Jump to content
PLC Forum


agoman

Speed controller per motore 24 volt 250w

Recommended Posts

gabri-z

Io parlavo della bellezza , chi pensi che stia a controllare cosa hai combinato ?

L'inversione tra resistenza e l'induttanza non cambia nulla , magari sia l'unico errore .:thumb_yello:

Edited by gabri-z
Link to post
Share on other sites

agoman
16 minuti fa, gabri-z ha scritto:

Io parlavo della bellezza

 

a grazie adesso sto meglio gia' mi ero agitato ahahahha:roflmao:

17 minuti fa, gabri-z ha scritto:

magari sia l'unico errore

n'altro ci sta' ma non fa nulla, il led rosso lo messo dopo la resistenza di 39ohm   anzicche' in parallelo all'alimentazione come da disegno e forse e meglio a 25 volt vuole una resistenza di 1546ohm, perfetto siamo a 1539 ohm forse mi e andata a fortuna. il resto mi sembra ok vediamo.

Link to post
Share on other sites
agoman

inizia a prendere forma i mos-fet dopo li metto sul'aletta non li saldo sul pcb , sul pcb metto gli ancoranti belli robbusti che in caso saltano non sto a smontare la scheda sdissaldo da sopra direttamente.

le piste grosse non so' se stagnarle o meno sono 13-14 millimetri di larghezza.

le resistenze da 0,1 poi prendo le corazzate e li fisso sempre sull'aletta di raffreddamento penso che scalderanno.

 

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Nessuna descrizione della foto disponibile.

 

 

Link to post
Share on other sites
agoman

inizia a prendere forma i mos-fet dopo li metto sul'aletta non li saldo sul pcb , sul pcb metto gli ancoranti belli robbusti che in caso saltano non sto a smontare la scheda sdissaldo da sopra direttamente.

le piste grosse non so' se stagnarle o meno sono 13-14 millimetri di larghezza.

le resistenze da 0,1 poi prendo le corazzate e li fisso sempre sull'aletta di raffreddamento penso che scalderanno.

 

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Nessuna descrizione della foto disponibile.

 

 

Link to post
Share on other sites
agoman

mi sono scordato il negativo al circuito sopra :whistling: e comunque al posto della chiave abbiamo un bel problema quando chiudo il contatto salta fuori una gran bella scintilla per colpa del condensatore che carica vorrei metterlo prima della chiave, ma poi sta' sempre in tensione e la batteria si scarica lentamente quindi non andrebbe bene lo stesso ce un metodo per evitare la scintilla al contatto della chiave? 

un condensatore in poliestere in parallelo al contatto , potrebbe funzionare?

 

Edited by agoman
Link to post
Share on other sites
Livio Orsini
10 ore fa, agoman ha scritto:

un condensatore in poliestere in parallelo al contatto , potrebbe funzionare?

 

Farebbe poco.

Link to post
Share on other sites
gabri-z

Resistore serie, relè comandato da comparatore con riferimento alla tensione di alimentazione, e successivo avviamento del circuito, a carica del condensatore avvenuta. 

Link to post
Share on other sites
agoman
48 minuti fa, gabri-z ha scritto:

relè comandato da comparatore

devo fare un altro circuitino a parte  per il comparatore? nooooo :-) posso comandare un rele' a 24 volt per chiudere il positivo della batteria cosi' posso usare un piccolo interruttore a leva per staccare la batteria,  ma il contatto interno del rele' avrebbe sempre la scintilla al suo azionamento, ma scusa la domanda questo condensatore non si usa per raddrizzare in caso di alimentazione in alternata usato come filtro? con le batterie in continua a che serve.

Edited by agoman
Link to post
Share on other sites
gabri-z
1 ora fa, agoman ha scritto:

ma scusa la domanda questo condensatore non si usa per raddrizzare in caso di alimentazione in alternata usato come filtro? con le batterie in continua a che serve

A niente Ago , tiralo fuori , tira fuori pure i resistori da 0.02 Ohm ; i MOSFET , non capisco perché ne metti tre , e di quella potenza mentre potresti mettere un semplice BC337 , poi anche il 555 , cosa ti serve quando puoi mettere un potenziometro dalla batteria al motore e vai ....

