Jump to content
PLC Forum


REDCAT2

Generatore UNAOHM EP115 - Aggiunta Marker

Recommended Posts

REDCAT2
Posted (edited)

Eccomi, con questo caldo ho rallentato un pò il lavoro, ho modificato nuovamente il circuito come da ultimo schema del dott.cicala, aggiungendo i condensatori da 10 nF in parallelo a quelli da 1 nF, sostituendo le induttanze da 100uH con quelle da 10 mH e sostituendo i condensatori da 10 nF verso massa con quelli da 100 nF; inoltre ho modificato il circuito del 4093 come da schema.

La situazione è migliorata, ora non risuona più a 700 kHz e ha una attenuazione accettabile da 100 kHz a 7 MHz, poi l'attenuazione si fa sentire più pesantemente (forse aggiungendo in parallelo ai condensatori 1 nF // 10 nF anche dei 100 pF potrebbe salire oltre i 10 MHz con un'attenuazione accettabile).

Rimane il problema che non riesco assolutamente a ottenere il "pip" sulla curva di risposta, inserendo il generatore marker appare una onda simile a due fili intrecciati.

Allego alcune foto per spiegare meglio la situazione, non so cosa modificare ...

 

Segnale in uscita dal 4093 per il marker:

 

IMG_20200802_174902.thumb.jpg.2864f28f9824c1e42b93cb17cdb725d6.jpg

 

Segnale all'uscita del 4093 per il generatore vobulato:

 

IMG_20200802_174925.thumb.jpg.50684d7724c9fc924d393fe1bdd30cdb.jpg

 

 

Segnale per il marker dal 4093 dopo la resistenza da 1K :

IMG_20200802_174952.thumb.jpg.f16f12296bc66ca1ddd0394a6b0fb3f2.jpg

 

Segnale per il generatore vobulato dopo la resistenza da 1K:

IMG_20200802_175008.thumb.jpg.0615e30d0a7624f9a6dd6e0ab6ae583a.jpg

 

Curva di risposta amplificatore di media frequenza (460 kHz) senza il circuito MUX:

IMG_20200802_180230.thumb.jpg.0556bbddc72a75f003f541a40ee83140.jpg

 

Curva di risposta amplificatore di media frequenza (460 kHz) con circuito MUX ma senza segnale marker:

IMG_20200802_181023.thumb.jpg.61519c683d4d1d44feed620cb59a3cc5.jpg

 

Curva di risposta amplificatore di media frequenza (460 kHz) con circuito MUX e segnale marker:

 

IMG_20200802_181033.thumb.jpg.81d7eb1712e96b69edc47dcfab67d13c.jpg

Edited by REDCAT2
Link to post
Share on other sites

REDCAT2

Aggiungo altre due foto.

 

Curva di risposta amplificatore di media frequenza (460 kHz) con circuito MUX e segnale marker:

IMG_20200802_181035.thumb.jpg.3f8a241fe4338e481fd1c969cde8ea42.jpg

 

Circuito MUX con solo segnale generatore marker (uscita RF generatore vobulato isolata):

 

IMG_20200802_181117.thumb.jpg.3f54e97203d044c4dd8c882fb8c76fd9.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Link to post
Share on other sites
dott.cicala

Non ci siamo. Quindi devo montare il circuito. Per prima cosa, proviamo la parte logica

aaa.jpg.faf3891d0ea0739bd7883267f135a4fe.jpg

 

Le curve che hai ottenuto non corrispondono alle mie. Sono misurate su R2- R3

bbb.jpg.77191a7c9060ed87787071d06c7ef81b.jpg

 

Dovi regolare il trimmer RV1 fino ad ottenere una frequenza di circa 1kHz e così l'impulso per il marker durerà circa 70us.

Le polarità delle tue curve sono ribaltate. Come mai?

