Jump to content
PLC Forum


Prese E Spine Domestiche - alla ricerca di uniformità


Carlo Albinoni
 Share

Recommended Posts

Carlo Albinoni

se un giorno l'UE si sveglia e decide di legiferare sulle prese alla ricerca di standardizzazione tutte le piccole aziende specializzate in produzione di apparecchi per la propria nazione resterebbero a piedi, perchè per mettersi a pari di multinazionali che producono ogni standard e possono iniziare a fare volumi su uno di essi dovrebbero

La UE già ci aveva provato.... ma ha trovato l'ostilità dei "portatori di interesse". Io, però non credo affatto che i fedeli sostenitori delle prese diverse siano i piccoli costruttori, ma al contrario i grandi....Ricordo che - senza una adozione formale - nell'80% dell'Europa continentale si è già imposto uno standard de facto presente nei cataloghi di tutti i costruttori.

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 122
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • Carlo Albinoni

    33

  • MeM-93

    13

  • power-nrg

    7

  • fraandco

    6

Ma i grandi costruttori non avrebbero interesse nel produrre solo uno standard con volumi molto più grandi e non dover gestire sotto famiglie di prodotto?

Link to comment
Share on other sites

Carlo Albinoni

A me sembra che abbiano 230 V 50 Hz, ma quando vado a Londra non mi porto il tester ma solo gli adattatori. ;-)

Ma i grandi costruttori non avrebbero interesse nel produrre solo uno standard con volumi molto più grandi e non dover gestire sotto famiglie di prodotto?

Divide et impera.

Edited by Carlo Albinoni
Link to comment
Share on other sites

Carlo Albinoni

Probabilmente 250 V è la tensione stampigliata sulle prese ma non è quella effettiva della rete.

Link to comment
Share on other sites

Valerio5000

Mah se fosse stata 250 credo che i miei alimentatori per telefoni si sarebbero belli che bruciati essendo tarati tra 110 e 230 V.

Infatti ho utilizzato uno stratagemma che mi ha permesso di evitare l'acquisto di un adattatore, le spine inglesi hanno fase e neutro in basso mentre in alto hanno un singolo connettore di terra, inserendo anche uno stecchino all'interno di quest'ultimo si alzano le protezioni di fase e neutro e le nostre spine italiane entrano senza alcun problema come su normali prese da 10 A, ovviamente è fattibile una cosa del genere solo se si è sicuri che la rete sia effettivamente a 230

Link to comment
Share on other sites

Carlo Albinoni

le spine inglesi hanno fase e neutro in basso mentre in alto hanno un singolo connettore di terra, inserendo anche uno stecchino all'interno di quest'ultimo si alzano le protezioni di fase e neutro e le nostre spine italiane entrano senza alcun problema come su normali prese da 10 A,

Classico. Lo fanno anche gli inglesi con penne, stecchini, forcine per capelli, etc

PS Non sono spine italiane, ma spine Europlug, molto simili.

Link to comment
Share on other sites

OT, in realtà dovrebbero essere 250 se non ricordo male smile.png

240V fase-neutro e 415V fase-fase :)

Classico. Lo fanno anche gli inglesi con penne, stecchini, forcine per capelli, etc

Gli inglesi hanno fatto anche di peggio :lol:

Link to comment
Share on other sites

Mah se fosse stata 250 credo che i miei alimentatori per telefoni si sarebbero belli che bruciati essendo tarati tra 110 e 230 V.

Spesso sono universali, mi pare che riescono a regolare senza grandi problemi da 90 a 260V

240V fase-neutro e 415V fase-fase :smile:

Una via di mezzo tra i 230 e i 250 ipotizzati, insomma :lol:

Link to comment
Share on other sites

Carlo Albinoni

240V fase-neutro e 415V fase-fase

A me sembrano tensioni americane queste.

Link to comment
Share on other sites

A me sembrano tensioni americane queste.

Effettivamente in parte nel Regno Unito si trovano i 240/415V 50Hz (Inghilterra, Scozia, Galles), fa eccezione solo l'Irlanda del nord in cui si trovano 230/380V 50Hz.

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini

Teoricamente dovrebbero già essersi uniformati ai 230V - 400V normalizzati europei. Comunque quelle tensioni, come 220V - 380V, rientrano nei limiti di tolleranza dei 230 V - 400V +/- 15%.

