Jump to content
PLC Forum


Interruttore differenziale a riarmo automatico... quanti riarmi attua?


Recommended Posts

non vedo il neutro, è nell'ombra o avevate usato il gialloverde?

 

comunque evidentemente non c'è nulla, la distanza non sembra eccessiva ma nemmeno poca, in teoria al contatore ci andava una protezione, se non la metti allora il primo elemento nel quadro di casa deve essere un C25 al massimo per proteggere il o i puri che metterai.

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 73
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • vela89

    27

  • reka

    18

  • NovellinoXX

    9

  • piergius

    5

Top Posters In This Topic

Posted Images

10 minuti fa, reka ha scritto:

non vedo il neutro, è nell'ombra o avevate usato il gialloverde?

 

comunque evidentemente non c'è nulla, la distanza non sembra eccessiva ma nemmeno poca, in teoria al contatore ci andava una protezione, se non la metti allora il primo elemento nel quadro di casa deve essere un C25 al massimo per proteggere il o i puri che metterai.

Cioè prima un differenziale magnetotermico e poi un differenziale ad alta immunità?

 

Quale è la motivazione tecnica? L'assenza di questo elemento Può avere attinenza con gli scatti intempestivi?

 

Grazie per le spiegazioni e la pazienza.

Link to comment
Share on other sites

no non c'entrano i distacchi del differenziale.

 

tu hai messo un differenziale puro, quindi senza protezione magnetotermica, di taglia 25A.

siccome sotto hai un totale di magnetotermici superiori ai 25A e a monte non hai nulla , non è protetto da sovraccarichi e cortocircuito, quindi c'è la possibilità che si superino i 25a.

 

Link to comment
Share on other sites

5 minuti fa, reka ha scritto:

no non c'entrano i distacchi del differenziale.

 

tu hai messo un differenziale puro, quindi senza protezione magnetotermica, di taglia 25A.

siccome sotto hai un totale di magnetotermici superiori ai 25A e a monte non hai nulla , non è protetto da sovraccarichi e cortocircuito, quindi c'è la possibilità che si superino i 25a.

 

Faccio fatica a seguire. A me hanno installato un differenziale ad alta immunità.... Non un differenziale puro...

IMG20230904153738.jpg

Link to comment
Share on other sites

ad alta immunità è una caratteristica, la tipologia è "differenziale puro" che si differenzia dai "magnetotermici differenziali" perchè ha la sola protezione differenziale (che sia A, B, F, 30, 300 non cambia nulla) 

Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, vela89 ha scritto:

SPD è stato collegato a destra del diff. alta immunità, in quanto NON cambia

niente se a valle o a monte (?) 

Ora che ci penso, ha applicato la "Teoria della Proprietà Commutativa Estesa"☹️ :

 anche mettere un carro davanti e i buoi dietro, per lui non cambierebbe nulla ! 

- Invece cambia molto ! Guarda caso, l' S. P. D. deve convogliare verso Terra proprio la Corrente

impulsiva affinché non attraversi il Differenziale e tutto ciò che segue .

- Tutti hanno consigliato di alleggerire il "Carico di Dispersioni", anche estendendo la Diagnosi 

alle 5 Linee, 

- ma qui si è fatto il contrario, l' S. P. D. è un "Carico" in più per il Differenziale . 

Ricapitolando :

-

19 ore fa, vela89 ha scritto:

A questo punto non ci resta che:

a) spostare gli SPD prima del diff. ad alta immunità oppure  E

 

b)Verificare se la Corrente Dispersa totale con i Carichi in Stand-by superi i 15mA,

nel qual caso va affiancato  almeno un altro Differenziale. oppure  E/O

 

c)Creare una linea con M. T. D. 10A/30mA solo per il frigo/congelatore . 

Buona serata ! 

Link to comment
Share on other sites

🥵 arghhhhhhh ....... e l'elettricista ti ha guardato l'impianto? (....no comment !!!!)

se quella tratta e' minore di 3 metri devi aggiungere un magnetotermico da 25A nel quadretto prima del differenziale;

se e' maggiore di 3 metri devi inserirlo nelle immediate vicinanze del contatore.  

 

Link to comment
Share on other sites

4 ore fa, piergius ha scritto:

Invece cambia molto !