 

Link to post
Share on other sites
REDCAT2
18 minuti fa, dott.cicala ha scritto:

Le curve che hai ottenuto non corrispondono alle mie. Sono misurate su R2- R3

bbb.jpg.77191a7c9060ed87787071d06c7ef81b.jpg

 

Dovi regolare il trimmer RV1 fino ad ottenere una frequenza di circa 1kHz e così l'impulso per il marker durerà circa 70us.

Le polarità delle tue curve sono ribaltate. Come mai?

 

Non sò perchè sono ribaltate, ricontrollo il circuito e regolo il trimmer RV1 per ottenere 1 kHZ 

Ma le misure le hai fatte all'uscita del 4093 o dopo le resistenze da 1K (R2 e R3) ?

Con la parte circuito con le induttanze e i diodi HP le forme d'onda misurate dopo le resistenze R2 e R3 sono attenuate e un pò distorte.

Link to post
Share on other sites
dott.cicala

Si dopo R2-R3 ma non ho i diodi hp e ho usato dei BAT43.

Il principio di funzionamento è corretto ma non ho il tuo generatore per fare altre prove. Così ho iniettato due segnali presi da due generatori, ho collegato l'oscilloscopio in uscita e ho verificato che la miscelazione avviene correttamente. Con due segnali a 460Khz si vede la curva cambiare di intensità, proprio perché un segnale viene visualizzato per meno tempo dell'altro e a causa delle fasi differenti e dell'asincronia con lo sweep dell'oscilloscopio la curva ruota.

Se però sommo un terzo segnale a 100Hz ai due, come se fosse la tua riga orizzontale, viene anch'esso miscelato.

Per questo dicevo che per come è ottenuto il segnale di sweep (con un segnale sinusoidale che genera la ritraccia) e con la presenza di quella linea, il mux non può dare i risultati sperati.

Quando ho progettato il circuito non sapevo della presenza di quella linea e nemmeno di come veniva generato lo sweep, anche se avrei potuto immaginarlo dato che di vobulatori unahom ne ho avuti due e tutti e due funzionavano così.

 

Bisogna riprogettare il circuito e ricavare il segnale di di sinc direttamente dal vobulatore

Link to post
Share on other sites
REDCAT2

Eccomi,

avevo fatto un'errore nel collegamento del 4093 ora ho regolato il trimmer per 1 kHz e le forme d'onda sono simili alle tue, vedi foto allegate.

 

impulsi larghi 60 uS per pilotaggio porta Marker

 

IMG_20200803_164050_1.thumb.jpg.eb1ad8a98cdc10c219e16b45a1466b38.jpg

 

Pilotaggio porta generatore vobulato (freq. circa 1 kHz) :

 

IMG_20200803_164150.thumb.jpg.9ef888bdf4a885622c655984625dfa53.jpg

 

 

 

Link to post
Share on other sites
dott.cicala

Così va bene. Ma per quanto detto prima, dubito che funzionerà.

Puoi provare a modificare il circuito così

image.thumb.png.bc17c031cb654d34b29209a97d1ab951.png

 

Link to post
Share on other sites
REDCAT2

OK, grazie mille dott.cicala, provo le nuove modifiche.

Link to post
Share on other sites
REDCAT2

Provato, ma non migliora, inserendo il marker la curva di risposta è disturbata (molto di più di quello che si vede in foto), ma non si riesce ad ottenere il "pip".

Boh, rinuncio, pazienza. Ritorno al sistema del calcolo della frequenza con i quadretti dello schermo.

 

IMG_20200803_182622.thumb.jpg.12832e59fb3c3b1133415a90d7e87a0e.jpg

 

Link to post
Share on other sites
dott.cicala

Mai arrendersi. Hai provato così?

Cattura.JPG.2af86ccc67b25f7fb84e9affa59ec822.JPG

Link to post
Share on other sites
REDCAT2

Si, è così che stò provando, esattamente così.

Avendo un oscilloscopio doppia traccia utilizzo la modalità X-Y.

Non mi arrendo, ma non saprei che altro fare ...

Link to post
Share on other sites
REDCAT2
Posted (edited)

Non mi sono ancora arreso.

