Jump to content
PLC Forum


Direct Convertion Two Tubes Receiver Ovvero....l'ennesimo Valvolo


dott.cicala
 Share

Recommended Posts

roberto1953
La griglia G1 della convertitrice non è a massa per l' alta frequenza! ma con la bobina
accordata, è un ingresso ad altissima impedenza per la stessa.
Se togli la bobina e sciunti la G1 verso massa, con una resistenza da 50 ohm,
adatta al cavo dell' antenna,
non cambi certo la polarizzazione della griglia, rispetto a prima!
ma avrai bensì una impedenza d' ingresso in AF a bassa impedenza.
Perderai il gudagno e la selettività del circuito accordato, che volendo rimedierai
con un preamplificatore, più o meno, selettivo sull' antenna
...e comunque io le misure le ripeterei una volta messa questa restenza da 50 ohm
al posto della bobina di ingresso.
Link to comment
Share on other sites


  • Replies 345
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • dott.cicala

    138

  • roberto1953

    87

  • fisica

    42

  • gabri-z

    32

dott.cicala

Che cos'è questo?

27fa69cfcd350019ac5adf8188fe3236.jpg

Un'idea balorda!

Sfruttando gli zoccoli già presenti sul pcb ormai martoriato....è spuntato..... un occhio magico come preamplificatore BF in un ricevitore...reattivo :smile:

In passato avevo già fatto un tx a occhio...mi mancava un rx....e allora...eccolo!

Edited by dott.cicala
Link to comment
Share on other sites

roberto1953
Finalmente a casa!
E adesso..
io non mi ero accorto nemmeno che avevate già visto il discorso dei 50 ohm,
mentre facevo confusione tra eterodina e sincrodina nell' altra discussione,
io ho finito le mie cartucce sui ricevitori, ora da dilettanti,
altri più moderni a me non interessano, ne li voglio imparare
E adesso? Che altre idee avete?
Link to comment
Share on other sites

....e faccio pure il bfo con una media frequenza senza aggiungere nè valvole nè trasformatori di media frequenza.

uummmhh... e come si fa?!

Io ho un telaio di una vecchia radio, mi sarebbe sempre piaciuto farci qualcosa di interessante :D

Link to comment
Share on other sites

dott.cicala

Semplice! Il primo amplificatore di media frequenza, lo si retroaziona e da amplificatore diventa oscillatore.

Link to comment
Share on other sites

roberto1953
..se invece hai sempre anche il conversione diretta, proveresti a staccare l' oscillatore locale per sostituirlo
con un generatore ad onde quadre esterno, onde valutarne la differenza ..
Link to comment
Share on other sites

dott.cicala

un generatore ad onde quadre esterno

E' quali benefici dovrebbero derivare usando un'onda quadra?

Allora espianto la convertitrice e ci metto un 74HC4053 e l'oscillatore lo faccio con un 7414, il front-end con un AD603, il filtro bf con un NE5532 e lascio solo la 6v6 come finale audio.

Nel frattempo.....come si fa a fare il bfo con la 1a MF ? EathKit risponde....

e2c5b1ba4c05c5f7eea9e403a9f840ed.JPG

Link to comment
Share on other sites

roberto1953

Ma la mia domanda precedente l' hai letta.. la prova l' hai fatta..

questa non era una discussione, prima di tutti, sui conversione diretta?

Link to comment
Share on other sites

dott.cicala

Quote

E' quali benefici dovrebbero derivare usando un'onda quadra?

Allora espianto la convertitrice e ci metto un 74HC4053 e l'oscillatore lo faccio con un 7414, il front-end con un AD603, il filtro bf con un NE5532 e lascio solo la 6v6 come finale audio.

Certo che l'ho letta. Ti ho anche risposto

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
E' quali benefici dovrebbero derivare usando un'onda quadra?

Che hai un bel po' di armoniche. :lol:

Link to comment
Share on other sites

roberto1953
..TI HO CHIESTO SE FACEVI LA PROVA E ME LA DICEVI, DOPO, SE LA COSA
ANDAVA BENE O NO, NON PRIMA DI FARLA!
..e sono anche senza voce.
Un tempo erano convinti che gettando un sasso dall' albero della nave questo cadesse
più in la della base, perché la nave si muoveva, finché uno non provò.. e lo dovremmo sempre ricordare
Al simulatore le onde quadre funzionano bene, tanto più per il sincrodina, come ti ho postato
e ti ripeto che m' è venuto, chiamalo un tarlo,
che le onde quadre su carichi ad elevata impedenza (con bassissime correnti) liberino
meno radiofrequenza degli oscillatori
locali, con circuiti LC,
dove invece le correnti, non indifferenti, vanno e vengono ondeggiando,
nei collegamenti
Inoltre volevo sapere come fossero andate le quadre nei confronti dell' oscillatore locale che hai,
alla prova d' ascolto,
...pensando che ti sarebbero bastati forse pochi minuti, ma scusami se ti ho ri-ri-chiesto troppo,
visto che sei certo che la cosa non va,
anche senza la tua buona volontà di citarmi una decina d' integrati in più, che senza progetti a confronto, non c' entrano nulla!
Link to comment
Share on other sites

dott.cicala

Prologo

Non ho la presunzione di conoscere tutto.....solo...quasi tutto.....e quello che mi manca, sono certo, sia pochissimo...diciamo....un nulla :roflmao:

Parodo

Il ricevitore, come avevo preannunciato....l'ho smontato --> R.I.P.

