Jump to content
PLC Forum


Sign in to follow this  
Gianluca65

Centratura tavola con controllo fanuc

Recommended Posts

Gianluca65

Salve a tutti, vorrei sottoporre una domanda e spero non sia troppo "generica". Ho osservato la procedura di centraggio di una tavola rotante di una macchina utensile, e ho notato che questa procedura prevedeva l'utilizzo da parte dell'operatore di un comparatore. Successivamente dopo qualche manovra dell'operatore con codesto comparatore, sono stati annotati dei valori riguardanti l'asse x e l'asse y mostrati sul display e inseriti con segno opposto in un parametro (1240). Qualcuno è in grado di spiegarmi gentilmente in cosa consiste questa operazione, è in particolare perché i valori vengono inseriti con segno opposto? Grazie infinite.

Share this post


Link to post
Share on other sites

lucios

Adesso non mi ricordo a memoria cos'è il parametro 1240, ma probabilmente è un punto di riferimento assi.

In generale l'operazione che hai visto serve per creare il punto zero di un asse in quote macchina.

Quando un CNC esegue una procedura di presa origini di un asse, fa lo zero basandosi sulla misura fisica rilevata dal trasduttore (encoder o riga ottica). Però mai questo punto zero corrisponde con i centri tavola (che solitamente vengono usati come origini base dai costruttori delle macchine). Quindi le operazioni in genere sono:

- Con il parametro a zero si esegue la procedura di presa origini.

- Si porta fisicamente l'asse nel punto di zero macchina desiderato con l'ausilio di comparatori e quant'altro.

- Si annota la quota letta e la si riporta nel parametro.

Il segno negativo è perchè metti ad es. di fare lo zero trasduttore in un punto, poi con i comparatori misuri lo zero reale di macchina a +100mm. Nel parametro inserirai -100mm perchè informi il CN che l'origine fisica del trasduttore è la quota attuale meno lo shift (cioè 100mm meno).

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gianluca65

Innanzitutto lucios ti ringrazio per la risposta molto chiara. Avrei solo un paio di ulteriori domande:

1)nell'esempio che hai riportato, i 100 mm sono mostrati come coordinate assolute dal CN?

2)nel caso in cui, a macchina spenta, sbadatamente vengano spostati gli assi, e ad esempio l'asse X della macchina si trovi ora a 250 mm dallo zero macchina, occorrerà reimpostare ulteriormente il parametro? Se si, l'operazione di centraggio tavola, con modifica del parametro annessa, andrebbe effettuata ad ogni accensione della macchina per sicurezza.

Grazie, buona giornata.

Share this post


Link to post
Share on other sites
omaccio

1) sì alla prima risposta

2) sì  alla seconda, se sposti un azzeramento dovrai in qualche modo dirlo alla macchina.

3) sì se vuoi avere la certezza della quota dovresti come minimo ricontrollare, nella pratica perderesti una mezz'ora ogni mattina per rifare gli azzeramenti: i Fanuc se non ricordo male accettano fino a 48 + 5 azzeramenti!

 

Diciamo che se io posiziono una morsa o una tavola su un piano di una macchina, faccio lo 0 su un azzeramento senza andare a toccare i parametri del CN, mi scrivo su un foglio di carta e lo metto in vista che quell'azzeramento non va utilizzato e lavoro in tutta tranquillità per mesi!

 

Un esempio pratico: ho un 4° asse aggiunto sulla macchina e ho impostato centro x/y/z su l'azzeramento P48, ho scritto che quell'azzeramento non va toccato ed ogni volta che utilizzo il 4° asse non vado a rifare lo 0!

Qualche volta per scrupolo ho ricontrollato lo 0 del 4° asse e c'erano un paio di centesimi ma va a capire se si era spostato lo 0 o se lo avevo effettuato in modo anomalo io!

Luca  

Share this post


Link to post
Share on other sites
lucios

Beh no attenzione, i centri tavola dovranno essere rifatti e i parametri modificati solo se viene cambiata meccanicamente la posizione del trasduttore rispetto all'asse.

