi consigliate?

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
batta
10 ore fa, walterword ha scritto:

basta pensare al fatto che se si spegne l'alimentatore potresti distruggere la micro card ....

Ovviamente sono anch'io del parere che, in ambito industriale, vadano usati dispositivi progettati per uso industriale.
La mia esperienza del Raspberry quindi è relativa ad uso ludico, in ambito casalingo.
Devo dire però che ho perso il conto dell'infinità di volte che ho brutalmente spento il Raspberry, e non ho mai avuto problemi di nessun tipo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini
29 minuti fa, batta ha scritto:

Devo dire però che ho perso il conto dell'infinità di volte che ho brutalmente spento il Raspberry, e non ho mai avuto problemi di nessun tipo.

 

La possibilità teorica di danneggiare la SSD card, non rispettando la sequeza di spegnimento, è documentata; poi capita difficilmente, ma può succedere. Se si crede al teorema di Murphy accadrà nel momento meno opportuno.:smile:

 

Comunque recentemente sul mercato tedesco sono comparsi dispositivi basati su raspberry certificati come dispositivi industriali. Ci sono anche produttori abbastanza noti nel campo industriale che, come Advantech, sono decenni che producono dispositivi industriali di buona qualità ed affidabilità.

 

Io, per il momento, non userei raspberry in applicazioni di automazione, anche perchè ritengo che raspbian non sia il massimo della robustezza per applicazioni real time.

Userei invece tranquillamente raspberry come HMI e SCADA.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...