Onde quadre su carichi ad alta impedenza.....e da dove le prendo?

Il generatore di funzioni ha un'uscita a 50 Ohm e una a 600 Ohm.....come la maggior parte, se non tutti, i generatori.

Episodio

(attimo di silenzio).................mi è arrivata la bolletta ENEL .............................. ho speso un sacco con ste valvole :angry:

Stasismo

La storia del sasso.....non c'era bisogno che prendessero il largo, bastava un calesse.....

Esodo

Ho già realizzato qualcosa con valvola + oscillatore TTL a quarzo, perchè non avevo il quarzo da solo. E' un TX e pur rischiando l'ira degli Dei dell'Olimpo....

eccolo qua:

5f55ba16f599f15579766aaf34e6a4a7.jpg

L'oscillatore quarzato con uscita TTL d=50% è questo:

c4a8915c24d8f850c20cfea1b0cb62e4.jpg

Anno Domini.....1997

Link to comment
Share on other sites

dott.cicala

Ripetiamolo come un mantra

Sincrodina

Omodina

Eterodina

sono la stessa cosa:

CONVERSIONE DIRETTA

1. L. Lessing, "Man of High Fidelity: Edwin Howard Armstrong, a Biography," Bantam Books, New York, 1969.

2. F.M. Colebrook, "Homodyne," Wireless World and Radio Rev., 13, 1924, p. 774.

3. D.G. Tucker, "The Synchrodyne," Electronic Engng, 19, March 1947, pp. 75­76.

4. D.G. Tucker, "The History of the Homodyne and the Synchrodyne," Journal of the British Institution of Radio Engineers, April 1954.

5. A.A. Abidi, "Direct-conversion Radio Transceivers for Digital Communications," IEEE Journal of Solid-state Circuits, Vol. 30, No. 12, December 1995.

6. B. Razavi, "Design Considerations for Direct-Conversion Receivers," IEEE Transactions on Circuits and Systems-II: Analog and Digital Signal Processing, Vol. 44, No. 6, June 1997.

7. S.J. Franke, "ECE 353 ­ Radio Communication Circuits," Department of Electrical and Computer Engineering, University of Illinois, Urbana, IL, 1994.

8. B. Razavi, "RF Microelectronics," Prentice Hall, Upper Saddle River, NJ, 1998.

Link to comment
Share on other sites

Non ho la presunzione di conoscere tutto.....solo...quasi tutto.....e quello che mi manca, sono certo, sia pochissimo...diciamo....un nulla :roflmao:

:superlol::clap::clap::clap:

E' Tua o l'hai sentita dire ? E' forte , non serve nemmeno che me la scriva , me la ricorderò , così il mio nulla si........annulla :roflmao:

Link to comment
Share on other sites

dott.cicala

No è mia....mi è scattato l'interrupt dello sborone.....ne aggiungo un'altra:

Di solito non copio, sono gli altri che cercano di copiarmi: per questo motivo volutamente sbaglio :roflmao:

Link to comment
Share on other sites

Nel frattempo.....come si fa a fare il bfo con la 1a MF ? EathKit risponde....

non è che ci abbia capito molto dallo schema, ma... almeno so che quando e se riesco a mettere in funzione quel telaietto posso anche aggiungere la SSB :)

anche li c'è la 12BA6 come ampli MF

Link to comment
Share on other sites

roberto1953
Io una differenza la manterrei
-Sincrodina per quelli che al posto di un diodo hanno un interruttore sincrono al segnale,
comandato squadrando lo stesso, o con oscillatore separato ad onde quadre, molto stabile di suo
o reso tale con un segnale campione di riferimento dall' esterno
-Eterodina quelli che sommando e sottraendo due frequenze sinusoidali ne danno una terza,
sono i convertitori.
-Conversione diretta quelli che per differenza danno la BF
-Sincroeterodina quelli che miscelano le onde quadre con le sinusoidali
-Omodina si potrebbe fare quelli che con interruttori
entrano ed escono con la stessa frequenza
- I rivelatori PLL li chiamerei PLL
-I supereterodina quelli con più medie frequenze amplificate
[Anche partendo da un oscillatore sinusoidale da pochi milliwat e pur amplificando più che altro in tensione,
perché su di un carico di qualche decina-centinaia di migliaia di ohm,
si avrebbero più onde disperse che trasferendo amplificata sullo
stesso carico, la poca tensione di un piccolo oscillatore ad onde quadre, della stessa potenza,
a mio parere]
Edited by roberto1953
Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
I rivelatori PLL li chiamerei PLL

PLL == Phase Locked Loop ==> anello a fase bloccata.

