Jump to content
PLC Forum


Sign in to follow this  
causicurti

Pic 16F628 - Sono in un mare di guai

Recommended Posts

causicurti

Come prima cosa voglio fare i complimenti a questo forum, che con grande gioia ho potuto constatare quanto siete preparati tecnicamente e disponibili. "Onore al merito."

Vengo al problema. Sono un piccolo tecnico fai da te, giorni fa un amico mi ha portato

una piccola macchina per il sottovuoto, ho pensato: che vuoi che sia è facile da riparare.

All' internno si è presentato un motore con pompa,un piccolo circuito stampato con pochi componenti e un Pic16F628, un trasformatore 220 uscita 24v. alternata che alimenta una restenza che serve per unire i due lembi di plastica. Avviando il sottovuoto con il primo pulsante la pompa parte, con un secondo pulsante si dà l' avvio al riscaldamento, che dura pochi centesimi di secondo , e quindi non avviene la fusione della plastica.

Ho controllato i pochi componenti , sono risultati buoni. Allora ho pensato che il Pic fosse difettoso. Ordinato il "cip" e qui il capogiro, EURO 45 tutto compreso.

Con le dita incrociate monto il componente e vualà, miseriaccia stesso problema, non effettua la fusione della plastica, faccio presente che per variare il tempo di fusione c' è potenziometro, ma comunque non agisce. Spero di essere stato chiaro nel presentare il difetto.Quindi chiedo gentilmente se c' è qualcuno che può darmi una mano Grazie.

Share this post


Link to post
Share on other sites

geoline

Non sono l'utente più "adatto" per questo tipo di cose, ma innanzitutto mi pare che 45 euro...

.. TUTTO COMPRESO??

Intendi compreso di programmazione?

Il PIC, forse lo sai già, ma lo metto in evidenza, deve essere programmato.

Il problema a mio avviso stà nel reperire il programma appropriato.

Riscriverlo credo sia un pò più problematico.

Forse Livio Orsini ti sà dare info più "utili". senzasperanza.gif

Share this post


Link to post
Share on other sites
accacca

Non ho capito se il PIC è un ricambio per la tua macchina o se hai acquistato un micrcontrollore generico. Nel secondo caso come ha evidenziato geoline non fai nulla perchè devi prima programmarlo e senza il programma...

Ovviamente non consoco la scheda ma io il micro lo metterei ultimo nella lista dei sospetti.

Hai provato la continuità sulla resistenza che salda il sacchetto, forse è interrotta. Viene controllata da un transistor o da un relè ?

Hai provato a verificare se il segnale che accende "il circuito di potenza" arriva correttamente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

Quoto i due messaggi precedenti. Il micro dovrebbe essere il guasto più improbabile

Share this post


Link to post
Share on other sites
causicurti

vi ringrazio per le risposte , come prevedevo sono stato poco chiaro.

Il pic che ho ordinato mi è arrivato già programmato. I pochi componenti esistenti sono esigui, proverò ad estrarre il disegno e a inviarvelo. La resistenza è buona perchè è stata misurata con lo strumento, come pure il trasformatore che alimenta la medesima.

Il pic tramite i Pin 1, Pin17, Pin 18, comanda le basi di 3 transistor che chiudono a massa

un capo della bobina dei tre relè a seconda del comando ricevuto, per pilotare la pompa per il vuoto, due per dare tensione (220v) al trasformatore che alimenta la resistenza a 24v e infine interviene l' elettrovalvola per scaricare la pompa. Nell'attimo in cui parte il comando per la resistenza, il relè interessato si eccita per pochi centesimi di secondo e poi si stacca, chiaramente la resistenza si scalda poco, proprio perchè il comando che arriva dal pic (pin18)si interrompe. Per quanto riguarda poi la programmazione io posseggo 2 programmatori, uno JDM che uso con Ic-prog e un altro che uso con Pony-prog. Prima di richiedere il Pic 16F628 ho cercato di leggerlo con Ic.prog,

nella finestra superiore mi dava tutto " 0000" mentre in quella sottostante mi ha dato la lettura della eprom. Quando mi è pervenuto il nuovo Pic già programmato prima di montarlo l' ho letto emi ha dato lo stesso risultato, cioè sopra tutto a " 0000" esotto il progamma della eprom. Vi facci notare ch e sulla finestrella accanto dove c' è scritto "Code protect" esce scritto: CP0000h-07FFh credo che vogilia dire che è protetto e non si può farne una copia. Cosa ne pensate?. Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites
accacca

Non so se è così evoluta ma c'è un controllo di temperatura ?