Sono a destra fisicamente, bisogna vedere se sono collegati elettricamente a monte con entra/esci

Link to comment
Share on other sites

Il 4/9/2023 alle 17:51 , NovellinoXX ha scritto:

🥵 arghhhhhhh ....... e l'elettricista ti ha guardato l'impianto? (....no comment !!!!)

se quella tratta e' minore di 3 metri devi aggiungere un magnetotermico da 25A nel quadretto prima del differenziale;

se e' maggiore di 3 metri devi inserirlo nelle immediate vicinanze del contatore.  

 

Magnetotermico al posto del Bticino GC723F25? o in aggiunta al Bticino GC723F25?

Link to comment
Share on other sites

1 minuto fa, vela89 ha scritto:

Magnetotermico al posto del Bticino GC723F25? o in aggiunta al Bticino GC723F25?

Altro dubbio su cui ragionavo: come fa un differenziale a monte da 25A(anche lo Schneider di prima era 25A)  a reggere la somma di tutti i magnetotermici che ci sono a valle (3 x 16 + 2 x 10) = 68A?

Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, vela89 ha scritto:

Magnetotermico al posto del Bticino GC723F25? o in aggiunta al Bticino GC723F25?

In aggiunta. Il GC723F25 e' un differenziale puro e va protetto.

Nel centralino devi avere  SPD, magnetotermico collegati entra esci sui morsetti sopra

La terra (dal picchetto) deve arrivare al PE del SPD.

Poi il differenziale (meglio se due)  e a seguire i magnetotermici di zona.

Se vuoi utilizzare il differenziale a riarmo automatico lo puoi utilizzare come

secondo differenziale riservato per il frigo e qualche altro servizio indispensabile.

 

2 ore fa, vela89 ha scritto:

come fa un differenziale a monte ..............  a reggere la somma di tutti i magnetotermici che ci sono a valle

Sicuramente perchè non hai prelevato a valle più di 25A, ma potenzialmente e' possibile.

 

Quanti metri di cavo ci sono dal centralino al contatore?

Perchè se sono più di tre metri ci vuole un'altro magnetotermico nei pressi del contatore.

 

Edited by NovellinoXX
Link to comment
Share on other sites

Carlo Albinoni
Il 2/9/2023 alle 16:36 , piergius ha scritto:

Verifica se la Corrente Dispersa totale con i Carichi in Stand-by supera i 15mA, nel qual

caso va affiancato  almeno un altro Differenziale. 

La norma dice di non superare 0,3 Idn (CEI 64-8 parte 5 da qualche parte) per avere un po' di margine (ed ovviamente non solo in stand by ma anche in funzionamento).

Link to comment
Share on other sites

15 ore fa, NovellinoXX ha scritto:

In aggiunta. Il GC723F25 e' un differenziale puro e va protetto.

Ok. Può consigliarmi un modello? Sinceramente questa volta mi compro il pezzo su Internet... La volta scorsa mi ha fatto stra-pagare 250€ per un BticinoGC723F25+ 2scaricatori.,.. questa volta mi compro il pezzo su Internet e poi contatto un altro elettricista...

 

 

 

 

Link to comment
Share on other sites

15 ore fa, NovellinoXX ha scritto:

 

Nel centralino devi avere  SPD, magnetotermico collegati entra esci sui morsetti sopra

 

 

Premettendo che mi faccio aiutare da un altro elettricista, ma è questa la disposizione corretta? Ho capito giusto?

 

 

BticinoDEF.jpg

15 ore fa, NovellinoXX ha scritto:

 

 

Quanti metri di cavo ci sono dal centralino al contatore?

Perchè se sono più di tre metri ci vuole un'altro magnetotermico nei pressi del contatore.

 

Se non ricordo male il percorso del filo (sono passati 15 anni) siamo di poco sotto i 3 metri... ca 2,5

Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, vela89 ha scritto:

Premettendo che mi faccio aiutare da un altro elettricista, ma è questa la disposizione corretta? Ho capito giusto?

Si va bene.

Link to comment
Share on other sites

Il 6/9/2023 alle 12:13 , Carlo Albinoni ha scritto:

La norma dice di non superare 0,3 Idn

(CEI 64-8 parte 5 da qualche parte)

per avere un po' di margine (ed ovviamente non solo

in stand by ma anche in funzionamento).

- Grazie per la precisazione ! Parole sante ! 

Infatti, se la Dispersione totale ammonta a 16 ÷ 18mA , meglio dividere fra 3 Differenziali, ognuno dei quali dedicato a pochi MagnetoTermici . 

