Jump to content
PLC Forum


Prese E Spine Domestiche - alla ricerca di uniformità


Carlo Albinoni
 Share

Recommended Posts

Carlo Albinoni
come mai ha continuato ad essere strausata anche quando le abituali prese a spina hanno iniziato ad avere il polo centrale (per l'impianto di terra)?

Perchè era già la presa standard in Germania e in diversi altri paesi europei.

Inoltre, quella che si trova sugli elettrodomemestici e che noi chiamiamo Schuko, è in realtà una spina bivalente tedesca-francese.

Insomma, presa standard in almeno 2/3 di Europa. Perchè tornare indietro?

Certo, ci sono stati alcuni paesi Europei che hanno bloccato l'ingresso alle spine non nazionali. Ma col senno di poi è stato un affare solo per i produttori locali di materiale elettrico, non certo per i consumatori.

Edited by Carlo Albinoni
Link to comment
Share on other sites


  • Replies 122
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • Carlo Albinoni

    33

  • MeM-93

    13

  • power-nrg

    7

  • fraandco

    6

Carlo Albinoni
Credo anch'io che il sistema migliore sia quello inglese

Il sistema inglese con il fusibile nella presa (sai come sono contenti di averlo gli utenti!!) era nato nel dopoguerra al fine di realizzare circuiti prese ad elevato "amperaggio" di tipo circolare. Non so se sia una pratica diffusa....

resta sempre il sogno mio vedere le prese unificate in tutto il mondo!!

Eccola qua!

Tu la metteresti a casa?

Link to comment
Share on other sites

Io sono dell'idea che la presa unica europea se realizzata a filo muro come le prese italiane attuali ha le carte per vincere su tutti gli altri formati. Nel caso invece sia prodotta come quella Svizzera (ovvero quasi tutte in nicchia per via della mancanza della plastichina di protezione sui poli di molte spine fino all'anno scorso) sono orribili.

Idem le shuko ed i maledetti tedeschi! Hanno imposto sul mercato uno standard inferiore per il semplice fatto di essere stati la potenza economica dominante negli anni passati. Non solo occupa due moduli e le prese sono molto più grandi, ma soprattutto (come quelle francesi) a mio avviso sono potenzialmente pericolose perché le linguette di terra (o il piolo) si piegano e si spezzano molto facilmente e poi dal punto di vista della massaia sono un incubo perché si riempiono sempre di polvere ed è un'impresa titanica pulirle per bene. Inoltre sono un incubo da inserire!

La presa inglese mi piace molto (ma anche quella australiana con i buchi a forma di coniglietto) per via dell'interruttore quasi standard sulla presa ed il fusibile ma in mancanza di un design compatto continuo a sostenere che di tutti gli standard quello italiano è quello che preferisco.

Certo però che l'idea del circuito radiale da 32 o addirittura 40 (se non di più) ampere è stata davvero una bella trovata ai tempi e poi volete mettere questo "insignificante" dettaglio: Il contratto elettrico "standard" è da circa 50 ampere e non è inusuale trovare allacciamenti anche molto maggiori! :o

Link to comment
Share on other sites

Carlo Albinoni
Io sono dell'idea che la presa unica europea se realizzata a filo muro come le prese italiane attuali ha le carte per vincere su tutti gli altri formati.

Normalmente le prese con lo "zoccolo" sono considerate migliori.

Più robuste, meglio protette contro i contatti, contro gli spruzzi.

Senza zoccolo il peso del cavo viene sopportato dagli spinotti e ne viene alterata la forza di contatto.

Nel caso invece sia prodotta come quella Svizzera (ovvero quasi tutte in nicchia per via della mancanza della plastichina di protezione sui poli di molte spine fino all'anno scorso) sono orribili.

Quella svizzera è (era) prodotta in entrambe le versioni. Mi sembra che quella senza sia ora "fuori norma" ma non sono sicuro di questo.

