Jump to content
PLC Forum


Sign in to follow this  
maxissimo76

Novità Wi-fi

Recommended Posts

maxissimo76

Ciao a tutti.

Uno storico produttore italiano ha presentato la sua automazione con accessori completamente wireless, unico cavo quello di alimentazione, tutto il resto autoalimentato e comunicante via radio.

Ora qualcuno tra noi magari lo ha già visto, oppure è un beta-tester..sarebbe bello confrontarci qui.

Non cito appositamente la marca per evitare critiche fuori luogo...

A presto!

Share this post


Link to post
Share on other sites

oklim1

Salve, credo sia una vera e propria novità e a guigno 2010 vedremo se effettivamente tutto funziona come dicono ... credo sia molto interessante la durata delle batterie tampone dei trasmettitori e la possibilità di poterlo collegare non solo alla R*B ma anche a tutti i cancelli scorrevoli... si vocifera anche che a breve (non la R*B ) verrà certificata una guida a induzione da mettere sugli scorrevoli (che ha dei prezzi abbordabili) e che finalmente renderà sicura l'alimentazione delle coste :thumb_yello: speriamo bene :rolleyes:

ciao

Milko

Edited by oklim1

Share this post


Link to post
Share on other sites
bruno.m

io per ora ho visto solo le brochure, personalmente i collegamenti wireless, un pò in tutti i campi non mi convincono, quindi da utilizzare esclusivamente quando scartato tutte le altre è l' unica soluzione possibile, informando a dovere il cliente. Perchè ammesso anche che il sistema funzioni a dovere resta sempre il problema delle batterie. In questo caso l' automatismo è per natura esposto a notevoli escursioni termiche e le batterie non ne sono immuni e comunque essendo una novità per sapere se è vero che durano almeno tre anni ci vorrà parecchio tempo per appurarlo :whistling:

Max lo sà bene anche Came ha già da tempo a catalogo le fotocellule cordless ed anche la versione per il collegamento di bordi sensibili su ante scorrevoli

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxissimo76

Vero. Le prime versioni non sono state certo immuni da problemi...Indubbio è che la scelta debba sempre cadere su soluzioni cablate ed, in alternativa, sul wireless. Non sono da sottovalutare i problemi legati alle interferenze radio in costante aumento. Certo che è un'arma commerciale e di marketing molto affilata...sappiamo tutti quanto sia importante la parola "senza fili" per il cliente finale :rolleyes:

Share this post


Link to post
Share on other sites
bruno.m
Certo che è un'arma commerciale e di marketing molto affilata

e però può anche rivelarsi un arma a doppio taglio

tempo fà un produttore ha presentato un rivoluzionario videocifofono cordless, io non l' ho mai preso neppure in considerazione, ma alcuni "pionieri" che si sono lasciati ingolosire e come dici tu l' hanno ritenuto uno strumento commercialmente molto aggressivo ed in grado di spiazzare la concorrenza mi hanno successivamente confidato che è stato un bagno di sangue sia per il costo delle apparecchiature che sono rimaste sul gobbo o dovuto smontare sia per i danni dovuti a dover reinstallare un impianto tradizionale e accollarsi le opere edili non eseguite prima e/o addirittura la perdita dei clienti

Edited by bruno.m

Share this post


Link to post
Share on other sites
oklim1

Condivido in pieno sulla scarsa funzionabilità delle fotocellule con batterie... <_< che cosa usate sui cancelli in punta d'anta e "in coda " degli scorrevoli superiori 10 mt??

come dice Max .... attendo consigli :thumb_yello:

Milko

Share this post


Link to post
Share on other sites
nomore

se lo accettate posso confrontarmi con voi dato che appartengo alla ditta costruttirce del sistema(che non pronuncio).

Siamo effettivamente in fermento(io poi che appartengo all'assistenza clienti)per verificare il buon funzionamento del sistema.

