Jump to content
PLC Forum


Azzeramento Db


cliff
 Share

Recommended Posts

Una piccola curiosita', sto' lavorando su su 1200 CPU 1214

Utilizzo le DB per memorizzare i dati di set impostati da un pannello 277,

Ad ogni modifica e quindi successivo trasferimento del programma i dati vengono azzerati.

Esiste un modo per non perdere le impostazioni ?

Un trasferimento parziale magari (OB, FC e FC senza Db) oppure una modifica online senza mettere in stop tutte le volte il plc

Il sw in utilizzo e' il 10.5 SP2

Grazie

Link to comment
Share on other sites


Purtroppo no.

Anche questo è un problema che, dicono, sarà risolto con la prossima versione del sw di sviluppo.

Per ora, se hai anche un pannello operatore, Siemens suggerisce di arrangiarsi così: link

A mio avviso, una casa come Siemens dovrebbe vergognarsi per aver messo sul mercato un PLC che ti reinizializza tutti i dati ogni volta che fai una modifica.

Io, per ora, ho realizzato un solo piccolo progetto con il 1200, e devo dire che non mi ci trovo niente bene.

Lasciamo perdere che non esiste più l'AWL, e questo già significa perdere molto più tempo per scrivere le stesse cose, ma ci sono un sacco di altri difetti:

1) Devi usare il mouse per fare qualsiasi cosa, perché le operazioni da fare anche da tastiera sono pochissime (in certi casi nemmeno il copia/incolla funziona da tastiera)

2) Non è possibile cambiare l'ordine delle variabili in un DB, se non facendo una copia di quella che vuoi rimuovere ed inserendola nel posto opportuno, e cancellando poi quella che non serve più.

3) Nelle "tabelle di controllo" (VAT) se scrivi un nome di variabile sbagliato la finestra rossa del messaggio non si chiude più, e copre l'elenco delle possibili scelte, rendendo la selezione impossibile. Si deve cancellare completamente il nome non corretto, e ridigitare tutto dall'inizio

4) Non è possibile lavorare con i puntatori (o, almeno, io non ci sono riuscito)

5) Non ho ancora trovato il modo (sempre che esista) per lavorare direttamente sui bit di una variabile dichiarata, per esempio, come INT ( a meno che non sia una MW). Per utilizzare direttamente in bit si dovrebbe dichiarare un array di bool. In questo caso però non si riesce (io non ci sono riuscito) ad utilizzare la variabile come INT.

6) Ci sono un sacco di finestre che dovresti continuare a chiudere, pena ritrovarsi con la finestra del codice di dimensioni ridicole. Per lavorare bene, servirebbe un monitor almeno 1920x1080. Sul mio monitor 1680x1050 si è un po' stretti.

7) Sempre in tema di finestre, per me che sono abituato quando lavoro in ufficio ad utilizzare due monitor, lo spostamento di una finestra sul secondo monitor è possibile ma scomodo: si deve disancorare la finestra, trascinarla sull'altro monitor e poi ridimensionarla a mano, perché se si cerca di espanderla sul secondo monitor, si riaggancia alle finestre sul monitor principale.

E questo solo per citare i difetti che mi sono venuti in mente al volo.

Stavo per proporre il 1200 ad un mio cliente (per quanto riguarda il lavoro appena fatto il 1200 mi è stato imposto) per un piccolo impianto.

Per fortuna ho avuto modo di conoscerlo un po', e ho fatto in tempo a tornare al vecchio 300. Quel poco di più che spendo per l'hardware, lo risparmio 10 volte in tempo di sviluppo.

Speriamo che con la prossima versione del sw di sviluppo risolvano veramente tutti questi problemi, perché così com'è ora non mi piace proprio.

Link to comment
Share on other sites

Mi sa' che se e' compatibile con i protocolli di comunicazione ethernet mi faccio un programma che salva le variabili e le ripristina. Ho da inserire prima della fine del lavoro cica 100 set ... non e' pensabile azzerarli tutte le volte.

Ho provato a creare un po' di codice ma il sistema nel completto mi ha deluso parecchio....

Ci vuole una macchine con le [at][at] per far girare un sw pesantissimo

In aggiunta devo fare la supervisione con flex e non con i pannelli integrati, sul portatile dove gira egregiamente step 7 aprire il TIA + il flex si siede il tutto.

...

bye

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Purtroppo il download parziale per salvare il contenuto dei DB ad ora non è fattibile.

Con l'uscita della V11 del TIA e del firmware v2.0 (aprile 2011) sarà possibile salvare il contenuto dei DB su flash interna o memory card tramite il programma utente, per poi poter ripristinare a tali valori salvati dopo il download del progetto.

Ovviamente rimane il problema che se ti dimentichi di salvare i dati prima del download il contenuto va comunque perso. Se hai una CPU con firmware 1.x potrai, una volta uscite le versioni 2.0, aggiornare anche la tua tramite Micro Memory Card per poter utilizzare tali funzionalità.

Link to comment
Share on other sites

Aggiornamento della vicenda.

Ho cercato degli OPC server compatibili con il 1200, ho trovato il Kepserver ... troppo costoso.

Ho provato con LIBNODAVE e funziona, da delphi mi sono creato un programmino che legge i valori dalle DB e li salva in un file ascii, e naturalmente l'utility per pendere i valori dal file ascii e riscriverlo nella memoria del plc.

comunque questo sistema di programmazione mi ha notevolmente deluso .... se la versione 11 (che dovrebbe uscire a breve) non risolve queste e innumerevoli altre carenze la vedo dura a conquistare fette di mercato col 1200

Bye

Link to comment
Share on other sites

E' il funzionamento nuormale previsto da Siemens. Si tratta del cosi detto "avviamento a freddo". Vedere stralcio del manuale seguente:

Perdita dei dati a ritenzione dopo la cancellazione di blocchi online o dopo il caricamento nel dispositivo

Se si cancellano blocchi online o si carica un elemento del progetto nella CPU (ad es. un blocco

di programma, un blocco dati o la configurazine hardware), al successivo passaggio allo stato

di funzionamento RUN la CPU esegue un avviamento a freddo. Oltre all'eliminazione degli

ingressi, all'inizializzazione delle uscite e alla cancellazione della memoria non a ritenzione,

con l'avviamento a freddo vengono cancellate anche le aree di memoria a ritenzione.

1.2.23 .145P rACovgovrmaepmrtielmanzazizoteein o segnu eedl n tePeellmLr'haCpalio rsd duwill aacri cepl rodoig uranm gmenaezriaotnoer eP dLiC impulsi

Leggimi

1.2 Leggimi STEP 7

STEP 7 V10.5 SP2

02/2010, 00002016

21

A ogni ulteriore passaggio da STOP a RUN viene eseguito un avviamento a caldo (la memoria

a ritenzione non viene cancellata).

Allora mi chiedo: se Siemens ha pensato di fare così può essere per qualche motivo di sicurezza o per qualche altro motivo? Saluti a tutti

Link to comment
Share on other sites

Mauro Rubinetti
comunque questo sistema di programmazione mi ha notevolmente deluso ....

Ma scusa Cliff non ho capito se ti ha deluso il sistema con le LIBNODAVE o il sistema Siemens.

Se il tuo commento è riferito alle LIBNODAVE......io uso e sono contento, per ora non ho fatto grandi cose, ma ritengo che funzionino bene :thumb_yello:

Un piccolo esempio di cio che ho fatto, se ti può interessare.

SALUTI.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...