Jump to content
PLC Forum


Luca Bettinelli

Il Bestiario Degli Impianti Elettrici - il peggio che avete mai visto

Recommended Posts

Mario Maggi

Filo giallo/verde da 0,25 mm2 per la terra .... quasi quasi poteva pensare di realizzare una terra "wireless".

Chissa' se la tecnologia avanzera' a tal punto!

:P:P:P

Ciao

Mario

Share this post


Link to post
Share on other sites

bit

Pieno agosto, ore 15 del pomeriggio, piazzale il pieno sole dove avevano piazzato un lunapark.

L'allaccio ENEL fatto attraverso un classico limitatore nella classica cassettina ENEL grigia. Fin qua tutto bene...

La cassetta è a un metro da terra, è aperta, e un ventilatore da quadro penzola da due fili appesi alle cerniere della portina, soffiando aria proprio sul limitatore.....

Bah, si vede che il caldo gli declassava la taglia del limitatore....

Stesso lunapark. Avviamento graduale per il motore della giostra: tre sbarre di rame (probabilmente il centro stella del motore principale) agganciate a un supporto isolante che tramite un volantino vengono abbassate gradualmente in un bidone di plastica pieno di acqua salata, in modo che la resistenza del liquido possa regolare la corrente assorbita....

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gabriele Corrieri
bit+11 Sep 2003, 07:44 PM-->
CITAZIONE(bit @ 11 Sep 2003, 07:44 PM)

Questa le supera tutte .... credo che si merita un doveroso trofeo dell'invenzione dell'anno ...

Più che vado avanti e più bestiate si incontrano ...

Ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites
rguaresc

L'avviamento con resistore a liquido e' storico, merita di stare nel bestiario perche' siamo nel 2003.

Quel motore e' a rotore avolto, ad anelli, e i tre fili sono quelli del rotore. Caricando il rotore con alta resistenza si avvia il motore con buona coppia e bassa corrente di spunto, meglio che con un softstarter. Il metodo e' stato usato fino a poco dopo la seconda guerra mondiale, a volte era il motore stesso che tramite una demoltiplica affondava i tre elettrodi per cui era addirittura automatico. Come sale si usava la soda. Il sistema permetteva anche una certa regolazione di velocita', la giostra probabilmente e' un 'calcinculo', quelle giostre hanno sempre avuto un regolatore elettrico o meccanico.

La sicurezza e' d'epoca.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mario Maggi

Carissimi,

l'avviatore a liquido (di elevata potenza) e' ancora in produzione oggi in Francia, per grossi motori ad anelli.

Se realizzato bene, non e' pericoloso, ma certamente costituisce un assurdo spreco energetico. Molto meglio prendere la potenza a frequenza variabile dal rotore avvolto e convertirla in potenza utile (50 Hz oppure bus DC).

Nei luna park credo che sia permesso quasi tutto, dai cavi usogomma scocciati per prolungarli, alle terre "wireless", agli attraversamenti di strade trafficate senza alcuna protezione meccanica per i cavi, all'utilizzo di spine IP20 sotto la pioggia per il 230 V delle macchinine/cavallini/ecc., alle lampade da 2 kW sulla multipla sulla multipla sulla multipla che va in una presa da 10 A, all'uso del cavo di alimentazione per appendere striscioni, lampade, e altro oggetti pesanti che stirano il cavo.

Ciao

Mario

Share this post


Link to post
Share on other sites
Elvezio Franco

Mal comune...mezzo gaudio.

E pensare che fino al primo msg. di questa discussione credevo di aver trovato tutti io i sapientoni della bestialita'.

Non saro' certo io a scagliare la prima pietra per qualche peccato veniale.Per esempio mi e' capitato di dover finire un impianto e aver terminato il G/V;ho utilizzato una cordina di sez.analoga marrone ma comunque nastrata in G/V.

Daccordo con Gabriele per conferire il "GUINNES"....... :(

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pietro Buttiglione

scrive Mario:

"Molto meglio prendere la potenza a frequenza variabile

dal rotore avvolto e convertirla in potenza utile (50 Hz oppure bus DC)."