Ai primi test le prime impressioni sono buone. i possibili punti deboli potrebbero essere:

durata batterie fotocellule che dovrei verificare anche se l'assorbimento a riposo sembra essere veramente minimo(siamo a livello di microampere).

problemi via radio che lo espongono ai disturbi anche se il sistema via radio è di buonissima qualità (433,92mhz per i comandi e 868mhz per le sicurezze e lampeggiatore).

considerando lo studio a cui è stato commissionato il lavoro,(che è tutto made in Italy come il resto dell'elettronica) io personalmente sono moderatamente ottimista, oltretutto la programmazione una volta effettuata è effetivamente non difficile.......

lascio a voi le domande :thumb_yello:

Share this post


Link to post
Share on other sites
nomore

Condivido in pieno sulla scarsa funzionabilità delle fotocellule con batterie... dry.gif che cosa usate sui cancelli in punta d'anta e "in coda " degli scorrevoli superiori 10 mt??

come dice Max .... attendo consigli thumb_yello.gif

Milko

nella questione le fotocellule credo verranno commercializzate con portata di 20m anche se dai test la portata effettiva sembra superare con tranquillità i 30m. l'eventuale problema è che la portata del segnale da mandare alla centrale wi-fi è stimata sui 20m(anche se si và un pochetto oltre). essendo il tutto senza antenna devo ancora verificare bene se mettendo un pezzetto di filo su un determinato punto si riesca a migliorare la portata. la durata delle batterie è dichiarata a 2 anni(usando 2 normali alcaline di buona qualità stilo aa).

quindi il sistema non è applicabile in installazioni dove la centrale è lontana dal cancello.

L'impianto può gestire fino a 6 dispositivi sicurezze quindi fra Fotocellule e coste, il tutto wi-fi , basta e avanza per un'applicazione residenziale.

altra cosa importante da dire, il tutto è nato anche per mettere velocemente a norma impianti molto vecchi (senza quindi dover metter mano ad impianti vecchi). il tutto mette a norma già tenendo conto delle nuove norme in ingresso nel 2012(ma sulle norme non chiedetemi perchè non sono informatissimo).

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxissimo76
quindi il sistema non è applicabile in installazioni dove la centrale è lontana dal cancello.

La parte radioRx esterna non è remotabile, rispetto alla centrale?

Share this post


Link to post
Share on other sites
nomore

il problema è la portata centrale wi-fi ed accessori che come ho detto è di circa 20 metri garantiti

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxissimo76

Ahhh..ok io intendevo come centrale....la centrale di comando e come ricevitore il ricevitore wifi. Il collegamento tra i due è tradizionale, ovvero alimentazione, comune e ritorni, no?

Share this post


Link to post
Share on other sites
nomore

per spiegare meglio, la centrale wi-fi ha le dimensioni di una nostra classica ricevente, quindi è interfacciabile a qualsiasi nostra scheda di comando, inoltre nella versione a morsettiera, su qualsiasi scheda di comando.

le uscite sono collegate via filo alla centrale(ossia ingressi costa,fotocellula,stop,pedonale, ingresso alimentazione test costa che è presente sulle nostre schede ed eventuale comando manuale, inoltre vi è a parte il collegamento dall'uscita lampeggiatore 230v). quindi si interfaccia su qualsiasi sistema di comando . spero di esser stato chiaro. nel nostro caso gli ingressi sono semplici contatti o normalmente aperti o chiusi

Share this post


Link to post
Share on other sites
nomore

Sarebbe interessante che ci siano domande e soprattutto critiche(spero costruttive) su questo tipo di prodotto soprattutto da parte di chi non installa questa marca(ossia da gran parte di chi frequenta questo forum).

io per conto posso sempre espormi per qualsiasi chiarimento allo stesso livello di come opero telefonicamente con chiunque. uno dei motivi per cui frequento questo forum è proprio per confrontarmi ed imparare da chi opera sul campo e da chi solitamente installa materiale che non sia quello che conosco. :thumb_yello:

Share this post


Link to post
Share on other sites
santagoal

Io sono scettico in 2 punti sostanzialmente.....:

1) in un mercato in cui l'utente finale sa quanto costa un tastino di un telecomando e che lavorando a 25 € l'ora sei un ladro, mi domando se collegando un contatto ad una centralina di qualsiasi altra marca, e facendo apprendere i nuovi componenti via radio come un semplice telecomando, impiegassimo 1/2 ore a dire tanto. (conoscendo già bene i componenti è ovvio). Quanto si deve chiedere alla Sig.Maria? Dove sta il guadagno del lavoro fatto?