Edited by gabri-z
Link to post
Share on other sites
agoman

scintilla contatto chiave eliminata , ho messo un rele' trasparente finder per prova e il contatto non fa' neanche una minima scintilla, utilizzo quei rele' auto che sopportano grosse correnti, e cosi' con un piccolo selettorino riesco a interrompere il positivo della batteria.L'immagine può contenere: il seguente testo "by ago 17/17/2020 CHIAVE A1 50A24V II 0 7812 Hા MOTORE MAGNETICO R 1N4148 1N4148 R11 1007 22 自"

Link to post
Share on other sites
agoman
42 minuti fa, gabri-z ha scritto:

A niente Ago , tiralo fuori , tira fuori pure i resistori da 0.02 Ohm ; i MOSFET , non capisco perché ne metti tre , e di quella potenza mentre potresti mettere un semplice BC337 , poi anche il 555 , cosa ti serve quando puoi mettere un potenziometro dalla batteria al motore e vai .

ho sei un po' permaloso ho detto solo quale' il funzionamento del condensatore comunque ho risolto.

 

anzi no non ho risolto cosi' il rele' fa' autoritenuta dopo non si spegne devo ancora cambiare il circuito.

Edited by agoman
Link to post
Share on other sites
agoman

ok fatto cosi scintilla tolta , e con un piccolo interruttore bipolare da pannello ho risolto il problema.

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Link to post
Share on other sites
agoman

dai per stasera basta Nessuna descrizione della foto disponibile.:lol: sono a buon punto, ho messo 3 condensatori da 1000 e uno da 1800 anzicche' uno da 4700 cosi' quel vuoto lo riempio sta' meglio come estetica.

dietro ho stagnato le piste da irrobbustire un po' dato che passa una bella corrente.

poi ho messo gli ancoranti per i fastum con i morsetti non mi piaceva.

mi mancano solo i morsetti per i comandi e il trimmer devo acquistarli,e forse anche le resistenze corazzate,devo vedere a modo se me li trovo, adesso  2 in porcellana li ho da provare da 0.1ohm 20w.

 

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Edited by agoman
Link to post
Share on other sites
agoman

allora aggiornamenti la scheda funziona a primo colpo , cera qualche errore ma ho risolto subito , non voglio dire l'integrato come lo montato mi vergogno ahahahah ho provato a ponticellare i tre source senza resistenza da 0.1 per vedere come si comportavano i mosfet , ho provato ad alimentare il motore, controllando la tensione Vgs e a massima velocita' tutte e tre i mos-fet misuravano 10,1 volt  tensione tra gate e source,tensione  raccomandata per un buon funzionamento di questo mosfet, quindi a sto punto la mia domanda e:  se le resistenze servono ugualmente dato che i tre mosfet lavorano uguali. Nessuna descrizione della foto disponibile.

 

a proposito il condensatore da 2200 in parallelo all'uscita del 7812 l'ho messo quel problema che aumenta la velocita' quando tolgo alimentazione al 555 non lo da piu' si vede che la basetta di prova dava dei problemi.

 

Edited by agoman
Link to post
Share on other sites
agoman
Il 21/7/2020 alle 16:45 , Livio Orsini ha scritto:

Poi se trovi una terna di MOSFET la cui tensione Drain - Source è praticamente uguale, sei tranquillo.

i mosfet sono tutte e tre uguali 38n30 qulli utilizzati ne ho una valanga nel cassetto.

Link to post
Share on other sites
agoman
Il 21/7/2020 alle 16:45 , Livio Orsini ha scritto:

hai un voltmentro abbastanza preciso, misuri la tensione Drain - Source

senza resistenza corazzata in serie ,a massima velocita' con motore collegato mi ritrovo sui tre mosfet una tensione di 0,22volt.