E' un tipo di circuitazione che serve per svariate applicazioni tra le quali, la più marginale, son proprio i rvelatori.

In radiotecnica la principale applicazione dei circuiti PLL, è la sintesi di frequenza per ottenere multi canali (anche decine di migliaia) usando un unico oscillatore quarzato ad alta stabilità.

Link to comment
Share on other sites

Di solito non copio, sono gli altri che cercano di copiarmi: per questo motivo volutamente sbaglio roflmao.gif

Mi ricordi i tempi del liceo.... quando passavo i compiti curavo di modificare sempre qualcosa altrimenti era copiatura, indipendentemente da chi la facesse...

A seconda di chi era il destinatario, anche qualche piccolo errore... :whistling::whistling::whistling::whistling::whistling:

Link to comment
Share on other sites

dott.cicala

In radiotecnica la principale applicazione dei circuiti PLL, è la sintesi di frequenza per ottenere multi canali

In quelle applicazioni, il VCO prima di arrivare al PLL vero e proprio, passa in una catena di divisori, solitamente a doppio modulo, in modo tale che il segnale così ottenuto sia molto vicino in frequenza a quello generato dall' oscillatore di riferimento, al quale viene agganciato in fase.

Era più frequente trovare un pll usato come demodulatore FM che come rivelatore sincrono AM.

In ogni caso, certamente io non scriverò e non sarò ricordato fra i padri della radio, quindi le varie configurazioni circuitali le identifico secondo i canoni tradizionali.

Siccome ormai la discussione inerente il ricevitore a conversione diretta si è ormai esaurita, chiudo con una breve interpretazione del circuito HeathKit che comunque ha una certa attinenza.

Quando il catodo della 12BA6 è collegato a massa tramite il selettore, lo stadio si comporta da amplificatore di media frequenza, quando invece viene collegato ad un capo della media frequenza precedente, allora diventa un oscillatore. La particolarità di questo stadio secondo me, sta nel modo in cui viene variata la frequenza di battimento: attraverso la griglia soppressione.

Appena ho un momento lo provo senz'altro :thumb_yello:

Link to comment
Share on other sites

A seconda di chi era il destinatario, anche qualche piccolo errore.

Che cattivo ... :superlol:

Appena ho un momento lo provo senz'altro :thumb_yello:

Io sono in attesa .... :thumb_yello:

Edited by gabri-z
Link to comment
Share on other sites

roberto1953
Non c' è bisogno di essere qualcuno per vedere che tutti quei modi di ricezione che ho messo,
sono un assai po differenti tra di loro,
e se gli dai lo stesso nome,
non distinguerai di quale si tratta.
Chiudere col conversione diretta per far confusione con altro post fuoritema qui ...e perché?
Potrebbero intervenire anche altre persone...
Link to comment
Share on other sites

dott.cicala

Mica lo chiudo.

Non ho ne la voglia ne l'autorità per farlo.

Se vuole intervenire qualcun'altro che intervenga: è il ben venuto sia per portare nuove idee, consigli e/o critiche.

Ingresso libero - free entry - siete tutti invitati

Io al momento non ho altro da aggiungere....e per il troppo uso dei tubi a vuoto...mi è venuto il vuoto mentale :superlol:

La diatriba sul come meglio definire il conversione diretta, è in corso da quasi un secolo fra i luminari della radio....io al massimo posso prendere nota.

Credo di aver risposto a tema:

1) l'esempio del trasmettitore ti dovrebbe far capire che, essendo necessario polarizzare in qualche modo la griglia della valvola, non è possibile accoppiare in continua l'oscillatore ad onda quadra. Con qualsiasi accoppiamento in AC è molto difficile conservare la forma d'onda, che verrà quindi distorta.

Al momento, mi viene scura la vista a pensare al modello del circuito equivalente, ma sicuramente il segnale iniettato non sarà quadro.

2)L'esempio della media frequenza. Se ipotizziamo che il segnale utile modulato in ssb abbia frequenza pari a quella della MF....allora il circuito diventa magicamente...uno stadio eterodina....non per niente...si chiama oscillatore di battimento.

3) A causa di eventi imprevisti, sto subendo una regressione pazzesca.....mi sta venendo il pallino di Alva

20760b2227d6f98e514f8332652ea197.JPG

Thomas Alva Edison.....le lampadine a incandescenza

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share


×
×
  • Create New...