Pensavo di modificare il circuito di controllo dell'oscillatore del generatore EP115 eliminando il pilotaggio con sinusoide e aggiungendo un circuito oscillatore a dente di sega che dovrebbe spostare avanti e indietro la frequenza del generatore rispetto a un valore centrale, però poi non so come generare il segnale per l'oscilloscopio e l'impulso per il marker.

L'impulso per il marker potrei inviarlo all'asse Z dell'oscilloscopio (intensity modulation) in modo da intensificare la traccia.

L'altro generatore che ho è un DDS TG1000 della TTI inglese, ha un sistema diverso, cioè l'uscita per l'oscilloscopio va connessa all'ingresso Trigger esterno e all'ingresso asse Z in modo che il suo marker sia visibile come variazione di intensità luminosa della traccia sullo schermo dell'oscilloscopio.  

Edited by REDCAT2
Link to post
Share on other sites
dott.cicala

...In pratica i miei vecchi unahom li ho mandati in pensione per questi difetti. Li ho sostituiti con due generatori DDS la cui purezza magari sarà anche peggiore (ma non penso) e la cui stabilità è assolutamente migliore. Volendo poi avere uno sweep marker me lo sono costruito da zero.

Ecco alcune immagini relative al dente di sega che pilota l'asse x dell'oscilloscopio.

dente.thumb.JPG.61f2fc684f1143835111e6a7581e500c.JPG

Quando inserisco i markers (ne ho previsti 3 liberamente programmabili) al fine di generare lo spot o il pip, arresto la scansione dell'asse x (e ovviamente anche la frequenza sweppata).

med.thumb.JPG.76e70acde9a078c2a6f12416a2c7e696.JPG

Per aumentare la luminosità del pip, aumento il tempo di arresto della scansione

tmax.thumb.JPG.e5d31f80e740a7f8a53fcf15979fc3f3.JPG

 

E così sull'oscilloscopio in modalità x-y compare questa

centro.jpg.3a86af11000d82597113dde266888956.jpg

 

che diventa così

Geloso713_ps50.jpg.4ddd3d41de4c4fd8128c32205a349480.jpg

 

L'oscillatore è un DDS, il dente di sega è ottenuto da un pwm, così sia la scansione in frequenza che lo spazzolamento dello schermo sono sempre sincroni.

Conosco in qualsiasi momento la frequenza, la posizione dei markers e la relazione quadretti/frequenza sull'oscilloscopio.

 

Si potrebbe applicare il medesimo principio anche sul tuo.

Link to post
Share on other sites
REDCAT2

Proprio come piacerebbe anche a me. Pensi sia possibile modificare l' EP115 ?

Ti ringrazio per il grande aiuto che mi stai dando.

 

Ciao

Attilio

Link to post
Share on other sites
dott.cicala

E' tutto qui

Cattura2.JPG.eea57ffc86fb7391c9e4b1c391505f48.JPG

 

Dovrebbero esserci questi segnali

image.png.242eb29bfc7ecfcfe7543ca78ca2159f.png

Rosso = asse orizzontale

Giallo = emettitore di T1 con l'interruttore blanking aperto - Quando invece l'interruttore è chiuso, l'oscillatore è sempre alimentato

Blu = Sweep

 

Il segnale per l'orizzontale non è un problema e dipende dalla sensibilità dell'oscilloscopio

 

L'oscillatore dovrebbe venir sweppato da qui

image.png.560298f2d9425ce4f0fd9684df91d978.png

Bisogna capire che livelli di tensione corrispondono alla frequenza minima e massima

 

 

Link to post
Share on other sites
REDCAT2

Mi pare di aver controllato tempo fa i segnali che mi hai indicato e sono quelli.

Domani apro l' EP115  ed effettuo le misure di detti segnali sia come frequenza (che per quelli sinusoidali dovrebbe essere a 50 Hz di rete) sia l'ampiezza e anche i livelli di tensione ai varicap in modalità CW e Sweep.