Si va a finire come siamo già arrivati in molti settori, che mandiamo il clientino a comprarsi la roba dal grossista e agli operatori fanno i conti in tasca??

Inoltre visto che l'installazione comporta attaccare 10 viti e 4 fili per rimettere a norma un vecchio impianto, chi chiamerà piu' un elettricista?

2) Se comprate batterie tipo aa come quelle applicate sui componenti wireless, per una macchina fotografica (magari siete in montagna) all'uscita da Tabacchi appena inserite nella macchina fotografica sono già scariche senza fare neanche una foto...... :senzasperanza:

Io vedo dura superare questi scogli.......Oggi piu' una cosa è difficile e piu' c'è bisogno di specializzazione. Questa corsa al semplificare tutto sta rendendo chiunque ad essere in grado di fare tutto....E' un darsi la zappa sui piedi da soli :unsure:

Queste sono le mie opinioni così a freddo avendo visto il prodotto :thumb_yello:

Share this post


Link to post
Share on other sites
nomore

Io sono scettico in 2 punti sostanzialmente.....:

1) in un mercato in cui l'utente finale sa quanto costa un tastino di un telecomando e che lavorando a 25 € l'ora sei un ladro, mi domando se collegando un contatto ad una centralina di qualsiasi altra marca, e facendo apprendere i nuovi componenti via radio come un semplice telecomando, impiegassimo 1/2 ore a dire tanto. (conoscendo già bene i componenti è ovvio). Quanto si deve chiedere alla Sig.Maria? Dove sta il guadagno del lavoro fatto?

Si va a finire come siamo già arrivati in molti settori, che mandiamo il clientino a comprarsi la roba dal grossista e agli operatori fanno i conti in tasca??

Inoltre visto che l'installazione comporta attaccare 10 viti e 4 fili per rimettere a norma un vecchio impianto, chi chiamerà piu' un elettricista?

2) Se comprate batterie tipo aa come quelle applicate sui componenti wireless, per una macchina fotografica (magari siete in montagna) all'uscita da Tabacchi appena inserite nella macchina fotografica sono già scariche senza fare neanche una foto...... senzasperanza.gif

Io vedo dura superare questi scogli.......Oggi piu' una cosa è difficile e piu' c'è bisogno di specializzazione. Questa corsa al semplificare tutto sta rendendo chiunque ad essere in grado di fare tutto....E' un darsi la zappa sui piedi da soli unsure.gif

Queste sono le mie opinioni così a freddo avendo visto il prodotto thumb_yello.gif

Sul primo punto c'entrano aspetti commerciali in cui non sono inserito.

Commercialmente questa novità si tramuterebbe in un guadagno(considerando spese murarie e tempo risparmiato) comperando il kit completo(compreso motore). quindi è considerato soprattutto l'aspetto installazione ex novo.

Oppure se hai un impianto vecchio in cui devi fare un lavoro di sicurezza, puoi mettere a norma il tutto senza dover mettere mano agli impianti vecchi, in cui magari non si riesce più ad aggiungere o togliere cavi.

Oppure se devi metter mano e mettere a norma un impianto in cui non si possono eseguire opere murarie. Secondo uno studio interno ha comunque una nìcchia limitata quindi non è per forza di cose un sostitutivo di un impianto filare tradizionale.

sulle batterie, devo dire che dai test i consumi appaiono irrisori, tali di sbilanciare la ditta a portare a 3 anni la durata garantita. ma i miei dubbi di tecnico saranno...quando farà -10 cosa succederà??? :unsure:

io dico che già 2 anni sicuri sarebbe un buon risultato se fosse confermato.

quando parli di specializzazione e semplicità io rispondo che il livello dell'installatore medio non è sicuramente quello che possiamo abitualmente leggere su questo forum. a tutt'oggi c'è gente che installa(e che pure guadagna a quanto pare) e che non sà cosa è un trimmer oppure che deve collegare un condensatore per far funzionare un motore a 230v.......

Share this post


Link to post
Share on other sites
AVC_Veronica

scusate la mia ignoranza in impiantistica elettrica inerente il settore porte e affini.