Non solo occupa due moduli e le prese sono molto più grandi, ma soprattutto (come quelle francesi) a mio avviso sono potenzialmente pericolose perché le linguette di terra (o il piolo) si piegano e si spezzano molto facilmente e poi dal punto di vista della massaia sono un incubo perché si riempiono sempre di polvere ed è un'impresa titanica pulirle per bene. Inoltre sono un incubo da inserire!

Normalmente accade con le Schuko made in Italy, non con quelle made in Germany. Poi, spezzare lo spinotto della terra della francese mi sembra sia pressochè impossibile (si spezzano gli spinotti delle spine?).

Link to comment
Share on other sites

Personalmente preferisco quella Americana, sicura, compatta e affidabile. Quelle inglesi non mi son mai piaciute.

Le mie esperienze con la serie "magic" non solo prese, ma anche interuttori, è stata disastrosa. Ho montate ancora alcune prese che hanno esattamente 40 anni, ma il 95% delle prese lo ho dovute sostiture entro i primi 24 mesi dall'installazione. Le prime volte le ho sostituite con altre della medesima serie poi, alla terza sostituzione, ho cominciato a cambiare tipo di presa.

Peccato! Dal punto di vista della sicurezza, sino a quando non si sfasciano, sono insuperabili solo che qaundo si rompono...i rischi di fulminazione o di corto circuito sono elevati.

Le spine invece si rompono solo le prendi a martellate.

Le shuco proprio non le digerisco, forse anche perchè sono allergico ai prodotti germanici. :)

Comunque sono ingonbranti, non molto sicure e tendono a rovinarsi sui contatti di terra. Quelle francesi sono un poco meglio perchè la terra non ha lamelle di contatto ma una spina.

Link to comment
Share on other sites

Carlo Albinoni
non molto sicure e tendono a rovinarsi sui contatti di terra.

Accade quando si usa una lamina piegata. Con un contatto massiccio non succede.

Link to comment
Share on other sites

Le shuco proprio non le digerisco, forse anche perchè sono allergico ai prodotti germanici.

Condivido al 100%

Personalmente preferisco quella Americana, sicura, compatta e affidabile.

Però è proprio negli USA che avviene il maggior numero di morti pro capite per folgorazione e poi quasi tutte hanno buchi "nudi" e le spine non hanno linguette in plastica di protezione come quelle italiane e sono solo 120V! E poi il doppio isolamento negli USA non è richiesto! Non è inusuale vedere asciugatrici o o condizionatori da 5 kW con il cavo tripolare a "piattina" 220V fase-fase con terra e neutro insieme! :o

Normalmente le prese con lo "zoccolo" sono considerate migliori.

Più robuste, meglio protette contro i contatti, contro gli spruzzi.

Senza zoccolo il peso del cavo viene sopportato dagli spinotti e ne viene alterata la forza di contatto.

Sicuramente è come dici tu ma sono brutte e si riempiono di polvere ;) preferisco il design liscio

Mi sembra che quella senza sia ora "fuori norma" ma non sono sicuro di questo.

Dall'anno scorso che io sappia devono avere gli spinotti con la protezione in plastica, prima non era obbligatorio.

Però concordo sul fatto che sia inattuabile cambiare da un giorno all'altro lo standard di tanti paesi! Però in Brasile credo che lo abbiano fatto giusto? Almeno stando a wikipedia ;) eheheh

Edited by DJ_Gabriele
Link to comment
Share on other sites

Carlo Albinoni
Però in Brasile credo che lo abbiano fatto giusto?

Anche in Sudafrica.

In realtà si tratta di una presa in più in aggiunta alle altre che continueranno ad essere in uso per anni.

Invece la Danimarca ha aperto alla presa francese adottata come nazionale.

Link to comment
Share on other sites

Carlo Albinoni
Le mie esperienze con la serie "magic" non solo prese, ma anche interuttori, è stata disastrosa.

Devi aver trovato un lotto difettoso!

Io le Magic anni '60 le trovo ancora in ottime condizioni dopo decenni di utilizzo.

Lo stesso non si può dire degli apparecchi più recenti, di un po' tutti i costruttori.