Se devo fare ulteriori misure in punti precisi sono a disposizione.

 

 

Link to post
Share on other sites
REDCAT2

Ho guardato un pò gli schemi e spero di aver interpretato bene, cioè: in modalità CW (senza modulazione) la tensione stabilizzata a + 33 Vdc viene direttamente inviata al gruppo di resistenze e al potenziometro "Fine Tune", dal centrale di tale potenziometro viene prelevata la tensione per i diodi varicap (linea che arriva all'impedenza L5), il diodo D10 (1N4148) penso sia per una compensazione di temperatura. In modalità SWEEP il segnale sinusoidale "sweep" viene sovrapposto ai +33 Vdc tramite il condensatore C45 (47 uF - 35VL) ed è regolabile in ampiezza tramite il potenziometro "FM DEVIATION" che in questa modalità funziona come regolatore della larghezza dello sweep.

Mi rimane un pò oscuro il funzionamento del transistor T1 che alimenta l'oscillatore principale: con l'interruttore su "Blanking OFF", sul suo emettitore ci sono 11,5 Vdc costanti, mentre con l'interruttore su "Blanking ON" c'è un'onda quadra, pertanto l'oscillatore principale viene alimentato o meno in relazione allo stato dell'onda quadra. Questa onda è generata dal circuito con l'integrato SN7400 a partire da un'onda sinusoidale a frequenza di rete (50 Hz).

   

Link to post
Share on other sites
REDCAT2

Eccomi,

ho effettuato alcune misure, di cui allego foto dello schermo dell'oscilloscopio.

 

Emettitore transistor T1  (A Oscillatore) in modalità sweep (in CW ci sono 11,5 Vdc costanti):

 

IMG_20200805_190656.thumb.jpg.0d0264cf6510270e7cb84a87a4386e7f.jpg

 

Linea "Sweep" con pulsante "SWEEP" premuto (in modalità CW l'ampiezza passa a  40,8 Vpp):

 

IMG_20200805_191031.thumb.jpg.d547d801b37b61d8f7eef304d5e26398.jpg

 

 

Link to post
Share on other sites
REDCAT2

Non riesco a caricare le altre foto !

Ma ad ogni modo ho visto che in modalità CW la linea "+ 33V" è ad una tensione costante (27,6 Vdc), mentre quando si passa in modalità SWEEP, la tensione varia in modo sinusoidale (frequenza 50 Hz) con ampiezza regolabile dal potenziometro "SWEEP WIDTH". Questa variazione si ripercuote sulla linea che controlla i varicap.

Con il regolatore "SWEEP WIDTH" al massimo, ho i seguenti valori:

in modalità CW la tensione ai varicap per 470 kHz in uscita (RF OUT) è di 18,8 Vdc, passando in modalità SWEEP la tensione varia da 10 V minimo a 26,8 V massimo.

Ho provato anche con 10,7 MHz: tensione varicap in CW = 9,40 Vdc, tensione varicap in SWEEP = da 5,2 V a 13,4 V

Con tensione massima ai varicap in CW = 27,6 Vdc, tensione varicap in SWEEP = da 15,6 V a 38,4 V

Con tensione minima ai varicap in CW = 2,72 Vdc, tensione varicap in SWEEP = da 1,44 V a 3,92 V.

 

 

Link to post
Share on other sites
dott.cicala

Sì immaginavo funzionasse così. Conferma le mie simulazioni.

Il principio utilizzato è lo stesso già adottato nel EP615b del 1962 che era a valvole.

La tensione di sintonia è stabilita dal partitore il quale è alimentato dal ritorno di quel 4148. Inizio e fine del partitore sono selezionati dal commutatore di banda, quindi vanno al potenziometro fine tuning dal cui cursore viene prelevata la tensione da inviare ai varicap. Lo sweep è in AC e viene sovrapposto alla tensione di sintonia.

I varicap sono del tipo TV a 33v. L'oscillatore è uno solo, il suo segnale entra in una catena di divisori.

