News

unità HDW di HiDew per riscaldamento, raffrescamento e deumidificazione del Castello Sforzesco di Milano

La spinta verso l’efficienza energetica e la sostenibilità ambientale degli impianti di climatizzazione è argomento noto: i nuovi edifici rappresentano la bandiera di quanto si può e si potrà ancora fare in questa direzione, a costo di ingenti sforzi progettuali per gli impianti e le macchine.
Non si può dimenticare, però, soprattutto in Italia, che le ragioni del comfort devono essere portate avanti anche in situazioni esistenti e per definizione intoccabili, quali gli edifici storici che rappresentano il patrimonio culturale nazionale. Il Castello Sforzesco di Milano è sicuramente tra questi.
HiDew ha accettato di affrontare la sfida del rinnovamento tecnologico dell’impianto di riscaldamento, raffrescamento e deumidificazione del Castello, il quale non è soltanto uno dei simboli di Milano e dell’Italia, ma è anche e soprattutto un museo che raccoglie le più svariate tipologie di opere d’arte.
Per la buona conservazione di questi tesori, le condizioni termo-igrometriche interne sono determinanti, con in più, la necessità di rendere confortevoli gli spazi alle migliaia di visitatori.
Gli impianti del Castello Sforzesco sono fortemente legati alla storia e al territorio di Milano. Tutto l’edificio è attraversato da una rete idrica a temperatura stabile ma non direttamente controllata che rappresenta la sorgente termica di centinaia di pompe di calore acqua-aria autonome. Il circuito è continuamente in comunicazione con dei grandi serbatoi di stoccaggio nel sottosuolo del Castello.
Le unità HDW di HiDew, macchine compatte dislocate all’interno degli ambienti in grado di riscaldare o raffreddare l’aria in modo autonomo e indipendente una dall’altra, completano il quadro impiantistico andando oltre i pesanti vincoli architettonici dell’edificio storico. HiDew ha riservato particolare attenzione all’emissione sonora di queste unità che devono essere quanto più “nascoste”, da un punto di vista acustico, nei confronti dei visitatori dei musei. Il progetto, nel suo complesso, prevede un totale di oltre 300 unità HDW installate.
Ben più complesso si è rivelato il trattamento dell’aria primaria. Le macchine dovevano essere posizionate in sottotetti non direttamente accessibili, pertanto HiDew ha supportato la committenza con soluzioni fortemente customizzate, secondo la filosofia di estrema flessibilità che contraddistingue l’azienda. La scelta è ricaduta sulle pompe di calore acqua/aria canalizzabili della serie HIW in grado di trattare l’aria esterna fino ai desiderati valori di temperatura e umidità. Non potendo modificare la rete aeraulica esistente, le unità sono state progettate in maniera specifica e installate direttamente sopra alle aree museali: particolare difficoltà è stata riscontrata con i solai storici, non adatti a sopportare il peso delle macchine. Nei casi più semplici le macchine sono state consegnate in più moduli, dopo rigorosi collaudi e test prestazionali eseguiti in fabbrica; talvolta si è dovuto procedere alla rimozione parziale del tetto per il posizionamento, mentre nei casi più complicati HiDew si è adoperata per la fornitura della macchina in kit, da assemblare in situ.
HiDew - http://hidew.it
Redazionali o presentazioni di prodotto/di azienda
Pubblicato da Dario Tortora
Pubblicato il 11 dicembre 2018
News

Benban Solar Park

In costruzione in Egitto il "Benban Solar Park": il più grande parco fotovoltaico solare al mondo visibile dallo spazio. Enerray e Sinapsi in campo...

Yanmar annuncia l'ingresso del Gruppo KKU nella divisione Energy Systems

Yanmar oggi ha annunciato con orgoglio l'unione tra il gruppo Eschenfelder KKU e il gruppo Yanmar con decorrenza dal 1 aprile 2019. Yanmar Energy...

DIN 3852-E o DIN EN ISO 1179-2?

E' difficile trovare una risposta adatta a questa domanda. La risposta, forse, sta nel fatto che con la nuova norma i riferimenti alla dimensioni...

Riduzione dei consumi energetici del 35% in un'azienda tessile

La sostituzione di compressori con azionamento a velocità varabile, quindi in grado di seguire fedelmente i consumi della linea produttiva, ha...

WIKA sarà presente alla Offshore Mediterranean Conference & Exhibition dal 27 al 29 Marzo 2019.

L'evento è dedicato a tutti gli operatori professionali impegnati nel settore Oil & Gas, Petrolchimico ed Energia ed è in programma presso il Pala...

Farnell presenta la sua gamma completa di prodotti dedicati all'Intelligenza Artificiale

Farnell, distributore di soluzioni per lo sviluppo, annuncia oggi il lancio di una risorsa online dedicata all?intelligenza artificiale (AI) sul sito...

Mammoet espande la propria offerta di trasporto offshore in Medio Oriente

Milano, 11 marzo 2018. Mammoet, il gruppo specialista leader a livello mondiale nelle soluzioni di sollevamento e trasporto multimodale di carichi...

Nuovi spunti sull'utilizzo di Raspberry Pi emergono dal sondaggio tra gli utenti Farnell

La ricerca evidenzia l'ampio utilizzo di Raspberry Pi da parte di ingegneri professionisti per la prototipazione e prove di concetto, in particolare...

Riqualificazione energetica degli edifici tramite lo sfruttamento di cavedi e canne fumarie dismessi

BRUGG Pipe Systems dispone della tubazione flessibile, preisolata e fornita con lunghezze a misura tipo CALPEX®. Una condotta capace di trasformarsi...

EGO si aggiudica la gara relativa all'ottenimento degli incentivi per l'efficienza energetica per le acque lombarde.

Il Gruppo CAP, che garantisce il servizio idrico a oltre 2 milioni di utenti in Lombardia, ha indetto un bando per la gestione dei servizi legati...

90 ANNI DI TECNOLOGIA E STILE ITALIANO

Nell'anno in cui festeggia i 90 anni di attività MINGAZZINI presenta sul mercato le sue linee di generatori di vapore di ultima generazione, che...