Link to comment
Share on other sites

Da quel che leggo, non esiste una spina migliore in assoluto rispetto alle altre. Una non è polarizzata, una è antiestetica, una ha lo zoccolo difficile da pulire, una occupa due moduli, un'altra ha il contatto di terra che col tempo può rovinarsi... poi nel caso di quella che non ha lo zoccolo, gli spinotti si trovano a reggere un grande peso (vedi alimentatori e prese multiple)... Insomma, è una gran bolgia.

Capisco che l'uniformità porta senz'altro a grandi vantaggi sia in termini economici che di comodità, ma secondo me, almeno per ancora parecchi anni, è meglio che i vari paesi mantengano le loro spine.

L'unica cosa che in Italia potremmo fare e che secondo me è ora di mettere in pratica, è stabilire norme più rigide sul discorso prese e spine. Innanzitutto gli elettrodomestici di grande potenza (>= 1,5kW) dotati le spine Schuko, attraverso gli adattatori, possono essere collegati a prese da 10A, e questo non va bene. Fino a diversi anni fa, capitava di vedere griglie elettriche da 2000W con spina italiana da 10A! A mio parere elettrodomestici di questo tipo devono essere dotati di spina 16A per rendere perlomeno più difficile il loro collegamento alle "prese luce" che, sia pur dotate di apposito magnetotermico, sono destinate ad altro tipo di carichi.

Quanto alle prese schuko a muro, le consiglio solo in corrispondenza di apparecchi fissi come lavatrice, lavastoviglie. Per l'aspirapolvere o il phon, ecc. preferisco usare il classico adattatore in modo da potermi spostare in ogni stanza senza aver problemi di presa. E vi dirò anche che è più scomodo collegare-estrarre una spina schuko in corrispondente tipo di presa, che non afferrare la schuko collegata ad adattatore.

Pensate ai ferri da stiro. Spina schuko e cavo spesso troppo corto per potersi muovere liberamente. Ecco allora che la massaia ci mette un adattatore e prolunga italiana e la spina tedesca va a farsi benedire.

Le nostre spine, sono più sicure in quanto non hanno punti di contatto scoperti, come invece succede nelle schuko, (il contatto di terra) che potrebbe essere sotto tensione. Infatti nessuno sa con certezza, in ogni istante, se il filo della messa a terra é integro o meno, o che sia a potenziale nullo...

Edited by power-nrg
Link to comment
Share on other sites

Carlo Albinoni
Una non è polarizzata, una è antiestetica, una ha lo zoccolo difficile da pulire, una occupa due moduli, un'altra ha il contatto di terra che col tempo può rovinarsi... poi nel caso di quella che non ha lo zoccolo, gli spinotti si trovano a reggere un grande peso (vedi alimentatori e prese multiple)... Insomma, è una gran bolgia.

Be', la IEC unificata è stata inventata proprio per non avere "alcun difetto" (fatto salvo discorsi di estetica o di pulizia).

Innanzitutto gli elettrodomestici di grande potenza (>= 1,5kW) dotati le spine Schuko, attraverso gli adattatori, possono essere collegati a prese da 10A, e questo non va bene.

Ok. Ma la spina Schuko si usa anche per il ventilatore o la lampada da pochi watt. Cosa fai? ne proibisci l'importazione?

Per l'aspirapolvere o il phon, ecc. preferisco usare il classico adattatore in modo da potermi spostare in ogni stanza senza aver problemi di presa.

Non è il massimo l'adattatore sul phon (tra l'altro gli adattatori, per norma, non dovrebbero essere mai usati oltre 1500 W).

Link to comment
Share on other sites

Concordo su tutto!

Be', la IEC unificata è stata inventata proprio per non avere "alcun difetto" (fatto salvo discorsi di estetica o di pulizia).
Esatto, è stata inventata per non avere alcun difetto, ma qualcuno ne ha. Non è polarizzata e ha il contatto di terra libero.