Forse è questa la ragione che lanorma transitoria della tolleranza al +/- 15%, in luogo del +/-10%, non è stata ancora abrogata.

Link to comment
Share on other sites

  • 1 year later...
elettrofonico

Volevo aprire una nuova discussione ma continuo su questa..  Vuoi usate spine e prese  italiane 10A con terra?      Io da anni non le installo più. A parte che le ritengo abbastanza inaffidabili per superficie di contatto e portata reale,  c'è un altro motivo di fondo.    Siamo in Europa, dobbiamo prenderne atto. La spina ufficiale dell Europa è la schuko e la europlug. In Italia abbiamo la schuko, la europlug, la 16A e la 10A.   Che uno stato abbia una sua spina oltre a quella ufficiale è concepibile, ma non 2.. Utilizzo normalmente la 16A soprattutto per questione di spazio e praticità, ma la 10A (con terra, da non confondere con la europlug) la trovo assolutamente inutile oltre che pericolosa.  Su piccoli utilizzatori a doppio isolamento si monta la europlug, su altri che richiedono la terra si sceglie tra 16A e schuko.. Ricordamo che è stata la prima spina italiana, all epoca dichiarata 6A (anche ora non credo ne regga di più),  ed è ora che vada in pensione.. Credo che abbiamo troppi formati civili in Italia.. 

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...
Carlo Albinoni
Quote

La spina ufficiale dell Europa è la schuko e la europlug.

 

La europlug è ufficiale, la Schuko è de facto.

 

Quote

Utilizzo normalmente la 16A soprattutto per questione di spazio e praticità, ma la 10A (con terra, da non confondere con la europlug) la trovo assolutamente inutile oltre che pericolosa.  

 

Io farei il contrario. Non userei più le prese 16 A italiane in quanto ben pochi apparecchi utilizzatori la usano (nessuno...). Nei negozi trovi anche le ciabatte con spina Schuko (oltre che con prese Schuko).

Al contrario, la presa da 10 A italiana, almeno, riceve direttamente la spina Europlug (che sono parecchie) e qualche apparecchio con la spina 10 A italiana effettivamente esiste.

Oltre al risparmiare spazio rispetto alla Schuko, permette di separare i circuiti presa (una volta era un classico il circuito prese da 10 A e quello da 16 A), ed è comoda per le prese comandate.

 

PS

Non vedo la differenza di pericolo tra presa 10 A italiana e 16 A italiana.

Nella stragrande maggioranza dei casi sono assolutamente identiche: cambiano solo la mascherina frontale.

L'eventuale rischio nasce dalle correnti eccessive.

Link to comment
Share on other sites

  • 2 months later...
francogattone

Sono favorevole all'italica presa tripolare bipasso.

Un aspetto che non mi piace della schuko (che ricordiamo essere un residuato progettuale degli anni 20!) sono i contatti laterali della presa di terra, che sono a tutti gli effetti dei contatti striscianti. Che spesso, troppo spesso, si ripiegano in dentro rendendo difficoltoso l'inserimento per "l'utente bovino" che non se ne accorge. O peggio, può accadere (ma per fortuna è raro) che l'effetto molla del contatto si allenti per motivi meccanici, o termici, creando spazio tra i contatti tale da annullare la presenza del contatto di terra.

Altra cosa odiosa delle prese tedesche, a parte l'ingombro, è la scelta in molti elettrodomestici di dotarsi di spine con uscita laterale del cavo. Cosa che va ad ingombrare il frutto adiacente, come se la schuko non fosse già ingombrante di suo.

 

Le italiche prese, fino a 16A, che male vi hanno fatto? Secondo voi occorre accettare supinamente questo ennesimo affronto da parte dei tedeschi che forti della loro economia si sono messi a dettare loro regole e standard agli altri paesi? Io dico NO

Link to comment
Share on other sites

i contatti a vista della terra io li vedrei quasi come positivi, uno non ccecato dovrebbe accorgersi quando uno è sfondato.

 

se invece compri una bipasso ciofeca se salta il contatto di terra non te ne accorgerai mai..

 

son d'accordo sull'ingombro di due moduli ma ormai le 504 han alleviato il problema, mentre per quello esterno no, mi pare che una schuko inserita sia meno sporgente di una 16A e meno vulnerabile agli urti. Rimane solo il problema dell'ingombro interno scatola ma c'è solo una volta e poi stop (al max dove son previste schuko si potrebbero utilizzare le cornicette per arretrare le scatolette.