Potrebbe essere guasto e ingannare il PIC che accende ma poi trova temperatura troppo alta e spegne subito

Se controllo c'è dovrebbe esserci un sensore vicino alla zona riscaldata

Share this post


Link to post
Share on other sites
causicurti

Ottima intuizione ^accacca^per un momento mi hai dato un colpo al cuore, ma purtroppo sono andato a controllare e non c' è nessun controllo della temperatura.La

resistenza sta collegata direttamente all' uscita del trasformatore non ci sono altri fili

che vanno sul circuito stampato per il controllo della temperatura Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

Da come descrivi il problema sembra che il sistemino sia estremamemente "povero", quindi si ipotizza che la temperatura ottimale si raggiunga energizzando la resistenza per un tempo predeterminato. Può essere, ma è solo un'ipotesi, che il valore di tempo sia stato memorizzato nella EEPROM del pic e che si sia corrotto così ora è troppo ridotto.

Però questa ipotesi cozza contro il fatto che anche il nuovo PIC va allo stesso modo.

Quindi l'ipotesi più probabile è che il tmepo sia esatto ma che sia intervenuto qualche guasto o una qualche degradazione delle prestazioni del circuito di potenza.

Non avendo schemi disponibili è un poco difficile avanzare ipotesi sulle possibili cause.

Purtroppo non conosco i due dispositivi che possiedi, io uso esclusivamente strumenti Microchip.

Però visto l'estrema semplicità del circuito potresti scriverti un programmino e, usando uno die due PIC, provare a variare i tempi sino a che la resistenza scalda.

Però se la macchinetta è come penso il tempo di saldatura dovrebbe essere di qualche decimo di secondo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
walterword

sei sicuro di non aver ordinato un bancale di stecche di pic ?

45 euro per il micro mi sembrano un po troppi , costera 4-5 euro sad.gif

Share this post


Link to post
Share on other sites
causicurti

Si Livio è come tu dici, però nel controllo i pochi componenti sono buoni.

Rispondo all' amico Walterword la ditta si è pagato questo pic programmato 45 euro.

(che vergogna). Ora vi chiedo come faccio a inserire la copia dello schema elettrico che è in formato jpeg? Non trovo il tasto "sfoglia"

Share this post


Link to post
Share on other sites
Simons
causicurti+29/04/2008, 19:25--> (causicurti @ 29/04/2008, 19:25)

per inserire le immagini vai su http://imageshack.us , carichi l'immagine e poi nella schermata successiva prelevi il codice "Hotlink for Forums(1)" e lo incolli in un post

smile.gif

Share this post


Link to post
Share on other sites
walterword

ah ok ....be considerando il costo del denaro ,della vita ma soprattutto delle tasse , delle apparecchiature ect ...non credo che 45 euro sia molto

Li chiede l'idraulico per cambiarti un rubinetto ....rubinetto escluso

Share this post


Link to post
Share on other sites
causicurti

user posted image

UUUUUh!!! grazie Simons del consiglio ho imparato un' altra cosa.

Come vedete il circuito è di una semplicità estrema. Comunque credo che il tempo di ritardo del riscaldamento viene dato dall' impostazione del circuito RC che fa capo al pin 10.

Share this post


Link to post
Share on other sites
tesla88

Controlla il potenziometro , che non sia guasto, e il condensatore da 100n , controlla che tutte le piste siano ok e il collegamento al potenziometro sia efficente............... wink.gif

Ciao!

P.S. Ma perchè per un circuito così banale (banale è un eufenismo)viene impiegato un PIC?? Sarebbe come usare un Plc per l'accensione delle luci scale laugh.gif

Edited by tesla88

Share this post


Link to post
Share on other sites
causicurti

Ti ringrazio Tesla88 ma non mi posso arrendere così, ho trascorso di nuovo tutta la mattinata a controllare tutto, e a sostituire i componenti.

Sostituiti i 3 BC337, resitenze da 10K, il condensatore sul pin10, ho misurato la tensione che esce dai tre pin del pic quando è interessato alla funzione che deve svolgereL(livello alto 5v) ecc... Le piste sono tutte buone,l'inconveniente sta nel fatto che il tempo di riscaldamento dura pochissimo, e questo tempo lo dà il pic con la rete RC. Però io mi chiedo : se ho montato il nuovo pic perchè fa lostesso difetto?

iI pochi componenti interessati sono stati anche sostituiti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
accacca

Non mi intendo di PIC ma non è che hai combinato un guaio provandoli con il tuo programmatore. Le altre funzioni sono regolari ? Se sì la mia ipotesi è sbagliata.

