Jump to content
PLC Forum


relè passo passo 3 impulsi


gianfranco bass
 Share

Recommended Posts

gianfranco bass

Buongiorno a tutti, sono un pensionato di 70 anni e ho un trascorso di manutentore elettromeccanico, mi sono iscritto a questo forum per avere se è possibile  delle informazioni riguardante un problema che ho con una centralina antifurto . Spiego il problema; possiedo una centralina antifurto cinese che fa il proprio dovere, questa centralina possiede un'uscita sirena esterna di 5V dc, ho installato un relè di appoggio e ho alimentato una sirena esterna con alimentazione 12V di potenza e prestazioni maggiori , il tutto funzionante regolarmente. Alla sirena per poter dare lo stato dell'impianto ( inserimento e disinserimento allarme , allarme attivo ) serve un segnale negativo fisso  dato dalla centralina quando è inserito l'allarme che purtroppo non ha . La centralina quando inserisco l'allarme invia due impulsi e uno al disinserimento ( il segnale di inserimento e disinserimento allarme inviato dalla centralina attiva il relè di appoggio da me installato, ma viene ignorato dalla sirena non consentendomi di sapere se ho attivato o disattivato l'allarme) , vorrei sfruttare gli impulsi che da  la centralina all'inserimento e disinserimento alimentando un relè passo passo con doppio contatto NO alimentazione 12Vdc a tre impulsi ( 1 impulso chiudo il primo contatto, 2 impulso chiudo il secondo contatto con il segnale negativo che va alla sirena consentendo di avere tutte le funzioni infine il 3 impulso che apre  i contatti togliendo il segnale alla sirena ). La mia domanda , può funzionare questa soluzione, esiste in commercio un relè con queste caratteristiche, oppure un apparato elettronico che possa fare la stessa funzione? Spero di essere stato comprensibile nella mia richiesta e di non aver sbagliato settore. Ringrazio e porgo Cordiali Saluti

gianfranco bass

Link to comment
Share on other sites


Livio Orsini
1 ora fa, gianfranco bass ha scritto:

a tre impulsi ( 1 impulso chiudo il primo contatto, 2 impulso chiudo il secondo contatto con il segnale negativo che va alla sirena consentendo di avere tutte le funzioni infine il 3 impulso che apre  i contatti togliendo il segnale alla sirena )

 

Se sfogli il catalogo Finder lo trovi, io l'ho usato ancora molti anni fa per accendere le luci di un lampadario a 5 globi. Il primo impulso accende 2 globi, il secondo li accende tutti e 5,il terzo dpegne il tutto.

Si tratta di un relè che ha una doppia camma e 2 contatti NO. La seconda camma è un lunga metà della prima, così al primo impulso si chiude un solo contatto, con il secondo impulso sono entrambi chiusi e con il terzo sono entrambi aperti.

Link to comment
Share on other sites

gianfranco bass

Grazie per l'interessamento, che esistono relè Finder a due impulsi sono a conoscenza, ma con alimentazione 220V Ac, non so se ci sono con alimentazione 12Vdc, provo a contattare la Finder per vedere se ci sono, altro dubbio sul funzionamento è se il relè sempre che ci sia riesca a commutare visto la rapidità dei segnali emessi dalla centralina e sommando anche il ritardo del relè di appoggio. Cosa ne pensate. 

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
2 minuti fa, gianfranco bass ha scritto:

altro dubbio sul funzionamento è se il relè sempre che ci sia riesca a commutare visto la rapidità dei segnali emessi dalla centralina

 

Questo potrebbe essere un problema però, se il relè di appoggio attuale riesce a seguirli, significa che il tutto può funzionare anche a 230V.

Usi il contatto pulito del relè di appoggio per mandare impulsi a 230V al relè paso - passo.