 

Edited by agoman
Link to post
Share on other sites
BLIZZY

Buona Sera , e Complimenti per la tenacia e per la realizzazione , il progetto che ai realizzato e che ho seguito , mi ha fatto rispolverare un vecchio motorinetto che giaceva nel dimenticatoio , con un motore identico al tuo ;

Visto che sei riuscito a risolvere il problema del controllo motore , volevo chiederti : come risolvi il problema dell' accelleratore ? il potenziometro in laboratorio va benissimo ; ma nella pratica cosa pensi di utilizzare ?  io mi sono fermato ; tu ai già  soluzioni ? Commercialmente esistono manopole ma non sono specificate le caratteristiche ed alcune sono ad effetto Hall .

Link to post
Share on other sites
agoman
1 ora fa, BLIZZY ha scritto:

volevo chiederti : come risolvi il problema dell' accelleratore ?

per quello ancora dobbiamo guardare con un mio amico tornitore proveremo a fare qualche accrocco montato sull'acceleratore vecchio originale, per adesso mi limito solo al collaudo del motore sul motopattino e vedere come si comporta col peso sperando che i finali non ci mollano,  poi vedro' anche per l'acceleratore e il freno se tutto funziona correttamente poi mettero' delle foto e faro' anche un video.

e comunque in futuro faro' un circuito adatto per quel tipo di aceleratore in pratica ho una tensione regolabile da 0 a 5 volt dovrei lavorare sulla tensione e non sulla regolazione resistiva vedro'.

e tutto pronto ho messo anche una bella ventola di raffreddamento che si aziona quando il motore parte bel lavoretto.

L'immagine può contenere: 1 persona

 

Edited by agoman
Link to post
Share on other sites
BLIZZY

Io volevo sperimentare un azionamento a gradini , utilizzando dei micro  switch ( Ma non so , se può essere fattibile ) , purtroppo non ho un amico tornitore .

Comunque Seguirò la tua realizzazione . Buon lavoro .

Link to post
Share on other sites
agoman
8 minuti fa, BLIZZY ha scritto:

utilizzando dei micro  switch

si e fattibile ci avevo pensato sai? se non riesco a realizzarlo, avevo pensato anche io una cosa simile , quattro tasti ognuno la sua velocita', con schedina poggiata sul manubrio. pero' intanto vedo se posso modificare l'acceleratore poi vediamo.

 

Edited by agoman
Link to post
Share on other sites
Livio Orsini
8 ore fa, agoman ha scritto:

senza resistenza corazzata in serie ,a massima velocita' con motore collegato mi ritrovo sui tre mosfet una tensione di 0,22volt.

 

Il problema non è solo a livello statico, ma anche e soprattutto nella fase di commutazione.

Dovresti osservare contemporaneamente i fronti di commutazione di almeno una coppia di Mosfet.

Link to post
Share on other sites
gabri-z

Livio, cosa vuoi che veda col tester digitale a quella frequenza.... Se non riesce a vedere al di là di quel che si vede, pur avvisato... Se le gates sono galvanica mente collegate, manco con l'oscilloscopio puoi vedere differenze se non nelle correnti di source. Sulle gates non si può vedere se sono in corto. 

Link to post
Share on other sites
Livio Orsini
1 ora fa, gabri-z ha scritto:

Livio, cosa vuoi che veda col tester digitale a quella frequenza

 

Infatti ho scritto:

 

3 ore fa, Livio Orsini ha scritto:

Dovresti osservare contemporaneamente i fronti di commutazione di almeno una coppia di Mosfet.

 

E questi non li puoi osservare con un tester.

 

1 ora fa, gabri-z ha scritto:

manco con l'oscilloscopio puoi vedere differenze se non nelle correnti di source.

 

Le differenze sui fronti le vedi, eccome se le vedi.

Link to post
Share on other sites
gabri-z

Se le gates sono in parallelo, quali sono le differenze che si possono vedere? I 10 Ohm alla corrente di gate rappresentano nulla o quasi. 

Posso pure sbagliarmi, ma non salterei le resistenze di source nemmeno se mi garantissero la perfetta coppia di transistor. 

Edited by gabri-z
Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.



×
×
  • Create New...