Non capisco però il circuito di regolazione del tempo di riscaldmento. Cosa fa il pin10? C'è qualche funzione particolare?

Ci dovrebbe essere un'altra connessione per leggere il tempo RC di cariaca/scarica. Così anche muovendo il pin10 su e giù per il micro non succede niente.

Potrebbe essere sbagliato un valore in eeprom però credo che sia stata prevista una configurazione standard in caso di errore. Poi come osserva Livio due con lo stesso errore è poc probabile

Share this post


Link to post
Share on other sites
causicurti

Ciao ^accacca^ Ammesso che abbia rovinato un pic, ma non credo perchè con i due circuitini leggo e programmo memorie TV. Su quello che mi è stato inviato non ho fatto

nulla.Tutte le funzioni sono regolari e sono: 1- premuto il pulsante pompa, parte la medesima, perchè sul pin1 del pic escono 5v che vanno a eccitare il relè, intanto aspira e fa il sottovuoto, 2-con il pulsante partenza resistenza dò l' impulso sul pin11 del pic

e sul pin 18 escono 5v che va a pilotare il secondo relè per alimentare la resistenza, qui il tempo è brevissimo perchè non fa in tempo a unire i due lembi di plastica, con un pò di ritardo si ferma la pompa e parte un' elettrovalvola che svuota la pompa.

Tutte le operazionil e fà.

Share this post


Link to post
Share on other sites
tesla88

Riesci a postare l'intero circuito , anche la parte di potenza e magari una foto dello stampato(per vedere le saldature).............comunque c'è un errore progettuale..............manca un diodo in parallelo(inverso) alla bobina del relè...........

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

C'è sicuramente qualche cosa che non torna: o hai rilevato male lo schema o c'è qualche cosa di molto "strano"

Il pin 10 corisponde alla porta RB4 che ha funzioni di I/O (secondo programmazione di trisB) o di programmazione in bassa tensione.

E' anche un ingrsso di interrutp sul cambio di livello.

Acoppiare, tramite condensatore, un potenziomnetro ha poco senso, anzi a mio avviso nessuno

Share this post


Link to post
Share on other sites
causicurti

Ciao ^Livio^ ho ricontrollato e il circuito è così, ci sono due fili che vanno sulla parte alta della morsettiera a sinistra. di cui un filo va amassa e l' altro tramite il condensatore situato tra la morsettiera e il pic va sul pin 10. Scusami del doppio post e del nome.

Edited by causicurti

Share this post


Link to post
Share on other sites
andry75

Livio quel condesatore è una "ganzata" per utilizzare un potenziometro con un pic che non ha l'adc. Il problema sembra stare proprio in questa rete.

Ti consiglio di:

-Verificare che la tensione di alimentazione sia 5 Volt

-Sostituire il condensatore da 100n in serie al pin 10 (cambialo)

-Prova a verificare il funzionamento con l'ingresso del potenziometro una volta aperto e una volta cortocircuitato.

ciao

Andrea

P.S.

Ma hai provato a mantenere premuto il tasto di fusione?

Edited by andry75

Share this post


Link to post
Share on other sites
causicurti

Si la tensione è 5v stabilizzata dal7805 il condensatore è stato sostituito

( ora riprovo a metterne un altro) e infine per la terza prova se intendi

che il potenziometro devo metterlo una volta al minimo e una volta al massimo questo è stato fatto, il risultato è sempre lo stesso. Si è un pulsante, una volta dato l' input non lo sente più, anche se premi di nuovo.

Edited by causicurti

Share this post


Link to post
Share on other sites
accacca

Senza sapere ne leggere ne scrivere metti un condensatore con maggior capacità (attaccane due in parallelo) tra potenziometro e pin10 e vedi cosa succede.

Puoi vedere con un oscilloscopio cosa fa il pin10.

Non capisco una cosa darebbe l'idea di un convertitore a rampa però non capisco il funzionamento.

Per caricare la C il pin 10 dev'essere in output a 5V (non vedo altro modo)

Poi cosa faccio se lo uso output basso non posso misurare niente chiedo conferma) se lo metto in input ho (dovrei avere) alta impedenza dove scarico la C ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...