Sono abbastanza vecchio da conoscerne anche il nome: Kramer

(e lo stesso rotante : Scherbius..)

Ma ha un piccolo difetto, noto: se manca rete salta tutto!

si e' cercato di provvedere inserendo sul lato c.c. degli interruttori extrarapidi

(ricordo il my-rapid dell'AEG..) ma costano un occhio della testa!!

Poi c'e' anche il cosfi' schifoso...

Decisamente da scartare...

Vi racconto:

Nel 1975 lavoravo alla ercole Marelli.

Per una stazione di pompaggio di Piacenza quotai alla Tosi

invece di qs. sistema (vedi sopra) che loro chiedevano, un azionamento

in corrente continua... Vincemmo la gara.

Il problema sopravvenne quando l'Ufficio tecnico del Comune di PC mi chiese di andare

a dimostrare perche' e percome la Corrente continua fosse 'meglio'...

Il guaio era che dovevo dimostrarlo CONTRO chi aveva fatto mettere

a specifica il Kramer e lo aveva quotato: la sezione idraulica della Marelli, che

si chiamava Item.. che dolori ragazzi!

pietro

PS x Mario: se ben ricordo era la SAET di PD che faceva i gruppi a resistori x qs. applicazioni..

esiste ancora?? e la Microelettrica Scientifica faceva gli interruttori su sbarra, quella so che

esiste ancora..

pietro

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mario Maggi

Caro Pietro,

SAET di PD che faceva i gruppi a resistori x qs. applicazioni..

esiste ancora??

Non lo so. Sorry!

Ciao

Mario

Share this post


Link to post
Share on other sites
LZA

Tornando al discorso dell'avviamento dei motori a liquido, vieniva utilizzato anche non molto tempo fa negli impianti di laminazione degli acciai per l'avviamento del motore del treno di sbozzatura di solito sui 5000kW un rapido calcolo economica e vedete perchè non è poi cosi da scartare come avviamento. Poi con l'arrivo delle linee di laminazione in cascata questo sistema è sparito, ma non per motivi tecnici elettrici, solamente per un cambio di tecnologia produttiva :D

Per tornare in tema, partecipo ad un'ispezione dell'allora USL in una zienda agricola, apriamo la cabina elttrica e dentro vi erano 5 maialini, che gironzolavano felici ahahah, alla domanda cosa ci facessero li dentro il contadino disse: "qui c'è caldo!!!" con l'aria di chi risponde ad una domanda senza senso :D:D:D

Share this post


Link to post
Share on other sites
ifachsoftware
Per tornare in tema, partecipo ad un'ispezione dell'allora USL in una zienda agricola, apriamo la cabina elttrica e dentro vi erano 5 maialini, che ...

Mi fa venire in mente in mio collega che anni addietro usava l'interno del PC (era un desktop e si apriva a libro con due pulsanti) per metterci la merenda , cosi' stava al caldo ...

:lol::D

Share this post


Link to post
Share on other sites
Luca Bettinelli

Ultima chicca appena vista:

Capannone industriale con impianto elettrico posto in canali in passerella, stranamente nella passerella non c'è il filo giallo/verde, avranno usato un'altro colore come è al solito, è stato il mio primo pensiero.

NOOOO! hanno usato il canale come conduttore di terra!!!!!!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
taddeus

Per Pietro, fino a qualche anno fa la SAET di Rubano(PD)..(localita' di nome idoneo per quella societa') operava ancora, non so oggi.

Ho seguito dei montaggi in AT per loro.

Poi, riguardo a Marelli, ITEM ...io conoscevo la EMIT (ercole marelli impianti tecnologici), anagrammatori folli? :D

Edited by taddeus

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mauro Dalseno

E' si mi sa che voi non avete visto niente in confronto al quadro elettrico perfettamente funzionante che vi faccio vedere adesso,considerate che questa macchina sta' lavorando tutt'ora.

