Articolo

Cattura e stoccaggio della CO2 nel mare

Nella corsa verso la mitigazione del cambiamento climatico e il raggiungimento degli obiettivi del net zero al 2050, le CCUS (Carbon

Capture, Utilization and Storage) giocano un ruolo cruciale: secondo la IEA (International Energy Agency) rappresentano, infatti, uno strumento irrinunciabile per la decarbonizzazione. Queste tecnologie, che comprendono la cattura, l'utilizzo e lo stoccaggio della CO2, mirano a ridurre le emissioni di anidride carbonica nell'atmosfera, contrastando, così, l'inquinamento e il riscaldamento globale.

Tra le diverse applicazioni delle CCUS, lo stoccaggio della CO2 negli oceani risulta tra le soluzioni più promettenti. Tuttavia, è essenziale garantire che questo processo non causi danni all'ambiente marino, compresa la vita sottomarina. In questo contesto, numerose startup stanno sviluppando tecnologie innovative per rendere più efficiente e sostenibile la cattura e lo stoccaggio della CO2 nei mari.

IL RUOLO CRUCIALE DEGLI OCEANI COME SERBATOIO DI CARBONIO

Come noto, l'oceano, il più grande serbatoio di carbonio dell'intero pianeta, è un sistema naturale che assorbe l'anidride carbonica in eccesso dall'atmosfera e la immagazzina: secondo lo studio della Columbia University dal titolo "External Forcing Explains Recent Decadal Variability of the Ocean Carbon Sink", circa il 25-30% della CO2 rilasciata in atmosfera nel corso dell'era industriale di fatto è stata assimilata proprio dall'oceano.

Grazie ai progressi dell'uomo, quello che un tempo era un processo naturale oggi può essere replicato artificialmente.

COME CATTURARE E STOCCARE LA CO2

Le tecnologie impiegate in merito sono diverse, ma il principio è lo stesso: si cattura la CO2 direttamente alla fonte, ossia dalle industrie che la rilasciano nel processo produttivo. Se non riutilizzata localmente, la CO2 catturata viene compressa e, poi, trasportata attraverso gasdotto, nave, ferrovia o strada.

Successivamente, può essere immessa in formazioni geologiche profonde, come serbatoi di petrolio e gas esauriti o acquiferi salini, o usata in differenti ambiti: ad esempio, nei processi di sintesi chimica come materia prima per produrre carburanti sintetici (metanolo o diesel sintetico); per carbonatare il cemento durante la sua produzione facendolo diventare un materiale più resistente e sostenibile; per produrre polimeri, plastica e materiali da costruzione; in agricoltura tramite un processo di fertilizzazione delle piante per incrementare la resa delle colture; nell'industria alimentare per carbonatare bibite gassate e acqua minerale; come materia prima per la produzione di diversi prodotti chimici come acidi, solventi e fertilizzanti.

Questi sono solo alcuni esempi, perché gli sforzi compiuti nella ricerca per trovare nuovi modi di uso di questo gas sono continui.

Il CCUS è diventato uno strumento fondamentale nella lotta contro il cambiamento climatico, riconosciuto per la sua efficacia e sostenibilità.

La International Energy Agency (IEA) ha individuato diverse ragioni che confermano il CCUS come un metodo altamente sostenibile per ridurre le emissioni di carbonio.

Innanzitutto, il CCUS si rivela particolarmente efficace nei settori considerati "hard to abate", come quello del cemento, dell'acciaio e dei prodotti chimici.

Questi settori industriali, fondamentali per l'economia globale, sono spesso caratterizzati da processi produttivi ad alta intensità di carbonio: è, pertanto, difficile ridurre le emissioni attraverso gli approcci convenzionali. Il CCUS offre una soluzione concreta, consentendo la cattura e lo stoccaggio del carbonio emesso da tali processi e contribuendo, così, in modo significativo alla riduzione complessiva delle emissioni.

Continua nel PDF
Articoli tecnico scientifici o articoli contenenti case history
La Termotecnica maggio 2024
Ultimi articoli e atti di convegno

L'idrogeno a basse emissioni in Italia. Dal PNRR alla decarbonizzazione profonda

Capacità produttiva di idrogeno in Italia Idrogeno per la decarbonizzazione settori "hard to abate" Hydrogen Valleys e Mobilità sostenibile

Attualità e importanza della cogenerazione per la decarbonizzazione e la transizione energetica

ITALCOGEN chi è e chi rappresenta Tendenze di mercato nel settore dell'energia Il futuro dell'energia è rinnovabile Definizione di...

Biometano da rifiuti: stato dell’arte e scenari futuri

Utilitalia è la Federazione che riunisce circa 400 aziende operanti nei servizi pubblici dell'Acqua, dell'Ambiente, dell'Energia Elettrica e del Gas,...

Agevolazioni a supporto degli investimenti

Chi siamo Come lavoriamo Principali agevolazioni Beneficiari del piano di transizione 5.0

Immissione del biometano in rete: tecnologie avanzate per l'analisi della qualità

Honeywell PMC GAS Immissione Biometano in rete Le sfide tecniche (nel PDF lo Schema di impianto secondo la UNI TS 11537:2024) Le sfide...

Il Regolamento europeo sulla intelligenza artificiale, lineamenti generali e possibili applicazioni alla meccanica e alla industria del biogas

Stiamo vivendo in un periodo molto particolare della Storia, nel quale si concentrano diversi aspetti, per un certo verso, davvero inediti, se...

L'esperienza Ecospray nel trattamento del biogas e nella liquefazione del biometano: realizzazioni e progetti futuri.

(Atto PDF in lingua inglese) Markets & products: marine, capabilities, renewables, industry biogas pre-treatment & upgrading

Sostenibilità energetica: soluzioni integrate per la produzione di biometano

C'è un modo diverso di produrre che aumenta l'efficienza, incrementa i profitti e, allo stesso tempo, ti accompagna verso la sostenibilità. Un modo...

Vettori energetici da rifiuti, lo stato dell'arte delle politiche industriali, focus su biometano da FORSU

I vettori energetici da rifiuti I vettori energetici da rifiuti per la decarbonizzazione; Biometano, Idrogeno, CSS-C Il CSS-C: le caratteristiche...

Il biogas e il biometano tra nuovi assetti ed evoluzioni

Lo stato attuale della produzione di Biogas PNRR: lo sviluppo del settore I bandi Biometano

Industria: porta la tua azienda verso la sostenibilità

Per soddisfare la domanda globale di acqua in modo sano e sostenibile, la società, e le industrie in particolare, devono trattare le acque reflue con...