Il sistema e wifi , basato però su un sitema radio tradizionale con bande ogni giorno sempre più impegnate e disturbate, ma in realtà la mia domanda è:

per movimentare qualsiasi organo mi serve energia elettrica e non credo che le batterie possano sostenere un motore a lungo (?),altro,

se come penso il motore và alimentato, quale è il risparmio? (selettore /fotocellula/lampeggiante wifi'?)

oppure non ci ho capito molto io?

Share this post


Link to post
Share on other sites
nomore

Il sistema e wifi , basato però su un sitema radio tradizionale con bande ogni giorno sempre più impegnate e disturbate, ma in realtà la mia domanda è:

per movimentare qualsiasi organo mi serve energia elettrica e non credo che le batterie possano sostenere un motore a lungo (?),altro,

se come penso il motore và alimentato, quale è il risparmio? (selettore /fotocellula/lampeggiante wifi'?)

oppure non ci ho capito molto io?

Il sistema radio è 433,92mHz per i comandi e 868mHz per le sicurezze e lampeggiatore. é di buona qualità ma è ovvio che se la frequenza viene occupata da una portante di un dispositivo che emette a sproposito(fuori norma)ci potrebbero essere problemi. l'868 ha un doppio segnale proprio per ovviare a queste problematiche.al momento un nostro dispositivo di sicurezza che utilizza tale sistema radio non presenta problemi :thumb_yello:

il motore ovviamente và collegato via cavo. in sostanza arrivano i cavi della 230v.... a meno che si voglia realizzare un impianto a 24v alimentato con pannelli solari e batterie di soccorso. in questo caso ovviamente non si parla di impianto che abbia un uso intensivo o semi-intensivo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
AVC_Veronica

scusa sono dura di comprendomio.

allora si risparmia opera di cablaggio fotocellula e lampeggiante oltre che del dispositivo di comando manuale a chiave?

Share this post


Link to post
Share on other sites
nomore

in pratica monti il motore con scheda a bordo e poi colleghi via radio(senza fili) selettore,fotocellule,coste radio e lampeggiatore. la centrale wi-fi può gestire fino a 6 dispositivi di sicurezza...per esempio 2 coste e 4 coppie fotocellule e un lampeggiatore.

le uniche opere murarie da effettuare sono x scorrevoli il fissaggio del basamento(staffa) per fissare il motore e il fissaggio della cremagliera oltre che il fissaggio degli accessori.Per battenti il fissaggio motori sulle ante e fissaggio a muro centrale di comando(che non deve andare oltre 20m dalle periferiche di sicurezza).

Share this post


Link to post
Share on other sites
AVC_Veronica

quindi mi confermi che è come pensavo , e su impianti medio piccoli non so quanto risulti conveniente.

Una curiosità di tipo tecnico , la Fc e lampeggianti ogni quanto vengono interrogati? te lo chiedo perchè da questo dipende poi la durata deklle batterie.

Share this post


Link to post
Share on other sites
nomore

la convenienza dipende dalla necessità di utilizzarlo. ovviamente un impianto filare è più conveniente se non ci sono problemi a portare fili(già predisposto).se invece il cancello è ancora da predisporre allora dipende cosa uno può fare. ci sono quelli che fanno tutto e quelli che non fanno nulla al di fuori che predisporre impianto filare,collegare fili e programmare il tutto..... quello che è certo è che è un sistema non adatto per un uso intensivo questo perchè le periferiche verrebbero interpellate molto più frequentemente di un impianto residenziale con quindi tempo di scarica batterie ben più breve.

Le fotocellule consumano pochissimo e il ricevitore trasmette il segnale radio ogni volta che un ostacolo si interpone fra tx ed rx.

il lampeggiatore invece ha una sua vita autonoma e viene innescato dalla manovra del cancello(un impulso radio avvia il lampeggio che poi prosegue autonomamente col suo programma). inoltre il lampeggiatore emette segnalazioni via lampeggio per indicare eventuali problemi. vi è un led inoltre nel lampeggiatore che segnala quando sostituire le pile (autonomia dichiarata 3 anni con 3 pile tipo C sempre con impianto uso residenziale ossia poche manovre al giorno).