Ok. Ma la spina Schuko si usa anche per il ventilatore o la lampada da pochi watt. Cosa fai? ne proibisci l'importazione?
E chi ha detto di proibirne l'importazione? Io non di certo! :rolleyes: Per me una spina o l'altra non fa differenza, ma da noi le schuko non puoi dire che non creano confusione. Con gli adattatori c'è gente che collega un ferro da stiro da 2000W alla presa da 10A... :blink: Si può fare, ma concorderai con me che non è il top. Al massimo vieterei gli adattatori da 10A, ma se in bagno voglio usare il phon e di solito vicino allo specchio la presa è sempre da 10A, che faccio? Vado per il corridoio o in camera ad asciugarmi i capelli? :lol:

Non è il massimo l'adattatore sul phon (tra l'altro gli adattatori, per norma, non dovrebbero essere mai usati oltre 1500 W).
A parte che 1500W di solito è la potenza massima di un phon, sono d'accordissimo con te, ma di bagni con la presa schuko ne vedo pochissimi, anche nel caso di nuove abitazioni, ergo...

Non voglio proibire nulla, ma a livello normativo è ora di stabilire qualcosa di più "rigido".

E poi, possibile che facciano storie se uno cambia una spina?

Edited by power-nrg
Link to comment
Share on other sites

Io le Magic anni '60 le trovo ancora in ottime condizioni dopo decenni di utilizzo.

Ci credo ed è una conferma di quello che ho scritto. Quelle difettose si son rotte subito, quelle esenti da difetti sono ancora funzionanti dopo 40 anni esatti, infatti l'impianto elettrico lo abbiamo realizzato nell'inverno 1971-1972. :)

Le cause della difettosità, che porta ad un'elevatissima mortalità infantile, l'ho abbondantemente illustrata.

E' stato un vero peccato, un'occasione persa. Sono dispositivi esteticamente accattivanti, funzionali, sicuri, di dimensioni contenute ed anche polarizzati.

Edited by Livio Orsini
Link to comment
Share on other sites

Esatto, è stata inventata per non avere alcun difetto, ma qualcuno ne ha. Non è polarizzata e ha il contatto di terra libero.

Guarda che la presa "unica" è polarizzata, il contatto di terra libero che cos'è?

Ti riferisci a questa, no? http://en.wikipedia.org/wiki/IEC_60906-1

collega un ferro da stiro da 2000W alla presa da 10A

E che problema c'è, a 230V si possono "ciucciare" fino a 2300W!

In ogni caso a casa mia niente spine tedesche, tutte mozzate e sostituite con spine 10A o 16A a seconda dei casi! E sulla lavastoviglie una spina + presa da 20A che chissà come era stata installata! (Le fanno più?) Sono quasi uguali a quelle solo 16A ma con i buchi ancor più grandi :o

Edited by DJ_Gabriele
Link to comment
Share on other sites

Carlo Albinoni
Non è polarizzata e ha il contatto di terra libero.

Ma stiamo parlando della stessa cosa? io sto parlando della IEC 60906-1, la presa IEC "unificata" adottata per ora solo in Brasile e Sudafrica.

ma da noi le schuko non puoi dire che non creano confusione

Non so se crea più problemi la presa più usata in Europa, o quella in uso solo in Italia.

Vado per il corridoio o in camera ad asciugarmi i capelli?

Non sarebbe una cattiva idea. In alcuni paesi sono vietate le prese in bagno proprio per questo.

Non voglio proibire nulla, ma a livello normativo è ora di stabilire qualcosa di più "rigido".

No so che cosa si potrebbe fare....

In ogni caso, qualunque cosa si facesse, sollveresti un mare di proteste.

Link to comment
Share on other sites

power-nrg+-->
CITAZIONE(power-nrg)

Per quanto ne so...già sono vietati gli adattatori 16A->10A...poi ovvio per chi già ce li ha...