 

Per quanto riguarda il fattore sociopolitico non lo considererei ma se devo a sto punto diciamo ai migliaia di burocrati europei di inventarsi uno standard nuovo che raggruppi tutti i pregi degli altri :D

Link to comment
Share on other sites

francogattone

Ricordiamo caro Reka, che non tutti possono permettersi il lusso di cambiare le scatole 503 in 504 solo perché i burocrati tedeschi vogliono imporre il loro standard.

Forse non hai idea che la maggioranza degli impianti ad uso popolare inizio anni '80 sono ancora con le scatole da incasso a un posto, serie domino, e ti assicuro che non hanno tutta sta voglia di abbandonare la buona presa italica in favore di quella dei mangiacrauti.

Per quanto riguarda i contatti di terra a vista della schuko, ne ho viste parecchie di alette metalliche laterali piegate, schiacchiate o tagliate. Non è certo una novità

Link to comment
Share on other sites

io ho l'impianto a scatolette tonde trasformato a due posti living se è per questo, il mio ragionamento (cornicette ecc ecc) è chiaramente rivolto ad un impianto nuovo.

l'impianto vecchio non vedo problemi, taglia la spina e non ascolti gli installatori che dicono che inficia la garanzia che non è vero.

 

io invece di schuko sfondate non ne ho mai trovate, prova invece a sgomitare una 16A e una schuko e dimmi se si comportano alla stessa maniera.. inserita una schuko è meglio, per il resto hai anche ragione su tutto ma non la vedo come una questione fondamentale..

Link to comment
Share on other sites

Chissà, comunque, se in futuro spine e prese magari diventeranno superflue...? Come, per esempio, nel progetto di WiTricity (basato anche su intuizioni di Nikola Tesla, sperando che non diventi l'ennesima "bufala" autoreferenziale)...

Link to comment
Share on other sites

Carlo Albinoni
Quote

Le italiche prese, fino a 16A, che male vi hanno fatto? Secondo voi occorre accettare supinamente questo ennesimo affronto da parte dei tedeschi che forti della loro economia si sono messi a dettare loro regole e standard agli altri paesi? Io dico NO

 

No a che cosa?

Le Schuko sono state inventate negli anni '20 e piano piano si sono diffuse come standard de facto in tutta europa continentale (includendo quella francese derivata dalla Schuko con la quale è interoperabile). Ho un televisore d'epoca acquistato al più tardi nel '71: ha la Schuko.

 

Le Schuko, francese compresa, sono presa nazionale ormai in tutti i paesi europei da molti anni. Anche in Italia con la differenza che in Italia, a differenza di altri paesi non si voluto passare alla sola Schuko ma mentenere in vita tre formati diversi contemporaneamente. Non è stata una cattiva idea perchè così si è alimentato un bel mercato di adattatori di diversa specie di cui l'industria italiana è specialista.

 

Quindi no a che cosa: vogliamo continuare a cambiare le spine a tutti gli elettrodomestici che acquistiamo oppure a dotarli ognuno dell'adattore che è un po' pericolosetto?

Link to comment
Share on other sites

  • 1 year later...
DavideDaSerra

Io direi di sì al cambio ma a una condizione: che si adotti la 'vera' spina europea tipo N (quella che somiglia a quella svizzera per intenderci). Almeno quella sarebbe polarizzata, grande come l'attuale italiana. Adesso ne la tedesca ne l'italiana sono polarizzate, la francese sarebbe 'polarizzabile' ma non mi piace il contatto di terra sporgente (potrebbe essere sotto tensione in caso di guasto al sistema di terra).

 

Inoltre scegliendo qualcosa di 'universalmente incompatibile' si mettono tutti sullo stesso piano.

Link to comment
Share on other sites

Maurizio Colombi

Mi dispiace, ma il regolamento di PLCForum, vieta espressamente di accodarsi alle discussioni. Specialmente a quelle ferme da parecchio tempo!

Per favore rIproponi il tuo quesito aprendo una nuova discussione.

 

DISCUSSIONE CHIUSA

Link to comment
Share on other sites

  • Maurizio Colombi locked this topic
Guest
This topic is now closed to further replies.
 Share


×
×
  • Create New...