Se per esempio il trasduttore è un encoder calettato sul motore e il motore stesso viene smontato e rimontato, oppure se viene smontata la riga ottica.

Altrimenti non succede niente se gli assi vengono mossi manualmente a macchina spenta.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gianluca65

Infatti, da quanto ho appreso, il parametro non va più modificato. Ecco questa questione non mi è chiara, dato che i valori inseriti nel parametro per gli assi sono stati ricavati in corrispondenza di una particolare posizione di essi. Se questa cambiasse (movimento sbadato mentre la macchina è spenta) non capisco perchè non dovrei rimodificarli.

Share this post


Link to post
Share on other sites
lucios

Allora, i casi sono due:

1) Asse con rilevamento con encoder assoluto

In questo caso all'accensione il CN riceve già la quota encoder e anche se hai mosso l'asse a macchina spenta, l'encoder si è mosso di coneguenza quindi non è cambiato nulla.

 

2) Asse con rilevamento con encoder incrementale

In questo caso tutte le volte che spegni la macchina la quota viene in ogni caso persa. Al riavvio il CN esegue una procedura di presa origini cercando una tacca di zero sull'encoder (o riga ottica), questa posizione non cambia anche se spegni la macchina, quindi non è cambiato nulla.

 

Il parametro va modificato solo se si ha uno sfasamento meccanico tra l'asse fisico e il rilevatore (encoder o riga ottica). Questo può avvenire solo se si smonta e si rimonta il rilevatore oppure se slitta ad es. il giunto tra il motore e l'encoder.

Spero di essere stato chiaro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gianluca65

Chiarissimo. Un'ultima domanda: quando effettuo il centraggio della tavola, supponendo che le coordinate si trovino in una posizione lontana dallo zero macchina, hai detto che un'operazione da eseguire consiste nello spostare la tavola, mediante l'aiuto di un comparatore, in corrispondenza dello zero macchina. Il valore delle coordinate indicato sul monitor va riportato in segno opposto all'interno del parametro. Io in pratica sto dando un riferimento al CN, sto dicendo "CN guarda che tu ti sei svegliato con uno ZERO che si trova a +100 mm (ad esempio) rispetto quello reale. Prendi come riferimento questo dato per ricavare lo zero della macchina".

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
lucios
Quote

CN guarda che tu ti sei svegliato con uno ZERO che si trova a +100 mm (ad esempio) rispetto quello reale. Prendi come riferimento questo dato per ricavare lo zero della macchina

Io direi piuttosto: guarda che lo zero rilevatore che hai preso si trova a 100 mm da dove io voglio sia lo zero macchina.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gianluca65

Perfetto. Concludo chiedendo: sul web ho trovato un file interessante il cui link riporto:

http://www.fagorautomation.com/downloads/manuales/it/man_8055mc_self.pdf

Per quanto riguarda a ricerca di riferimento a pag 10, il riferimento macchina (nella figura di sinistra) di cui parla sarebbe il nostro "zero rilevatore" che si trova a 100 mm, corretto?

Share this post


Link to post
Share on other sites
lucios

Mah non si capisce bene ma sembra di si.

Comunque l'importante è avere chiaro il concetto di zero rilevatore, cioè il punto in cui il rilevatore da la quota 0. Lo zero macchina è invece il punto in cui il costruttore stabilisce che debba essere la quota 0 degli assi di macchina, generalmente si fa a centro tavola per ragioni pratiche poichè poi le attrezzature vengono montate riferendosi ad esso.

I due zeri fisicamente non coincidono e nel parametro ci si mette questa differenza, detta a volte offset.

Share this post


Link to post
Share on other sites
francescofra

mmm .. ma non e' che l'operatore immetteva i valori di pivot della tavola?

tali valori cambiano tutte le volte che si sposta la tavola e non hanno nulla a che vedere con il rilevamento delle origini macchina.

Servono al cn per fare i calcoli di rtcp..

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...