le sicurezze(fotocellule e coste) credo si interpellino continuamente con scheda centrale wi-fi ogni 40 secondi ma non sono sicuro dovrei chiedere.ovviamente a periferica non trovata vi è il blocco dell'automazione (come se ci fosse una fotocellula o costa che non funziona)

Share this post


Link to post
Share on other sites
AVC_Veronica
quello che è certo è che è un sistema non adatto per un uso intensivo questo perchè le periferiche verrebbero interpellate molto più frequentemente di un impianto residenziale con quindi tempo di scarica batterie ben più breve.

scusa ma non capisco, se ogni 40 secondi esegue un check (fc e lampeggiante) è equivalente all'uso intensivo visto che la batteria è una sola per attuatore,

mentre prima mi scrivi il contrario .

Share this post


Link to post
Share on other sites
nomore
scusa ma non capisco, se ogni 40 secondi esegue un check (fc e lampeggiante) è equivalente all'uso intensivo visto che la batteria è una sola per attuatore,

mentre prima mi scrivi il contrario .

il check credo sia eseguito solo con le fotocellule e le coste (è fondamentale per la sicurezza).

il calcolo ovviamente non tiene conto di questi controlli......come ho già detto il consumo di questi dispositivi è veramente irrisorio.solo che un conto è eseguire una routine giornaliera e un'altro è aggiungere un centinaio di trasmissioni radio in più

Edited by nomore

Share this post


Link to post
Share on other sites
AVC_Veronica

nonostante sia mattina , appena sveglia , continuo a non capire

il

calcolo ovviamente non tiene conto di questi controlli......come ho già detto il consumo di questi dispositivi è veramente irrisorio.solo che un conto è eseguire una routine giornaliera e un'altro è aggiungere un centinaio di trasmissioni radio in più

ma se il check lo fai ogni 40 secondi, significa 21600 volte al giorno se non sbaglio i calcoli, ora se anche la fc comunicasse altre 100 volte avrei un 5% in più di trasmissioni tradotto la bateria durerebbe un mese e mezzo in meno rispetto ai 3 anni.... quanto affermi starebbe in piedi se il check lo fai ogni 40 miruti!

Altro dubbio che mi nasce, credo che il lampeggiante sia a tutti gli effetti da considerarsi un dispositivo di sicurezza e non accessorio, , ma su quest'ultima affermazione devo documentarmi ....

Share this post


Link to post
Share on other sites
nomore
ma se il check lo fai ogni 40 secondi, significa 21600 volte al giorno se non sbaglio i calcoli, ora se anche la fc comunicasse altre 100 volte avrei un 5% in più di trasmissioni tradotto la bateria durerebbe un mese e mezzo in meno rispetto ai 3 anni.... quanto affermi starebbe in piedi se il check lo fai ogni 40 miruti!

Altro dubbio che mi nasce, credo che il lampeggiante sia a tutti gli effetti da considerarsi un dispositivo di sicurezza e non accessorio, , ma su quest'ultima affermazione devo documentarmi ....

allora mi sono documentato :rolleyes: .....in realtà il check sicurezze viene effettuato circa ogni 3 minuti(questo non significa che funziona ogni 3 minuti ma che a riposo il sistema verifica il tutto ogni 3 minuti.Considera pure che con la funzione test delle schede di stessa marca ad ogni apertura vengono comunque testati elettricamente gli ingressi sicurezze). il calcolo quindi tiene conto di tutti questi check ed in aggiunta delle manovre effettuate giornalmente.

Essendo un sistema destinato ad una cancello non ad uso intensivo, quindi con poche manovre al giorno(il cancello di casa di una villetta per esempio),il calcolo complessivo dovrebbe garantire 3 anni di vita dei dispositivi. Se la durata venisse confermata (tieni conto che il sistema verrà probabilmente commercializzato a partire da maggio-giugno)se lo si monta su un cancello che fà qualche manovra in più c'è da ipotizzare una durata più breve delle batterie(io sono dell'idea che già 2 anni sono un buon risultato).

il lampeggiante dalle norma attuali è solamente un dispositivo di segnalazione ma non di sicurezza, nel senso che puoi metterlo oppure no. Tutti solitamente lo mettono perchè è comodo. In questo caso è comodo perchè può darti alcune segnalazioni di anomalie dell'impianto wi-fi :)

Edited by nomore

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...