Link to comment
Share on other sites

gianfranco bass

Non mi è possibile farlo, il relè di appoggio ha un solo comune, dovrei alimentare un altro relè a 12Vdc per poi alimentare il relè passo passo e di conseguenza rallenterei ulteriormente la commutazione , oppure dovrei acquistare un altro relè di appoggio alimentato a 5Vdc con doppi contatti. Vedrò cosa fare, per il momento aspetto ancora una risposta da Finder. 

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini

Se sai smanettare un poco con l'elettronica puoi farti un circuitino di conteggio, con il quale pilotare la sirena.

Link to comment
Share on other sites

gianfranco bass

Qualcosa so fare, il problema è reperire i componenti e poi dovrei trovare lo schema elettrico del circuito.

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
8 ore fa, gianfranco bass ha scritto:

il problema è reperire i componenti e poi dovrei trovare lo schema elettrico del circuito.

 

I componenti sono normali e si trovano anche su ebay.

Se hai pazienza qualche giorno lo schema lo pubblico io; dovrebbero bastare un paio di integrati: un flip-flop e un circuito conn 4 porte logiche.

Link to comment
Share on other sites

Cerca bene i Tinder ci sono anche a 12Vac 24Vac questi vanno anche a 12Vdc (fino qualche Anne fa era scritto ora non piu) ma funziona, ora ti vendono un accessorio che crea l'impulso..

Link to comment
Share on other sites

gianfranco bass

Mi ha risposto la Finder, i relè ci sono, il problema è che costano molto ( 35-40 €), fosse costato meno avrei provato, pertanto preferisco acquistare più o meno alla stessa cifra una sirena wireless e risolvo il problema senza rischio, comunque non ho nessuna fretta , aspetto che Livio pubblichi lo schema e vedrò se riuscirò a combinare qualcosa. Ringrazio tutti per l'interessamento.

Link to comment
Share on other sites

Quello che hai bisogno tu è una specie di lettura del disco combinatore dei telefoni quando si usava la selezione decadica.

Io l'avevi fatto con con un 4017 associato a dei 4093, i. Poche parole quando arrivava il primo impulso si resetta a il contatore con il fronte di salita e si incrementava con il fronte di discesa, si abilitava un blocco del reset per 100ms così contava i successivi fronti di discesa.

Quindi devi sapere il tempo massimo tra i due impulsi..

Domani se riesco provo buttare uno schemino 

Link to comment
Share on other sites

Provato mentre ero in treno con un 4917 e un 40106 si fa ... a parte qualche resistenza diodo condensatore.   Se vuoi provarci, lo disegno in modo decente...

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
11 ore fa, max.bocca ha scritto:

Quello che hai bisogno tu è una specie di lettura del disco combinatore dei

 

Qui si deve solo contare 2 impulsi, non è necessario una decade di conteggio. Un 4013 ed un 4001 risolvono (probabilmente) il problema, senza dover fare temporizzazioni.

Link to comment
Share on other sites

4 hours ago, Livio Orsini said:

 

Qui si deve solo contare 2 impulsi

Sempre due integrati, io pensavo alla temporizzazione perché almeno si autosincronizzava ..

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini

1912095570_20220930_1601161.thumb.jpg.9c4cf5d5b72aa843c11f93d302207c0c.jpg

 

Questo il sistema più semplice per ottenere il risultato.

Se è accettabile che sul secondo impulso rimanga alto anche la prima usccita, si può eliminare l'inveritiore; basta collegare l'ingrasso di dato al +V.

Qui ho usato 15V di alimentazione ma il tutto funziona con alimentazione da 5 a 15V

 

Si tratta di un doppio shift register, di cui ho usato la prima metà. ad ogni impulso il dato avanza di un passo. Quando l'uscita Q2 va alta sul terzo clock azzera tutte le uscite ed al prossimo clock il ciclo riprende.