Edited by fa87
Link to comment
Share on other sites

Per quanto ne so...già sono vietati gli adattatori 16A->10A...poi ovvio per chi già ce li ha...
è così ma ci sono due fatti per nulla trascurabili:

1) questi adattatori si trovano ancora con una certa facilità

2) gli adattatori schuko->10A esistono e sono a norma; nulla ti impedisce di usarli per collegare la lavatrice alla presa della specchiera (visto di persona in una casa al mare)

Succede ancor oggi per termoconvettori
Nella mia scuola qualche settimana fa si è sciolata una presa con annesso adattatore proprio per averla usata così, per collagare un calorifero elettrico
Link to comment
Share on other sites

MeM-93+-->
CITAZIONE(MeM-93)

Visto che confermi che gli adattatori 16A->10A sono (logicamente) vietati...e visto che una spina schuko prevede al 99% elettrodomestici che richiedono molta potenza e quindi i 16A (credo solo che ai computer ho visto prese schuko nonostante i computer non abbiano bisogno di grandi potenze) come fanno a essere a norma? cioè cioè una spina schuko è a 16A ...quindi come mai è vietato l'adattatore 16A->10A dei modelli italiani ma poi è a norma quello schuko 16A->italiana 10A?

Io sapendo che avevano vietato gli adattatori pensavo schuko comprese...anche se poi basterebbe un pezzo di filo tripolare tipo l'fror una presa volante da 16A e una spina volante a 10A per "fregare" la legge...ma questo ovviamente a proprio rischio e pericolo

ps. guardate qui che "bella" guida

o_O
Edited by fa87
Link to comment
Share on other sites

. guardate qui che "bella" guida
o_O

Sono senza parole! :o Del resto usa un prodotto Apple, che possiamo aspettarci ;)

2) gli adattatori schuko->10A esistono e sono a norma

è per via della famosa scritta "MAX 1500W" dove dicono (seppure in piccolo e quasi invisibile) di non usare per apparecchi che superino quell'assorbimento, quindi ci sta tranquillo nei 10A della presa "piccola"

Link to comment
Share on other sites

è per via della famosa scritta "MAX 1500W" dove dicono (seppure in piccolo e quasi invisibile) di non usare per apparecchi che superino quell'assorbimento, quindi ci sta tranquillo nei 10A della presa "piccola"
si ma lo sai l'utente medio cosa ci fa con la scritta max 1500W? penso che il video linkato in precedenza dica tutto...
Link to comment
Share on other sites

DJ_Gabriele+-->
CITAZIONE(DJ_Gabriele)

Però a questo punto basterebbe mettere la scritta max 1500W per rendere legali anche gli adattatori di spina italiana 16A->10A...? (però se devo dire la verità non so se esistono elettrodomestici con spina italiana che rientrino nei classici 1500W...sicuramente ho delle cose da 2000W con spina a 10A)...

comunque ripeto...anche se togliessero dalla circolazione tutti gli adattatori...i furbacchioni risolverebbero con un pezzetto di cavo tripolare, una presa volante 16A e una spina volante 10A secondo me...

ps. comunque...sicuramente lo saprete meglio di me...ma la guida che ho postato prima è solo uno dei tanti esempi...c'è chi con un seghetto taglia il contatto di terra per farlo entrare in una presa che non ha ingresso per la messa a terra...c'è chi con forza fa entrare la schucko nella presa italiana 16A...oppure per es ho visto segato il contatto di messa a terra di una spina svizzera perchè in svizzera le prese hanno il contatto di messa a terra più spostato e non allineato con L/N...

Edited by fa87
Link to comment
Share on other sites

Però a questo punto basterebbe mettere la scritta max 1500W per rendere legali anche gli adattatori di spina italiana 16A->10A...? (però se devo dire la verità non so se esistono elettrodomestici con spina italiana che rientrino nei classici 1500W...sicuramente ho delle cose da 2000W con spina a 10A)...
gli ultimi in vendita (es: 1317 della vimar) avevano questa scritta; esiste almeno un elettrocomestico con presa da 16A italiana che potrebbe assorbire moooolto meno di 1500W, la ciabatta!
Link to comment
Share on other sites

Carlo Albinoni
una spina schuko prevede al 99% elettrodomestici che richiedono molta potenza e quindi i 16A

Direi di no, trovi apparecchi anche di potenza molto minore (basta che sia isolato in classe 1).

Link to comment
Share on other sites

  • Maurizio Colombi locked this topic
Guest
This topic is now closed to further replies.
 Share


×
×
  • Create New...