- Per le Linee dove si rilevano le maggiori Correnti Disperse si possono sostituire i MagnetoTermici con M. T. D. indipendenti . 

-

(un tale si meravigliava che, per riarmare l' unico Differenziale da 30mA , fosse necessario prima portare OFF gli 11 MagnetoTermici a valle di esso.) 

-

Buona serata! 

Link to comment
Share on other sites

Il 5/9/2023 alle 21:08 , NovellinoXX ha scritto:

In aggiunta. Il GC723F25 e' un differenziale puro e va protetto.

 

 

Ok. Può consigliarmi un modello? Sinceramente questa volta mi compro il pezzo su Internet... La volta scorsa credo di essermi fatto fregare... 250€ per un BticinoGC723F25+ 2scaricatori+ 5 minuti di installazione.,.. questa volta mi compro il pezzo su Internet e poi contatto un altro amico che fa lavoretti elettrici...

Grazie

Link to comment
Share on other sites

Il 4/9/2023 alle 15:33 , reka ha scritto:

 

tu hai messo un differenziale puro, quindi senza protezione magnetotermica, di taglia 25A.

siccome sotto hai un totale di magnetotermici superiori ai 25A e a monte non hai nulla , non è protetto da sovraccarichi e cortocircuito, quindi c'è la possibilità che si superino i 25a.

 

Sovraccarichi determinati da fulmini in zona? Neppure col vecchio differenziale è mai scattato per "" più elettrodomestici attaccato contemporaneamente"""...

Link to comment
Share on other sites

non c'entrano i fulmini.. 

 

non è mai successo ma può succedere e la regola è quella, l'impianto deve seguirle..

 

poi ci sono impianti senza terra e impianti senza protezioni automatiche e non è che tutti prendono fuoco.. ma ogni tanto qualche folgorato e qualche incendio per corto circuito capita

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, reka ha scritto:

non c'entrano i fulmini.. 

 

non è mai successo ma può succedere e la regola è quella, l'impianto deve seguirle..

 

poi ci sono impianti senza terra e impianti senza protezioni automatiche e non è che tutti prendono fuoco.. ma ogni tanto qualche folgorato e qualche incendio per corto circuito capita

Può essere che nel 2007 non fosse obbligatorio... Anche sui tetti, x fare un esempio stupido, una volta la linea vita non era obbligatoria....

 

Comunque se non ha attinenza con gli "scatti intempestivi del differenziale" dovuti ai fulmini (il nocciolo del mio problema) non credo apporterò questa ulteriore modifica....(aggiunta del magnetotermico, ndr)

 

Dopo 250 eurini già spesi e il problema NON risolto,Preferisco concentrarmi sui 3 step più basilari/logici.

 

1) spostare gli SPD prima del diff. ad alta immunità 

 

2)Verificare se la Corrente Dispersa totale con i Carichi in Stand-by superi i 15mA,

nel qual caso va affiancato  almeno un altro Differenziale E/o

 

3)Creare una linea con M. T. D. 10A/30mA solo per il frigo/congelatore . 

Edited by vela89
Link to comment
Share on other sites

Quote

Protezione contro le sovracorrenti: . L’ RCCB deve essere protetto dai sovraccarichi (sia a monte che a valle) tramite un interruttore o un fusibile che abbia un massimo della stessa corrente nominale dell’ interruttore differenziale.

 

ho copiato e incollato la scheda tecnica del tuo GC723F**

non si tratta di norma, lo specifica il produttore che va protetto

 

 

Link to comment
Share on other sites

4 ore fa, vela89 ha scritto:

Può essere che nel 2007 non fosse obbligatorio...

Che mi ricordi e' sempre stato obbligatorio, prima ancora che scrivevano le norme.

Ho messo mano su un impianto anteguerra e già si usava la "TABACCHIERA"(fusibili)

 

4 ore fa, vela89 ha scritto:

non credo apporterò questa ulteriore modifica....(

Fai male, quello viene prima di tutto il resto.

Ti consiglio QUESTO.

Di più economico non ho trovato di marche conosciute e comunque su Am..on le caratteristiche sono sempre incomplete ed e' facile sbagliare (però puoi restituirlo).

Poi fai come meglio credi.

Edited by NovellinoXX
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share


×
×
  • Create New...