Link to comment
Share on other sites

gianfranco bass

Scusate sono  in difficoltà a capire ( ho fatto dei corsi di elettronica ma è passato troppo tempo , non mi ricordo  quasi più nulla) , non c'è nessun problema che rimanga alta la prima uscita, la seconda uscita alta vuol dire che al piedino 1B ho + 12V, pertanto dovrò alimentare un relè di appoggio dato che la sirena ha bisogno di un segnale negativo. Al piedino CP1 arrivano gli impulsi di + 12V dati dalla centralina , l'alimentazione 12Vdc  dell'integrato a che piedini si collega. 

Link to comment
Share on other sites

rubio2002it
51 minuti fa, gianfranco bass ha scritto:

l'alimentazione 12Vdc  dell'integrato a che piedini si collega.

Ciao, piedino 16 + VDD, piedino 8 ground

Link to comment
Share on other sites

se l'uscita del tuo dispositivo è solo una polarità, meglio mettere anche una resistenza per non lasciare appeso l'ingresso..

Quindi se hai gli impulsi a +12V metti una resistenza da una decina di Kohm verso massa oppure verso +12V se l'uscita tira a gnd.

 

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
12 ore fa, gianfranco bass ha scritto:

pertanto dovrò alimentare un relè di appoggio dato che la sirena ha bisogno di un segnale negativo.

 

Solitamente le sirene hanno un'unica batteria, quindi quello che dici negativo è lo ero volt di alimentazione.

Per dare quel segnale non è necessario un relè basta un transistor, coe hanno solitamente le centrali di allarme.

Se hai pazienza tra oggi e domani ti metto lo schema aggiornato con tutti i piedini dell'integrato, i collegamenti, ed il transitor di uscita.

La prima uscita cosa deve fare? Pilota un LED?

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini

Io, nello schema prevedo un transistor come nella seconda come nella seconda

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini

Qiesto è il circuito; se vuoi usare anche l'uscita relativa al primo impulso basta che aggiungi un circuito a transisto identico a quello relativo all'uscita del secondo inmpulso.

I valori non sono critici, anche il transitor non è critico, van bene quasi tutti i transistor di bassa frequnza recenti.

 

596090029_20221002_1055231.thumb.jpg.7fde1f022019317049976a31745567d2.jpg

Link to comment
Share on other sites

gianfranco bass

Faccio ancora delle domande per essere sicuro di essermi fatto capire , il circuito verrà alimentato con 12Vdc , tramite la centralina invio due impulsi positivi all'ingresso del  transitor bc 547 che pilota l'uscita 2  (prima di dare gli impulsi,  l'uscita 2 non ha nessun segnale è come un relè a riposo con contatto no) mantenendo un segnale negativo che va al morsetto A della sirena, con il terzo impulso resetto il tutto e l'uscita 2 si disattiva. Corrisponde?  Ho trovato i seguenti componenti : resistenze da 68k, 47k,10k, transistor BC 547-C e integrato CD 4015, pensi vadano bene?

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
5 ore fa, gianfranco bass ha scritto:

tramite la centralina invio due impulsi positivi all'ingresso del  transitor bc 547 che pilota l'uscita 2

 

No gli impulsi vanno al filo marcato "ingresso" dove c'è il resistore da 10kohm.

Sul collettore del transistor BC547 c'è un collegamento denominato Uscita, quindi è da li che prelevi il segnale per la sirena.

All'accensione tutte le uscite sono a livello basso o "0"

Al primo impulso va alta l'uscita 1 (pin 5).

Al secondo impulso va alta anche l'uscita 2 (pin 4).

Al terzo impulso per un attimo l'uscita 3 va alta, ma questo valore causa il reset a zero di tutte le uscite.

Quando l'uscita 2 è bassa, il transistor è interdetto e d il collettore è ad una tensione di circa 12V perchè non scorre corrente nel resistore da 4700 ohm che collega il collettore al +12V.

Quando l'uscita 2 è alta il transistor è saturo ed il collettore è a circa 0.3V

 

5 ore fa, gianfranco bass ha scritto:

resistenze da 68k, 47k,

 

No i valori sono 6800 ohm e 4700ohm, non sono critici, ma moltioplicandoli per 10 potrebbero dar adito a qualche problema.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...