QUADRO OSCENO!!

Edited by Mauro Dalseno

Share this post


Link to post
Share on other sites
dago_
E' si mi sa che voi non avete visto niente in confronto...

In tanti anni ne ho viste di tutti i colori.Cosi' :huh: mai !!! Il tipo dev'essere troppo avanti, una cosa del genere forse la capiremo tra 50 anni, un po' come le opere d'arte. :rolleyes:

Share this post


Link to post
Share on other sites
JumpMan
E' si mi sa che voi non avete visto niente in confronto al quadro

E ti sei fidato a tenere la porta con la mano ? :D

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mauro Dalseno

:D NON ERA LA MIA.........Poi sembra che quel quadro sia sicurissimo :rolleyes:ù

QUADRO OSCENO

Edited by Mauro Dalseno

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mario Maggi

Possiamo organizzare un pellegrinaggio a vedere il QUADRO OSCENO, dato che si tratta di un vero MIRACOLO!

P.S.: si potrebbe usare questa immagine per la copertina del libro "Bestiario" che prima o poi si dovra' pubblicare.

Ciao

Mario

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mauro Dalseno

Mi scappa da ridere perche' io mi vergognavo a metterlo in mostra dato che il manutentore di quello stabilimento e' un mio conoscente e poi e' un visitatore del forum :D

Share this post


Link to post
Share on other sites
Massimo Vergani

:lol: ogni volta che riiguardo quella foto devo fermarmi 10 minuti per riuscire a smettere di ridere :lol:

e l'effetto sembra non diminuire nemmeno col passare dei giorni :lol::lol:

Share this post


Link to post
Share on other sites
meridare

in un impianto civile in camera da letto normalmente si mette un inversione 1 dev in entrata un inver. in un comodino e un dev .nell' altro comodino ( sopra ) in casa di una persona che conosco il tipo che gli fatto l'impianto gli voleva solo metter un interuzzione dalla porta poi entrava si accendeva la lampada sopra il comodino e tornava a spegnere la luce centrale . poi prese della cucina per forno con 1,5 mm2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Dario Valeri

calmaaaaa!

ragazzi occhio a non sbagliare e ad offendere qualcuno!!!

ricordiamoci che il manutentore di un azienda e' una persona che subisce

le scelte della direzione e molte volte le scelte dei ...commerciali

quindi , forse, per la foto del quadro elettrico disastrato

andrebbe "rimproverato" non il manutentore (conoscente di mauro)

ma l'azienda!!!

costruire macchine nuove e' una cosa , c'e' il cliente che pretende la perfezione!!!

ripararle senza nulla a disposizione e' un altra (allo stesso cliente non importa piu' della perfezione

ma solo di risparmiare )

cio' porta , a volte , a fare dei lavori che neanche l'ltimo dei manutentori farebbe.

Ritenevo giusto riordare cio'

ciao

dario

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mario Maggi

Caro Dario,

capisco che per la moneta si fa di tutto e di piu', ma sputtanarsi fino a qual punto mi sembra eccessivo!

Un minimo di qualita' e di professionalita' nei lavori ci vuole sempre!

Ciao

Mario

Share this post


Link to post
Share on other sites
taddeus

..e qua il minimo e' parecchio distante :D

Ho sostituito la modella svedese, sfondo del mio pc, con quel quadro :D .

Mario, grazie per la segnalazione.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Dario Valeri

ciao mario

cosa vuol dire cio'???

1)il manutentore e'sempre un dipendente dell'azienda!(dipendente vero o artigiano che sia)

2)segnala che il lavoro richiesto dall'azienda e da non farsi in quel modo

3) l'azienda dice ho lo fai oppure qui sei inutile

4) eccetera

mario , per piacere colloca la tua risposta in queto contesto, grazie.

poi forse il tuo intervento volenva segnalare che alcune aziende pur di risparmiare

1 lira fanno fare dei disastri (al punto di umiliare la professione)..... si concordo , anche per esperienza!!!

ciao

dario

Edited by Dario Valeri

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...