Mi sono studiato bene il circuito: Pazzesco!

Sarebbe costato meno avere vari oscillatori come accade in molti altri generatori coevi pari fascia, pari prezzo (vedi Marconi) anche perché prelevato il segnale dai divisori hanno dovuto ripulirlo perché altrimenti è quadro. Così si son ritrovati con quel piastrone "Divider & filters" zeppo di componenti che un quarto sarebbe bastato.

In pratica quando la sinusoide dello sweep passa per lo zero, l'oscillatore si trova al centro della frequenza selezionata, lo sweep lo sposta sopra e sotto al centro.

R6-R7 servono per mettere in fase la scansione orizzontale con la frequenza, se non in fase verranno fuori curve balorde.

 

Come inserire il pip? Va fatto esternamente, altrimenti il castello crolla.

 

A questo punto credo che si debba lasciar transitare il segnale senza multiplexarlo e iniettare il segnale del marker tramite un T bnc, ma solo per un brevissimo istante e sincronizzati col segnale di sweep. Se il generatore che usi come marker ha l'ingresso Trig e può generare un segnale one-shot serve solo un circuito che generi il trigger partendo dallo zero crossing dello sweep.

 

Mi rendo conto di essere stato chiaro quanto il progettista della unahom :superlol:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Link to post
Share on other sites
dott.cicala

Domanda:

 

Se metti un T bnc e inietti il segnale del generatore marker, oltre a quello dello sweep gen, sull'oscilloscopio cosa vedi?

Link to post
Share on other sites
REDCAT2
1 ora fa, dott.cicala ha scritto:

Come inserire il pip? Va fatto esternamente, altrimenti il castello crolla.

 

A questo punto credo che si debba lasciar transitare il segnale senza multiplexarlo e iniettare il segnale del marker tramite un T bnc, ma solo per un brevissimo istante e sincronizzati col segnale di sweep. Se il generatore che usi come marker ha l'ingresso Trig e può generare un segnale one-shot serve solo un circuito che generi il trigger partendo dallo zero crossing dello sweep.

Il generatore che uso come marker ha l'ingresso External Trigger e ha la funzione Gated, cioè genera solo quando il livello all'ingresso External Trigger è alto, non so se va bene. Il generatore è il DDS TG1000 della TTI inglese.

 

Non ho capito come fare la prova del T BNC e iniettare il segnale del generatore marker, oltre a quello del generatore sweep, cioè l'uscita del T BNC la mando all'ingresso verticale dell'oscilloscopio ?

Link to post
Share on other sites
REDCAT2

Dott. cicala puoi per favore spigarmi come fare la prova con il T BNC  ?

Ho provato a collegare i generatori al T BNC e l'uscita del T BNC l'ho collegata all'ingresso verticale dell'oscilloscopio ma non vedo variazioni, a parte una diminuzione dell'ampiezza dovuta all'impedenza dei generatori. 

Link to post
Share on other sites
dott.cicala

Sono in partenzaaaaaa :smile:

 

In pratica non avendo l'unahom uno stadio rettificatore che genera la tensione da applicare all'asse Y questa viene prelevata dal D.U.T.

Perciò il T va a monte di quest'ultimo, in parallelo al segnale fornito dal generatore, esattamente dove hai collegato il mux.

 

Le prove che devi fare sono 2:

 

1) Miscelare con in T i due segnali

2) Iniettare solo il segnale del marker

 

l'asse x dovrà comunque essere pilotato dall'unaohm.

 

Nel 2° caso dovresti ottenere una curva molto stretta.

Nel 1° regolando bene l'ampiezza del generatore marker dovresti vedere due curve sovrapposte, una larga quanto la banda passante dei dut,

un'altra ,quella del marker, molto stretta che sposta al variare della sua frequenza.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Edited by dott.cicala
Link to post
Share on other sites
REDCAT2

OK, provo.

Non mi abbandonare ...

 

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.



×
×
  • Create New...